NINO D’ANGELO/ Il pensiero rivolto alle vittime del sisma di Ischia (Napoli Prima e Dopo)

- Susanna Sala

Anche Nino D’Angelo sarà fra gli ospiti di Napoli prima e dopo, kermesse musicale trasmessa da Rai1 questa sera e presentata da Pupo e Gloriana.

nino_dangelo_facebook_2017
Nino D'Angelo (Facebook)

Negli ultimi giorni Nino D’Angelo è stato protagonista, assieme ad altri due importanti esponenti del cantautorato partenopeo, un pensiero nei confronti di tutti quegli abitanti dell’isola di Ischia che ancora oggi portano i segni del violento terremoto verificatosi ad agosto: il 60enne cantautore e attore nato a Napoli è stato infatti tra i più primi artisti ad esprimere solidarietà agli ischitani e a un luogo che, da sempre, è meta non solamente di turisti ma anche di importanti eventi e personaggi del mondo della musica. Seguendo a ruota un toccante post pubblicato dal collega Gigi D’Alessio e in seguito anche da Nancy Coppola, l’oramai ex “ragazzo della Curva B” ha espresso vicinanza, attraverso i propri canali social, a tutte le famiglie colpite dal recente sisma, nonché a quelle delle due vittime, e limitandosi a scrivere un breve “Ischia nel mio cuore…” a chiosa del suo messaggio di incoraggiamento. (Agg. Di R. G. Flore)

IL CONCERTO AL SAN PAOLO

Tra gli ospiti attesi della serata del 9 settembre sul palco di Napoli prima e dopo ci sarà anche Nino D’angelo. Il tanto amato cantante neo melodico ha recentemente preso parte in veste di ospite speciale alle nozze d’argento di Sal Da Vinci, altro noto cantante napoletano. Nel mese di giugno è stato poi protagonista di uno speciale evento tenutosi allo Stadio San Paolo di Napoli, in occasione dei suoi sessant’anni. Nino D’angelo ha così festeggiato quest’importante traguardo assieme ai suoi fan, nella sua città. Nel gennaio del 2017 ha poi rilasciato una lunga intervista a Il Tempo in cui ha parlato della sua carriera e della sua musica.

Ha dichiarato di considerarsi il vero e proprio capostipite della musica neo melodica napoletana che personaggi come Gigi D’Alessio, senza di lui non sarebbero esistiti. Per quanto riguarda le polemiche e l’ombra che i media hanno sempre gettato sulla sua figura, ha riposto asserendo che la sua musica ha nettamente rivoluzionato il mondo discografico neo melodico a Napoli. Ha poi parlato di calcio e della sua squadra del cuore, il Napoli ovviamente. Circa l’addio di Higuian che nel finale della scorsa stagione calcistica ha detto addio alla compagine partenopea alla volta di quella juventina, ha dichiarato di esserne stato profondamente amareggiato. Un duro colpo per un tifoso sfegatato come lui. Sempre nel 2017, Nino D’Angelo ha composto la colonna sonora del film dal titolo Falchi diretto da Toni D’angelo, suo figlio, ed interpretato da Fortunato Cerlino, Michele Riondino e Pippo Delbono.

LA CARRIERA

Nino D’Angelo, il cui vero nome è Gaetano D’Angelo, nasce a Napoli nel giugno del 1957. A causa delle condizioni economiche familiari molto disagiate ebbe un’infanzia molto turbolenta. Fin da giovanissimo iniziò la sua carriera di cantante ai matrimoni. Nel 1976 arriva il primo successo con il brano A storia mia. Negli anni ‘80 ha inizio anche la sua carriera di attore, prima in teatro poi al cinema e in televisione, recitando anche accanto a grandi nomi, ad esempio accanto a Mario Merola in Tradimento e nel film Giuramento, mentre nel 1983 uscirono il film e l’album ‘nu jeans e ‘na maglietta . Dal 2006 al 2010, Nino D’Angelo è stato anche direttore artistico de Teatro Trianon a Napoli. Di recente, nel 2014, è stato protagonista del tour internazionale Nino D’Angelo Concerto anni ‘80, che gli ha permesso di girare mezza Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori