JARHEAD/ Su Iris il film con Jake Gyllenhaal e Peter Sarsgaard (oggi, 12 gennaio 2018)

- Cinzia Costa

Jarhead, il film in onda su Iris oggi, venerdì 12 gennaio 2018. Nel cast: Jake Gyllenhaal, Peter Sarsgaard e Jamie Foxx, alla regia Sam Mendes. La trama del film nel dettaglio.

jarhead_film_1
Il film di guerra in seconda serata su Iris

NEL CAST JAKE GYLLENHAAL

Il film Jarhead va in onda su Iris oggi, venerdì 12 gennaio 2018, alle ore 23.15. Una pellicola di guerra che è stata prodotta negli Stati Uniti e in Germania nel 2005 dalla Universal Pictures ed è stata diretta da Sam Mendes. La colonna sonora del film è stata scritta da Thomas Newman mentre gli interpreti principali che figurano nel cast sono Jake Gyllenhaal, Peter Sarsgaard, Jamie Foxx, Jacob Vargas, Lucas Black, Brian Geraghty, Evan Jones, Chris Cooper, Laz Alonso, Scott MacDonald, Iván Fenyö, John Krasinski, Dennis Haysbert. Nel cast di questo capolavoro del film di guerra troviamo stelle del panorama cinematografico internazionale. In primo luogo, nei panni del protagonista, Antony Swofford, c’è un magistrale Jake Gyllenhaal, visto in numerosi film di successo, come Donnie Darko (2001), il film scandalo I segreti di Brokeback Mountain (2005), Zodiac (2007), Lo sciacallo – Nightcrawler (2014) e molti altri ancora Al suo fianco Peter Sarsgaard nei panni del caporale Alan Troy. Sarsgaard è noto per aver recitato in molti film come L’inventore di favole (2003), The Skeleton Key (2005) e Innocenti bugie (2010). Ricordiamo inoltre il famosissimo Jamie Foxx, visto in Ogni maledetta domenica (1999), Collateral (2004) e Ray (2004).Ma vediamo adesso la trama ddel film nel dettaglio.

JARHEAD, LA TRAMA DEL FILM DI GUERRA

Jarhead, è la vicenda realmente accaduta dell’ex marine Anthony Swofford, reduce della guerra del Golfo. Ammirando il padre che ha combattuto nella guerra del Vietnam, Anthony si arruola volontariamente come marine. La vita militare è però più dura di quanto pensasse, fatta di sacrifici, vessazioni continue e poche soddisfazioni. Impossibilitato a tornare indietro e incapace anche di avere un buon rapporto con i compagni di squadra, Anthony diventa un tiratore scelto assieme al caporale Alan Troy. Con lo scoppio della guerra del Golfo, il giovane viene inviato a combattere in Arabia Saudita, ma la noia delle esercitazione, il caldo, le frustrazioni e la nostalgia di casa porta Anthony a un brutto crollo di nervi. Più che sulle vicende belliche e le scene di combattimento, il film si concentra maggiormente sulla situazione emotiva dei soldati in guerra, continuamente vessati dalla lontananza da casa, da dubbi sentimentali, da insicurezze e paure, che ancora più di un fucile puntato contro sono i veri nemici di ogni essere umano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori