Alessandro Borghese/ 4 Ristoranti: la stoccata ai colleghi vip, “io non faccio l’attore”

- Anna Montesano

Alessandro Borghese torna con 4 Ristoranti. Intervistato da Libero, confessa: “Talvolta trovo roba scaduta nei cassetti, sporco o gente che mente sulla provenienza del cibo”

Alessandro_borghese_4Ristoranti_Genova_2018
20 Tre a 4 Ristoranti

Sulla cresta dell’onda da anni, Alessandro Borghese ha ottenuto una ribalta forse inferiore  a quella di altri chef per il fatto di non aver mai preso parte a MasterChef, il talent culinario più famoso in Italia. Intervistato da Libero, sull’ipotesi di condurre in futuro programmi che non abbiano per forza a che fare con la cucina, Borghese ha lanciato una stoccata ad alcuni colleghi vip:”Non mi mischio a loro, gli attori li lascio fare agli altri. Ho altri progetti: ad ottobre ho aperto il mio ristorante e ho altre aperture in programma”. Ad esempio quello di tornare a condurre la versione di MasterChef dedicata ai più piccoli? Da parte di Borghese non ci sarebbero preclusioni, però “non so se c’è in programma una nuova stagione, mi sembra che Sky ora sia più orientata a fare la versione Celebrity. Ma, se dovesse ricominciare, mi farebbe piacere tornare a farlo”. (agg. di Dario D’Angelo)

ALESSANDRO BORGHESE E LE STELLE MICHELIN

Il 2018 è iniziato nel migliore dei modi per Alessandro Borghese. Ieri, lunedì 15 gennaio, su Tv8 ha preso il via la sfida tra regioni di “Cuochi d’Italia”, oggi invece parte la nuova stagione di “4 ristoranti” su Sky. Inoltre lo chef, figlio dell’attrice Barbara Bouchet e del produttore cinematografico Luigi Borghese, ha aperto a Milano il suo primo ristorante “Il lusso della semplicità”. Nel 2018 arriverà la prima stella Michelin: “Mi ha già chiamato la Michelin. Mi ha chiesto se volevo quattro gomme invernali. Ho detto che, grazie, le ho appena montate, l’anno prossimo vedremo. Scherzi a parte, le stelle vanno e vengono, io ho scelto un’altra strada. Per me esiste la cucina buona e quella non buona, non quella stellata o non stellata. Conosco ristoranti pluristellati dove si mangia male, stellati dove si mangia bene e trattorie dove si mangia mille volte meglio che in uno stellato”, ha scherzato Borghese intervista da Il Giornale. Insieme alla moglie, Wilma Oliviero, ha aperto la società AB Normal, come la targa del cervello di “Frankenstein Junior” di Mel Brooks: “Il nostro motto lo prendiamo proprio da quel film: “Si può fare!”. Bisogna solo avere la testa proiettata su un obiettivo, determinazione. I problemi si possono affrontare. Solo alla morte non c’è rimedio”, ha confessato lo chef. (agg. Elisa Porcelluzzi)

CONSIGLI PER UN BUON RISTORATORE

Questa sera, martedì 16 gennaio, riparte “Alessandro Borghese – 4 Ristoranti”, il tour gastronomico guidato dallo chef Alessandro Borghese. In attesa della prima puntato lo chef giramondo ha svelato a Sky Tg24 4 buoni consigli per diventare un buon ristoratore: “Innanzitutto tanto coraggio, spirito di adattamento e spirito d’avventura. Fare il ristoratore è difficilissimo, ci vogliono i piedi ben piantati”, ha detto Borghese. Secondo lo chef è importante scegliere bene la location del ristorante: “La location è fondamentale. Deve essere angolare con vetrine, ben visibile dal pubblico”. Per quanto riguarda il personale – che è sempre un problema – Borghese consiglia di “pescare in casa”: “Se avete una nonna che sa fare gli gnocchi fatti in casa, mamma la potete mettere alla cassa, qualche fratello da mettere in sala a fare i camerieri… risparmiate. Si fa tutto in casa”. L’ultimo consiglia riguarda la cucina: “Dovete trovare qualcuno che in cucina è molto capace di fare il suo lavoro, che vi fa risparmiare. una delle cose più difficili in cucina è il food cost, il risparmio del cibo. Bisogna risparmiare ogni piccolo dettaglio, così il food cost si abbassa e gli incassi si impennano. E voi sarete dei ristoratori felici”, ha detto con un sorriso Alessandro Borghese. Clicca qui per vedere il video. (agg. Elisa Porcelluzzi)

LO CHEF A MASTERCHEF?

Alessandro Borghese torna domani sera con la gara itinerante di 4 Ristoranti su Sky Uno, ma il pubblico non si ferma di fronte alla possibilità di vederlo a Masterchef Italia. Dopo l’addio di Carlo Cracco nell’ultima edizione infatti in molti avevano avanzato l’ipotesi che fosse proprio Alessandro Borghese a prendere il suo posto. Questi sembrava perfetto per muoversi al fianco di Antonino Cannavacciuolo, Joe Bastianich e Bruno Barbieri. Simpatico e cattivo al punto giusto aveva già condotto poi l’edizione dei bimbi, Junior MasterChef Italia, con ottimi risultati. Alla fine però gli editori del programma hanno deciso di puntare su una donna anche per allargare il target della trasmissione. Antonia Klugmann ha dimostrato di funzionare, eppure c’è chi spera di vedere prima o poi Alessandro Borghese promosso a giudice degli adulti. (agg. di Matteo Fantozzi)

LE RIVELAZIONI CHE SCOTTANO

Il 2018 di Alessandro Borghese inizia con un doppio appuntamento: da stasera va infatti in onda la seconda stagione di Cuochi d’Italia, dal lunedì al venerdì alle 19.30 su Tv8, mentre domani, alle 21.15 su Sky Uno HD. Attraverso liberoquotidiano ha rilasciato un’intervista toccando vari argomenti: “Il nostro programma è molto più “easy”, l’assaggio non è severo ma più rilassato. Anche se il giudizio degli chef Cristiano Tomei e Gennaro Esposito è serio, c’è anche una parte più goliardica. Le urla e i piatti sbattuti abbiano stancato. Il format 4 ristoranti funziona e non va toccato. Abbiamo aggiunto una chicca: un mio bonus di 5 punti che darò a un prodotto gastronomico che accomuna i vari ristoranti, un piatto che dovranno prepararmi durante l’ispezione”. Curioso l’aneddoto riguardo quello che trova nelle ispezioni dei locali: “Di solito se l’estetica è curata lo è anche la cucina, ma tante volte l’abito non fa il monaco: ci sono ristoranti ai quali dall’esterno non daresti una lira e invece si mangia molto bene. Ma ciò che mi sorprende è che continuiamo a trovare roba scaduta nei cassetti, sporco o gente che mente sulla provenienza del cibo: ma non giova barare, il cliente vuole un riscontro veritiero”.

ALESSANDRO BORGHESE: DALLE NAVI DA CROCIERA ALLA TV

Ricordiamo che Alessandro Borghese è primogenito dell’attrice Barbara Bouchet e dell’imprenditore napoletano Luigi Borghese, ha un fratello minore di nome Massimiliano. Dopo il diploma alla Rome International School di Roma si imbarca sulle navi da crociera, dove lavora come cuoco per tre anni. Lavora come cuoco in diverse città come Londra, San Francisco e Parigi; in quest’ultima frequenta alcuni stage. Rientra in Italia, dove frequenta la scuola di sommelier, per poi ripartire per New York. Torna nuovamente nel Bel Paese e lavora in diversi ristoranti di Milano e Roma. Alessandro è sposato dal 2009 con Wilma Oliverio, e dalla loro unione è diventato padre di due bambine: Arizona e Alexandra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori