Alberto Angela/ C’è chi lo vorrebbe al cinema, ma lui difficilmente accetterà

- Elisa Porcelluzzi

Alberto Angela, sulla cresta dell’onda per il successo di “Meraviglie” su Rai 1, racconta il suo amore per l’Italia e il suo desiderio di far conoscere a tutti le sue bellezze.

Alberto_Angela_foto
Alberto Angela

Il successo di Meraviglie – La penisola dei tesori va di pari passo con quello di Alberto Angela che vede puntata dopo puntata crescere anche l’affetto dei suoi fan. Soprattutto le donne lo riempiono di complimenti anche per la sua bellezza oltre che per la sua intelligenza. E c’è chi lo vorrebbe vedere la cinema come attore, sia per la sua perfetta dizione che per la bellezza. Sui social network c’è chi lancia questa possibilità anche se difficilmente lo vedremo mai recitare. Alberto Angela si è costruito la sua figura da divulgatore scientifico con lo studio e l’impegno, anche perché aveva il peso di un padre importante e straordinario come Piero Angela sulle spalle. Per far capire che non era dove si trovava grazie al peso di suo padre, ma che aveva delle grandi qualità ci ha messo del tempo anche perché il pubblico è malizioso e ci mette tempo per capire la bravura degl iinterpreti. Ora che l’immagine di Alberto Angela si è finalmente allontanata da quella del padre difficilmente perderà credibilità entrando nel mondo dello spettacolo. (agg. di Matteo Fantozzi)

“IO SEX SYMBOL? MI FA SORRIDERE, MA…”

Alberto Angela tornerà in onda questa sera, mercoledì 17 gennaio 2018, su Rai 1 con la terza puntata di Meraviglie – La penisola dei tesori, il programma dedicato ai siti Unesco presenti nel nostro paese. In un’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica, tra i vari argomenti affrontati, il figlio di Piero Angela ha espresso la propria opinione anche su un fenomeno particolare: il successo che sta ottenendo sui social network e la definizione di “sex symbol”. Il conduttore e divulgatore scientifico ha commentato questo particolare successo con un po’ di distacco e anche un po’ di imbarazzo. Queste sono state le sue dichiarazioni: “Mi fa sorridere ma non ci do peso, neppure alle volgarità che circolano in Rete”. Nella terza puntata di Meraviglie – La penisola dei tesori si parlerà delle Dolomiti, di Pisa e di Piazza del Duomo e dei Sassi e del parco delle Chiese Rupestri di Matera. Gli ospiti della terza puntata saranno Andrea Bocelli, Sergio Castellitto e Uto Ughi. (Aggiornamento di Fabio Morasca)

I VALORI DI ALBERTO ANGELA

Alberto Angela, conduttore di “Meraviglie”, intervistato da Repubblica si dice “fierissimo di essere italiano”, nonostante il suo curriculum di studi internazionale: “Sono nato a Parigi, ho vissuto in Belgio e ho studiato alla scuola francese a Roma, ma mi sono laureato alla Sapienza… poi ho studiato in America”. Il conduttore però ha espresso il suo dispiacere per il “disamore” che a volte gli Italiani hanno verso il loro paese: “Purtroppo agli italiani piace parlare male dell’Italia, e magari assecondare i pregiudizi coltivati all’estero. E guarda che non c’è solo la bellezza dell’arte. C’è l’eccellenza degli scienziati, dei ricercatori, di una certa imprenditoria creativa di cui nessuno parla, dalla plastica alle pompe idrauliche, al pelo della moquette”. Alberto Angela ha rivelato di essere molto legato alla sua famiglia, che ammira molto: “Mi ispiro a mio padre e a mio nonno che fu uno psichiatra antifascista di Giustizia e libertà, decorato come “Giusto tra le nazioni” perché salvò molti ebrei. I miei valori sono, fortissimamente, quelli di famiglia”.

LA PATRIA DI CIAMPI

Questa sera, mercoledì 17 gennaio 2018, su Rai 1 va in onda la terza e penultima puntata di “Meraviglie – La penisola dei tesori” di Alberto Angela. Il programma ha riscosso un enorme successo (record di ascolti per le prime due puntate), Angela è salito agli onori della cronaca ed è stato definito il Chuck Norris della cultura o l’Indiana Jones della tv italiana. Dietro il successo di “Meraviglie” non c’è però solo il fascino del suo conduttore, ma anche un forte senso di identità e un profondo amore per la Patria: “La patria è quella di Ciampi, un presidente che amo molto ma non ho avuto la fortuna di conoscere. Prima di Ciampi la patria era un valore di destra, guerresco. Lui ha convinto gli italiani a fare pace con la bandiera e con l’inno“, ha detto a Repubblica. Il figlio di Piero Angela ha definito il Presidente Carlo Azelio Ciampi “un uomo di bellezza”: “La sua idea di Patria è fondata sulle emozioni, sui valori di una comunità e non sugli eserciti, sulla bandiera che sventola sul Battistero, a Pompei, nelle Langhe, sulla reggia di Caserta, sulle notti italiane che sono uniche al mondo”. Alberto Angela ha poi esperesso il suo desiderio è far scoprire “le meraviglie italiane che gli italiani forse non conoscono abbastanza“. Anche quelle che si trovano all’estero: “Il Louvre è un covo dove espongono la refurtiva: dovrebbero restituirci quello che ci è stato sottratto dopo il 14 luglio del 1789”, ha detto lanciando una stoccata ai francesi.

L’ITALIA E L’AMORE PER LA VITA

Stasera Alberto Angela ci accompagnerà a scoprire le bellezze di Pisa, Matera e delle Dolomiti. Sulla sua fan page di Facebook, il conduttore ha lasciato un messaggio per il sui pubblico, spiegando come si svilupperà il viaggio: “Ogni volta scopriremo cosa custodiscono queste meraviglie Unesco del nostro patrimonio. La loro bellezza e il loro fascino, in realtà, sono il frutto della genialità e soprattutto della grande saggezza delle generazioni che ci hanno preceduto. Dobbiamo a loro non solo questi luoghi magnifici ma anche il nostro modo di parlare, di pensare, di vivere… e, aggiungerei, di amare la vita come raramente si vede altrove”. Ancora una volta Angela esprime il suo orgoglio italiano, che è davvero contagioso. Gli ospiti della terza puntata saranno: Andrea Bocelli, Sergio Castellitto e Uto Ughi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori