MATTEO MARCHETTO/ Ripescato, il 56enne si salva grazie al piccione! (Masterchef Italia 7)

- Francesca Pasquale

Matteo Marchetto nella scorsa puntata di Masterchef Italia 7 è stato ripescato dai giudici. Nella prova in esterna milanese è uscito sconfitto ma si è salvato agevolmente ai Pressure Test.

matteo-marchetto-masterchef-7
Matteo Marchetto a Masterchef 7

Matteo Marchetto, il 56enne insegnante di educazione fisica di Sovizzo cittadina della provincia di Vicenza, si appresta a confrontarsi con gli altri aspiranti chef nella nuova puntata di Masterchef Italia 7. Quella di Matteo è un’esperienza abbastanza sui generis a Masterchef essendo stato ripescato nella puntata della scorsa settimana dopo che nelle eliminatorie andate in scena il 28 dicembre 2017, si era visto negare la possibilità di indossare il fatidico grembiule blu.

La sua era stata una eliminazione sul fil di lana come del resto ha sottolineato la giudice Antonia Klugmann la quale nello spiegare il ripescaggio, ha evidenziato: “Abbiamo capito che in questa cucina c’è ancora spazio per qualcuno che pensavamo non lo meritasse e abbiamo deciso di dare ancora una chance a chi, pur lottando fino alla fine, si è visto strappare il grembiule ad un passo dall’entrata a Masterchef Italia”. Chance che in effetti il buon Matteo non si è fatto sfuggire rientrando a tutti gli effetti tra i concorrenti in lizza per la vittoria finale.

MATTEO MARCHETTTO, FINALMENTE L’AGOGNATO GREMBIULE

Nella scorsa puntata di Mastechef Matteo Marchetto ha potuto godere della chance di essere ripescato nel lotto dei concorrenti ufficiali del cooking show trasmesso su Sky Uno. Una possibilità che il 56enne insegnante ha sfruttando a pieno nella apposita prova della durata di 20 minuti preparando un delizioso piatto di spaghetti alla chitarra all’amatriciana. La tecnica di preparazione ed il gusto della pietanza hanno colto nel segno ed in particolare ha sorpreso in positivo soprattutto Antonino Cannavacciuolo e Joe Bastianich. Conquistato il tanto agognato grembiule, Matteo ha preso parte alla prova in esterna venendo inserito nella brigata rossa.

La prova svoltasi a Milano, richiedeva la preparazione di un banchetto per 100 persone di origini cinesi con piatti tipici della tradizione nostrana: spaghetti alla vongole, spezzatino di vitello con patate e come dessert il classico tiramisù. Nonostante l’impegno profuso da Matteo, la brigata rossa ha avuto la peggio imponendo al concorrente vicentino il pericoloso passaggio ai Pressure Test che però è stato superato agevolmente dimostrandosi molto abile nella preparazione di un piccione ripieno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori