Nel nome del padre/ Su Iris il film di Jim Sheridan (oggi, 24 gennaio 2018)

- Cinzia Costa

Nel nome del padre, il film in onda su Iris oggi, mercoledì 24 gennaio 2018. Nel cast: Daniel Day-Lewis, Pete Postlethwaite e Emma Thompson, alla regia Jim Sheridan. Il dettaglio.

nel_nomedel_padre_film
il film drammatico in seconda serata su Rete 4

ALLA REGIA JIM SHERIDAN

Nel nome del padre è una pellicola drammatica e biografica che viene mandata in onda nella seconda serata di Iris di oggi, mercoledì 24 gennaio 2018. La regia del film è stata curata da Jim Sheridan con il soggetto tratto dalla biografia di Gerry Conlon e con la sceneggiatura estesa da Terry George e lo stesso regista Jim Sheridan. Il montaggio della pellicola è stato realizzato da Gerry Hambling con effetti speciali di Joss Williams e con le musiche della colonna sonora scritte da Bono, Ray Davies e Bob Dylan tra molti altri ancora. La pellicola è stata prodotta da una collaborazione tra Irlanda e Gran Bretagna nel 1993 e la sua durata è di circa 133 minuti. Il film ha ottenuto alla sua uscita un buon successo di critica, guadagnandosi la nomination a moltissimi premi prestigiosi. Il film ha vinto l’Orso d’Oro al Festival di Berlino ed è stato nominato a ben 7 Premi Oscar e 4 Golden Globe, senza però vincerne nessuno. In Italia il film ha vinto il David di Donatello come miglior film straniero. Nel 1973 e 1974, in piena guerra al terrorismo irlandese, l’Inghilterra promulgò alcune leggi speciali che prevedevano l’arresto in base a semplici sospetti, la nascita di tribunali speciali per processare i presunti terroristi, un inasprimento delle pene e una maggiore facilità nell’ottenere le condanne. Questo causò alcuni gravissimi errori giudiziari, come quello dei Conlon, che costarono parecchi anni di carcere a degli innocenti. Negli stessi anni un altro gruppo di nord irlandesi, poi noti come “i sei di Birmingham”, scontarono ben 16 anni di carcere prima di essere riconosciuti innocenti. 

NEL CAST DANIEL DAY-LEWIS

Il film Nel nome del padre va in onda su Iris oggi, mercoledì 24 gennaio 2018, alle ore 23.30. Una pellicola drammatica che è stata diretta nel 1993 da Jim Sheridan (Il mio piede sinistro, Il segreto, Dream house) e interpretata da Daniel Day-Lewis (Gangs of New York, L’ultimo dei mohicani, Lincoln), Pete Postlethwaite (Il mondo perduto – Jurassic Park, I soliti sospetti, Inception) ed Emma Thompson (Nanny McPhee – Tata Matilda, La bella e la bestia, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban). Il film Nel nome del padre è stato tratto dal libro Proved Innocent di Gerry Conlon, autobiografia di un presunto terrorista nord irlandese. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film. 

NEL NOME DEL PADRE, LA TRAMA DEL FILM

Guildford, 1974. Un attentato dell’IRA distrugge un pub. Di quest’atto vengono accusati Gerry Conlon (Daniel Day-Lewis) e alcuni suoi amici, nonostante a loro carico esistano solo prove indiziarie abbastanza deboli. Ben presto nelle indagini vengono coinvolti anche il padre di Gerry, Giuseppe Conlon (Pete Postlethwaite) e un’intera famiglia di loro parenti londinesi, con l’accusa di avere contribuito all’organizzazione dell’attentato. Anche in questo caso le prove sono debolissime e durante il processo emergono addirittura prove certe dell’innocenza dei ragazzi, a cui viene fornito un solido alibi. La giustizia inglese è però impietosa con chi è sospettato di aderire all’IRA, il movimento terroristico per la liberazione del Nord Irlanda e la sua adesione all’Eire. Tutti gli accusati vengono così condannati all’ergastolo. In prigione Gerry e il padre hanno l’ccasione per riflettere sul loro rapporto e riavvicinarsi, dopo un passato turbolento. Gerry infatti è cresciuto come un adolescente irrequieto, mentre Giuseppe ha sempre cercato di inculcargli il rispetto per la chiesa e la famiglia. L’indole di Gerry però cambia durante in periodo in carcere, e promette al padre, se e quando uscirà di prigione, di avere maggior rispetto per i valori tradizionali. Dopo 5 anni i veri colpevoli dell’attentato di Guildford vengono catturati, per cui l’innocenza della famiglia Conlon è ormai un dato di fatto. Durante il periodo di reclusione però Giuseppe si è molto ammalato e ora è in pericolo di vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori