JOY VILLA / La nuova provocazione della cantante ai Grammy Awards 2018: ecco l’abito contro l’aborto

- Annalisa Dorigo

Joy Villa ha sfilato sul red carpet dei Grammy Awards 2018 con un abito contro l’aborto. La cantante non è nuovo a proteste di questo tipo e già lo scorso anno…

joy_villa_instagram
Joy Villa

Joy Villa si è presentata alla cerimonia di premiazione di Grammy Awards 2018 di domenica 28 gennaio con un abito a dir poco particolare, che certo non è passato inosservato durante la sfilata sul red carpet. La cantante americana indossava infatti un semplice vestito lungo bianco, nella cui gonna era raffigurato un arcobaleno con all’interno un feto. Il tutto accompagnato dalla borsetta con la scritta: “Choose life” ovvero “Scegli la vita”. Si tratta di un evidente dichiarazione contro l’aborto, di cui l’artista si è fatta portavoce anche in passato. Tale vestito, come da lei stessa precisato nel suo profilo Twitter, in realtà è un abito da sposa creato da Bridal Garden, un’organizzazione non-profit alla quale lei si sente molto vicina. Non è la prima volta che Joy Villa si è espone con una provocazione nei vari red carpet e già in passato lo sfondo delle sue dichiarazioni è stato di tipo conservatore.

Joy Villa è solita alle provocazioni sul red carpet

Joy Villa si è presentata sul tappeto rosso dei Grammy Awards 2018 con un abito di protesta contro l’aborto. Ma agli appassionati di musica e gossip non è certo sfuggita la scelta dello scorso anno quando l’artista aveva optato per una scelta ancor più discutibile e che aveva suscitato un gran polverone all’interno del mondo dello spettacolo (da sempre in prima linea negli Stati Uniti per quanto riguarda la politica). In tal caso la cantante aveva indossato un abito di chiaro supporto a Donald Trump: di colore blu, con tanto di stelle, la mise di allora riportava la scritta “Make America Great Again” ovvero “Rendi l’america di nuovo grande”. Ma neppure la sfilata del 2015 era passata inosservata: in tale circostanza Joy Villa vestiva un abito arancione con grandi trasparenze, che faceva intravedere più di qualche parte del suo corpo. Anche in quella circostanza, la sua era stata una scelta di protesta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori