QUALUNQUEMENTE/ Su Canale Nove il film di Giulio Manfredonia: info streaming (oggi, 29 gennaio 2018)

- Cinzia Costa

Qualunquemente, il film in onda su Canale Nove oggi, lunedì 29 gennaio 2018. Nel cast: Antonio Albanese e Lorenza Indovina, alla regia Giulio Manfredonia. La trama del film nel dettaglio.

qualunquemente_film
il film commedia in prima serata su Rai Movie

Su Canale Nove va in onda “Qualunquemente”, il film con cui Antonio Albanese ha portato al cinema uno dei suoi personaggi più noti, il politico calabrese Cetto La Qualunque. Alla regia Giulio Manfredonia: “Io e Antonio ci conosciamo da molto tempo, sapevo che aveva intenzione di realizzare di questo film da tanto. Quello di Qualunquemente è un progetto innovativo per il nostro cinema: il protagonista è una maschera che si inserisce nella grande tradizione italiana delle maschere, ma il film che allude a tanti generi diversi; gioca col surreale e col paradosso ma ha molti riferimenti con la realtà”, ha detto il regista a Coming Soon. Antonio Albanese ha parlato di come è nato il film insieme a Piero Guerrera, co-autore e co-sceneggiatore: “Sentivamo il bisogno di raccontare il meridione, il nostro mondo. Il personaggio di Cetto è nato anni fa, l’abbiamo sviluppato lentamente, nel tempo. Poi è arrivata l’occasione di questo film”. Ricordiamo che il film “Qualunquemente”, clicca qui per vedere il trailer, andrà in onda sulNove a partire delle 21.15 ma sarà possibile vederlo anche sintonizzando i propri dispositivi mobile a dPlay, cliccando qui.

CURIOSITÀ SULLA PRODUZIONE DEL FILM E I PREMI

Qualunquemente è una pellicola comica che è stata diretta da Giulio Manfredonia che ha curato anche la sceneggiatura con Piero Guerra e Antonio Albanese. Le case di produzione che hanno fatto parte del progetto sono Rai Cinema e Fandango mentre la produzione è stata firmata da Domenico Procacci e il montaggio è stato realizzato da Cecilia Zanuso con le musiche della colonna sonora che sono state scritte da Banda Osiris e con la scenografia curata da Marco Belluzzi. Il film è uscito al cinema nel gennaio del 2011 e nel mese di giugno dello stesso hanno è stato immesso sul mercato dei DVD e Bluray. Qualunquemente ha rappresentato un vero e proprio successo cinematografico, superando un incasso globale di 15 milioni di euro. Si è aggiudicato diverse nomination prestigiose (tre David di Donatello, due Nastri d’argento e tre Ciak d’oro) senza però vincerne nessuna. Ad interpreta la moglie di Cetto La Qualunque (Carmen) è Lorenza Indovina, attrice italiana apparsa in Due volte nella vita, Il passato è una terra straniera e Io rom romantica. Prenderà parte anche alle riprese del sequel Tutto tutto, niente niente.

NEL CAST ANTONIO ALBANESE

Qualunquemente, il film in onda su Canale Nove oggi, lunedì 29 gennaio 2018 alle ore 21.25. Una pellicola comico del 2011 che è stata affidata alla regia di Giulio Manfredonia. Ad interpretare il personaggio protagonista del film (Cetto La Qualunque) è Antonio Albanese, attore comico italiano molto noto al pubblico televisivo per le sue partecipazioni a programmi televisivi come Zelig o Mai dire domenica. Alla sua carriera da cabarettista ed imitatore ha però sempre alternato anche la passione per il cinema. È stato infatti più volte protagonista di film comici che hanno riscosso un discreto successo come La seconda notte di nozze, Tutto tutto niente niente (diretto sempre da Giulio Manfredonia, torna ad interpretare Cetto La Qualunque) e L’abbiamo fatta grossa. Nel 2017 è stato protagonista assieme a Paola Cortellesi del film Come un gatto in tangenziale. Prima che Qualunquemente uscisse ufficialmente al cinema, la produzione ha deciso di porre in essere un vera e propria campagna di marketing creativo, tappezzando i muri della capitale con curiosi manifesti elettorali del fantomatico Cetto La Qualunque. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

QUALUNQUEMENTE, LA TRAMA DEL FILM COMICO

Cetto La Qualunque è un ricco imprenditore viscido e corrotto che dopo diversi anni di latitanza fa ritorno al suo paesino natale, in Calabria, con l’intezione di cimentarsi nel mondo della politica. Il paesino, a suo avviso, osserva alla lettera i dogmi civili della legalità e proprio per questo motivo decide di fondare un partito tutto suo, votato all’illegalità, nel tentativo di diventare sindaco. Su consiglio di un suo conoscente, Cetto affida la sua campagna elettorale a Gerardo Salerno, che gli impone di seguire uno stile di vita lecito per tutta la durata della campagna. Col passare dei giorni, Cetto inizia ad acquisire sempre più consensi, a discapito del suo diretto avversario Giovanni De Santis. Il giorno delle elezioni arriva inesorabile e quando appare palese che il risultato finale è in bilico, Cetto fa compilare a suo favore tutte le schede bianche presenti nei seggi. Nel finale riesce a diventare sindaco e ad iniziare l’opera da lui tanto sognata e soprannominata ponte di pilu.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori