FREE STATE OF JONES/ Su Rai 3 il film con Matthew McConaughey (oggi, 7 gennaio 2018)

- Cinzia Costa

Free State of Jones, il film in onda su Rai 3 oggi, domenica 7 gennaio 2018. Nel cast: Matthew McConaughey e Gugu Mbatha-Raw, alla regia Gary Ross. Il dettaglio.

free_states_of_jones
il film storico in prima serata su Rai 3

NEL CAST MATTHEW MCCONAUGHEY

Free State of Jones, il film in onda su Rai 3 oggi, domenica 7 gennaio 2017 ore 21.20. Una pellicola storica di grande impatto emotivo che è stata realizzata nel 2016 voluto grazie ad una co-produzione di diverse case cinematografiche offrendo un film filologico che parli da un’ottica alternativa alla solita, in questo i produttori hanno avuto successo,della Guerra di Secessione americana e dei diritti civili di un’America ancora governata dall’odio razziale. Regia affidata al californiano Gary Ross, pochi film nel palmares ma tutti quanti di buon successo se non addirittura oramai entrati nell’immaginario del nuovo cinema come il primo film della saga ‘Hunger Games’ oppure, sarà tra poche settimane sul grande schermo, lo spin-off della trilogia ‘Ocean’s’ con la pellicola ‘Ocean’s 8’. Protagonista di ‘Free State Of Jones’ Matthew McConaughey, letteralmente esploso dopo aver interpretato con grande senso della recitazione il serial TV ‘True Detective’ al fianco del ‘natural born killer’ Woody Harrelson. Da lì una carriera in grande ascesa coronata dai successi di ‘La Foresta dei Sogni’ sino al recente ‘La Torre Nera’, trasposizione su grande schermo del romanzo del re dell’horror Stphen King. Al suo fianco in ‘Free State Of Jones’ la brava Gugu Mbatha-Raw, un’attrice in ascesa nello star system hollywoodiano, Kery Russel, amata per la serie Tv ‘Felicity’, Mahershala Ali, attore afro-americano premio Oscar come miglior attore non protagonista con il lungometraggio ‘Moonlight’. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

FREE STATE OF JONES, LA TRAMA DEL FILM STORICO

Nel Mississipi di metà ‘800, il colono Newton Knight (Matthew McConaughey), personaggio davvero esistito e protagonista del lungo cammino americano verso l’emancipazione dei diritti civili degli afro-americani nell’America degli stati del sud, sopravvive alla sangunosa battaglia di Corinth del 1862, ma diserta in seguito alla morte del nipote sul campo. Knight era aiuto medico nelle retrovie ma, stanco di assistere alla morte di tanti connazionali, diserta per tornare alla sua fattoria ed occuparsi dei suoi campi. In una situazione di grande precarietà famigliare, la moglie e il figlio abbandonano Newton il quale, ora, solo e braccato per diserzione, disilluso dai suoi connazionali, feroci e ingiusti nel razziare i campi dei poveri contadini e commettere illeciti senza orgoglio e moralità, si da alla macchia nelle paludi del Mississipi assieme ad un gruppo di schiavi fuggitivi organizzati da Moses Washington (Mahershala Ali), i quali danno a Nwton protezione e consigli su come vivere all’addiaccio nelle paludi infestate di serpenti, alligatori, zanzare. In questo difficile contesto Newton inizia a porsi delle domande sulla condizione degli afro americani e sulla schiavitù e, giorno dopo giorno, la sua opera al loro fianco diverrà anche lotta armata nei confronti del nascente KKK, il famigerato Ku Klux Klan simbolo dell’odio razziale dei bianchi nei confronti degli afro americani. Tale odio porterà alla morte proprio Moses, divenuto nel frattempo grande amico di Newton, che in seguito subirà anche l’onta di un processo per avere sposato una donna di colore. Newton però va sino in fondo sfidando odio, ingiustizie, diritti a quell’epoca ancora vaghi ma già sulla via della definizione di un’America diversa senza discriminazioni sulla carta dei diritti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori