QUO VADO?/ Oggi su Canale 5: incassi strepitosi per il film con Checco Zalone (8 gennaio 2018)

- Cinzia Costa

Quo vado?, il film in onda su Canale 5 oggi, lunedì 8 gennaio 2018. Nel cast: Checco Zalone ed Elena Giovanardi, alla regia Gennaro Nunziante. La trama del film nel dettaglio.

quo_vadis
il film comico in prima serata su Canale 5

Interessante è anche andare a vedere il dato sugli incassi per il film di Checco Zalone Quo Vado? in onda stasera su Canale 5. Uscito il primo gennaio del 2016 è stato distruibito da Medusa Film in ben 1250 sale in tutto lo stivale. Il film detiene un record particolare e cioè quello del maggior incasso in Italia nelg giorno d’esordio, con ben 6.850.000 euro raccolti nelle prime ventiquattro ore di programmazione. Nel primo fine settimana gli incassi ammontavano addirittura a oltre i ventidue milioni di euro, superando nei numeri il film precedente dello stesso Checco Zalone ‘Sole a catinelle’. A oggi è il secondo film italiano della storia che ha registrato il più grande incasso, 52 milioni di euro. Il primo per trecentomila euro di differenza è Avatar, mentre dietro si vede staccato di 14 milioni proprio Sole a Catinelle. In sesta posizione troviamo Che bella giornata con 43 milioni. (agg. di Matteo Fantozzi)

REGIA DI GENNARO NUNZIANTE

Il film Quo Vado?, in onda su Canale 5, è stato diretto da Gennaro Nunziante che si è occupato della regia di tutti i film che vedono come protagonista Checco Zalone. Oltre a questo aveva diretto precedentemente e in ordine cronoogico Cado dalle nubi, Che bella giornata e Sole a catinelle. Gennaro Nunziante è nato a Bari il 30 ottobre del 1963 e ha iniziato la sua carriera come sceneggiatore di programmi al sud lavorando soprattutto su Telenorba con Teledurazzo, Il polpo, Extra Tv, Zero a Zero, Melensa e Infelice Natale. Il debutto però era arrivato nel 1992 tra Telebari e Antenna Sud con Filomena Coza Depurata. Di recente Gennaro Nunziante sulla scia di questi successi ha lavorato anche al film Il vegetale scritto con Fabio Rovazzi e che vede nel casta nche Luca Zingaretti e Barbara d’Urso. (agg. di Matteo Fantozzi)

COME SEGUIRE IL FILM IN DIRETTA STREAMING

Risate assicurate su Canale 5 con “Quo vado?”, l’ultimo film di Checco Zalone. Intervistato da Repubblica, il comico ha svelato di aver ambito anche lui ad avere il posto fisso: “Fino a dieci anni fa il posto fisso era la mia massima ispirazione: ho fatto anche un concorso per diventare vice ispettore di polizia, per fortuna mi hanno scartato”. Zalone ha poi spiegato che la scena che preferisce è quella in cui il suo personaggio vede in tv Al Bano e Romina Power che cantano insieme al Festival di Sanremo: “È la sequenza che preferisco. Quella scena l’abbiamo scritta un anno fa. Siamo andati a cena con Al Bano e Romina alla Pergola, noi eravamo in tuta e non ci volevano fare entrare. Lì ho provato una sana emozione italiana a vederli insieme anche se non si toccavano. E così mi è venuta l’idea di quella esibizione in Norvegia”. Il film, clicca qui per vedere il trailer, ha incassato complessivamente 65.295.389 euro. “Quo vado?” va in onda su Canale 5 a partire dalle 21.10 ma sarà possibile vederlo anche in streaming grazie al portale di Mediaset, sui propri dispositivi mobile cliccando qui.

LE ALTRE PROPOSTE DELLA SERATA

Stasera sulla rete ammiraglia di Casa Mediaset andrà in onda il film con Checco Zalone dal titolo “Quo Vado?”. Una prima TV che dovrà scontrarsi con la prima puntata di Romanzo Famigliare, fiction diretta da Francesca Archibugi in onda su Rai1 e interpretata da Vittoria Puccini. Quali saranno le altre proposte televisive della prima serata? Su Rai2, spazio per un nuovo appuntamento di Voyager, con Roberto Giacobbo e un nuovo approfondimento scientifico che sarà ancora al centro della puntata. Su Rai3 invece, Riccardo Iacona aprirà le danze di una nuova interessante puntata di PresaDiretta, a partire dalle 21.15 circa. Passando a Mediaset invece, sia su Rete4 che Italia 1, ci sarà spazio per delle pellicole. Nella morsa del ragno sarà la proposta televisiva del canale numero 4 mentre sulla rete giovane, vedrete Bastardi senza gloria. Film anche su LA7, TV8 e Nove con il film Amistad, Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato e 6 bullets. Tra le altre proposte, segnaliamo Sex and the city il film, in onda su Rai2 nella seconda serata (a partire dalle 23.40 circa). Checco Zalone avrà la meglio su tutti gli altri? Lo scopriremo domani mattina con gli ascolti TV. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

LE CURIOSITA’

Medusa Film e Taodue hanno firmato unite Quo Vado?, l’offerta del prime time di Canale 5 di oggi, 8 gennaio. Le critiche non sono mancate per un film da botteghino e con poche velleità benevoli da parte della critica specializzata. Zalone non riceverà forse mai, almeno non in questa fase di carriera, la benedizione della critica e dei premi importanti ma piace e diverte il pubblico e ‘Quo Vado?’, degno erede della commedia all’italiana d’autore, è il film ideale per trascorrere in famiglia una serata allegra e spensierata. Il successo dei produttori si esalta nel momento in cui uscirono i primi dati del botteghino: ‘Quo vado?’ è stato infatti, e lo è tutt’ora, il film che nel giorno d’uscita nelle sale ha ricevuto maggiori affluenze al pubblico in Italia con un incasso di ben 6.850.000 euro,superiore anche al mito fantasy ?Harry Potter E I Doni Della Morte – Parte 2′.

NEL CAST CHECCO ZALONE

Quo vado?, il film in onda su Canale 5 oggi, lunedì 8 gennaio 2018 alle ore 21.10. Una pellicola comica che vede l’interpretazione del cabarettista italiano Checco Zalone. Il film ha consacrato anche al cinema, dopo i precedenti ‘Cado Dalle Nubi’, ‘Che Bella Giornata’ e ‘Sole A Catinelle’, il comico barese, geograficamente erede di Lino Banfi per la stessa pungente ironia tipica della commedia all’italiana. Regista di ‘Quo Vado?’, ancora una volta dirigendo il Checco Zalone per il quarto film della carriera, il regista, pur’esso barese, Gennaro Nunziante, una delle nuove leve del cinema ‘mainstream’, erede dei fratelli Vanzina, pronto per le sale 2018 dirigendo questa volta il rapper Rovazzi. Accanto a Checco Zalone la bella Elena Giovanardi, già pratica della comicità surreale perché per alcuni episodi spalla della coppia Biggio/Mandelli ne ‘I Soliti Idioti’, ma impegnata anche nel teatro di qualità, anche brillante, estreggiandosi con classe tra piesse ironiche o grandi classici come nel ‘Simposio’ di Platone, rivisto in chiave moderna e teatrale. Presenti nel cast anche un altro reuccio della comicità barese, Maurizio Micheli, ma per una succosa ciliegina satirica, anche il padre di tutta la scuola pugliese, Lino Banfi, compare con una parte costruita su misura dalla produzione. Ma ecco la trama del film nel dettaglio.

QUO VADO?, LA TRAMA DEL FILM COMICO

Checco Zalone nella vita e nella trama, è un ragazzo come tanti, un ‘adultescente’ che non ne vuole sapere di crescere. Perennemente in casa con la madre, perennemente fidanzato e con poche velleità di matrimonio, perennemente alla ricerca del lavoro ideale, Checco trascorre la sua esistenza assumendosi ben poche responsabilità. Finalmente corona il suo sogno, il sogno di tanti italiani, ottenere un posto pubblico come impiegato nell’ufficio comunale Caccia e Pesca, il classico lavoro ambito dalla grande percentuale del Belpaese, il lavoro che porta sino alla pensione con poche velleità di carriera ma anche pochi impegni se non di routine. Sino al giorno in cui il governo nazionale vara una legge sul risparmio del personale nei posti pubblici e da quel momento tutto cambia, anche per Checco, sono annunciati molti tagli sul personale, soprattutto tra i neo-assunti. Viene così convocato dalla dirigente ministeriale, la dottoressa Sironi (Sonia Bergamasco), la quale mette di fronte Zalone ad una scelta, rischiare il licenziamento per esubero o accettare anche l’eventuale trasferimento accettando la mobilità professionale, una situazione specchio dell’italia di oggi. Ma la dottoressa Sironi vorrebbe spingere ad auto-licenziarsi Checco Zalone il quale, su consiglio di un amico politico, il senatore Binetto (Lino Banfi), viene consigliato di resistere a tutto ed ambientarsi ovunque. Zalone obbedisce e la dottoressa Sironi si ritrova una bella gatta da pelare. Da quel momento affronterà la tenacia della burocrazia ed altre avventure figlie di un’Italia comica e surreale, una sorta di acrobazia tra le leggi e le riforme e la sua vita, che lui vorrebbe tornasse com’era prima, tranquilla e con poche responsabilità. Ma accade anche altro e l’altro segnerà Zalone …

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori