DEBORA VILLA/ “L’improvvisazione è una questione di attitudine” (Stasera tutto è possibile)

- Francesca Pasquale

Stasera tutto è possibile in onda su Rai 2 per una puntata imperdibile. Tra i protagonisti Debora Villa, l’attrice italiana che ha iniziato il nuovo anno con una lunga carrellata di impegni.

Da questa sera, martedì 9 gennaio, parte la prima delle dieci puntate del gioco di Rai 2, Stasera tutto è possibile. Amadeus, insieme a numerosi ospiti tra i quali anche la popolare attrice e comica italiana Debora Villa, è pronto a far divertire il pubblico. I protagonisti di questa puntata dovranno esibirsi in prove talora buffe e divertenti come il gioco de La stanza inclinata in cui dovranno cercare di rimanere in equilibrio all’interno di una stanza che ha una pendenza di 22,5° improvvisando anche una serie di sketch. Per Debora Villa un gioco da ragazzi, vista la sua esperienza a numerose sitcom italiane come Camera Café dove interpretava il ruolo di Patti, una segretaria archivista presa di mira da tutti i colleghi, poi nella sitcom con Alessia Marcuzzi, Così fan tutte ed infine nel cast di Zelig.

Per Debora Villa, esperienze però anche come conduttrice come nel programma satirico Glob – L’osceno del villaggio che ha co-condotto con Enrico Bertolino e successivamente nel programma di seconda serata di Rai 3 Lilit – In un mondo migliore. Numerose partecipazioni anche ad alcune fiction televisive di successo come Benvenuti a tavola – Nord vs Sud e nella sesta stagione de I Cesaroni. Un innato talento mostrato anche sul grande schermo come nel film Il cosmo sul comò, Tutta colpa della musica e Matrimonio al sud.

DEBORA VILLA: “IL 2017, UN ANNO DI SEMINA. ORA È TEMPO DI RACCOGLIERE I FRUTTI”

In una recente intervista a Il Giorno, Debora Villa ha parlato dei suoi impegni imminenti che la vedono dividersi su più fronti. Dal 12 al 14 gennaio sarà a Zelig con il Sogno di una notte di mezza età, il 24 gennaio invece fa il suo debutto al Piccolo con lo spettacolo Matilde di Renato Sarti in un ruolo drammatico. Queste le sue parole a riguardo: “In Matilde di Renato Sarti affiancherò due attrici straordinarie come Maddalena Crippa e Rossana Mola. È una raccolta di testimonianze femminili durante la guerra, un lavoro emotivamente molto intenso e una bella sfida. Io sono una comica e la gente è abituata a vedermi in un certo modo. Ma da qualche tempo mi rendo conto che ho iniziato a cambiare, anche se magari in sordina, nei miei laboratori.

Circa la sua capacità di improvvisare, la popolare attrice ammette: “Spesso mi muovo a braccio. Credo che l’improvvisazione sia una questione di attitudine, o ce l’hai o non ce l’hai. E poi ci vuole un grande maestro come Paolo Rossi, di cui mi considero allieva. Per quel poco che ho potuto ho cercato di carpirne i segreti”. Del 2017 appena chiuso dice: “Sono contenta che sia finito. È stato un anno di semina, tanta fatica e pochi frutti. Ora spero di raccogliere, dopo un periodo in cui mi sono persa via, non sapevo cosa fare bene della mia vita. Ma ovviamente non mi aspetto che il raccolto cada improvvisamente dal cielo. So che c’è da lavorare. Sono pur sempre una lombarda sgobbona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori