Payback – La rivincita di Porter/ Oggi su Rete 4: curiosità sul film con Mel Gibson (9 gennaio 2018)

- Cinzia Costa

Payback – La rivincita di Porter, il film in onda su Rete 4 oggi, martedì 9 gennaio 2018. Nel cast: Mel Gibson, Gregg Henry, Maria Bello e David Paymer. La trama del film nel dettaglio.

payback_la_rivincita_di_porter
il film d'azione in seconda serata su Iris

Una pellicola drammatica e thriller, Payback – La rivincita di Porter, che è stata realizzata nel 1999 negli Stati Uniti d’America e vede alla regia Brian Helgeland che si basa sul soggetto tratto dal romanzo di Donald E. Westlake. Il montaggio del film è stato realizzato da Kevin Stitt con gli effetti speciali di Bob Stoker e con le musiche della colonna sonora che sono state scritte da Chris Boardman mentre la scenografia è stata ideata da Troy Sizemore. La pellicola è nata negli Stati Uniti d’America e la sua durata è pari a 100 minuti circa. Il romanzo era già stato adattato sullo schermo negli anni Sessanta in un altro film noir, ovvero Senza un attimo di tregua (Point Blank) di John Boorman. Il nome del protagonista varia in ogni versione, nel romanzo si chiama Parker, mentre nella versione precedente è conosciuto come Walker. Nel 2006, il regista ha presentato sul mercato delle parti tagliate che presentano una differenza sostanziale con la versione finale, dato che era stata giudicata troppo cupa. Si è deciso perciò di tornare a girare il 30% delle scene con l’aiuto del designer John Myhre con l’intenzione di rendere il personaggio di Porter più accessibile al pubblico. Ad ogni modo, la critica ha recepito il film in maniera piuttosto varia, ma in generale le azioni del protagonista sono considerate prevedibili. Secondo alcuni, è Mel Gibson la chiave di tutto e proprio grazie a lui la trama alla fine funziona bene.

MEL GIBSON NEL CAST

Il film Payback – La rivincita di Porter va in onda su Rete 4 oggi, martedì 9 gennaio 2018, alle ore 23.40. Una pellicola noir che è stata scritta e diretta da Brian Helgeland, del quale ne segna anche il debutto come regista. Il regista probabilmente è più conosciuto per aver vinto l’Oscar come Miglior Sceneggiatura per L.A. Confidential (1997). Tra gli attori di Payback invece, è doveroso citare la presenza di Mel Gibson, Gregg Henry, Maria Bello e David Paymer. In particolare, la Bello, è stata scelta tra le audizioni del film Superman che stregarono il regista. Il film risale al 1999 e la trama si basa sul romanzo Anonima carogne (The Hunter) di Donald E. Westlake. Tra le curiosità della produzione c’è da sottolineare che nel girare il film è stato utilizzato il cosiddetto bleach bypass, così come tinte tenui di rosso, marrone e grigio per i costumi, il set e le automobili per intensificarne l’effetto. Secondo Mel Gibson, girarlo in bianco e nero avrebbe probablemente aggiunto mistero alla trama. Ma scopriamo insieme la trama del film nel dettaglio.

PAYBACK – LA RIVINCITA DI PORTER, LA TRAMA DEL FILM

Dopo un recupero di cinque mesi a seguito di un’imboscata, Porter è pronto per la sua rivincita. Inizia così a rintracciare vari personaggi più o meno raccomandabili. Primo fra tutti, il gangster Val Resnick (Gregg Henry), suo ex collega, e Lynn (Deborah Unger), sua moglie ex eroinomane. Entrambi hanno tradito Porter a favore di una truffa alla mafia cinese locale. Sono infatti stati loro a sparargli e a lasciarlo in fin di vita, ma dopo aver trovato e confrontato la moglie, questa viene trovata morta per overdose. Porter decide così di aiutare una giovane ragazza, Rosie, nel giro di una potente organizzazione criminale conosciuta come Outfit, e per avvicinarsi a Val dovrà aver a che far con vari brutti ceffi. Con l’aiuto di Rosie, il protagonista riuscità ad avere la sua rivincita personale e lavorativa, mettendo false prove qua e là per incastrare chi lo aveva in precedenza ingannato e rapendo il figlio di un membro dell’organizzazione criminale. Purtroppo però, Porter viene preso dagli uomini dell’Outfit e rinchiuso in un magazzino, picchiato e torturato. Trasportato in un appartamento segreto, i criminali restano vittima dei loro stessi stratagemmi. Porter e Rosie possono scappare in Canada con i soldi della truffa per iniziare una nuova vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori