Julieta/ Su Rete 4 il film con Emma Suárez (oggi, 10 ottobre 2018)

- Cinzia Costa

Julieta, il film drammatico in onda su Rete 4 oggi, mercoledì 10 ottobre 2018. Nel cast: Emma Suárez e Adriana Ugarte, alla regia Pedro Almodovar. La trama del film nel dettaglio.

JULIETA_FILM_2016
Julieta, in seconda serata su Rete 4

CURIOSITÀ SULLA PELLICOLA 

Julieta è una pellicola spagnola del 2016 diretta da Pedro Almodovar e richiesta per la messa in onda su Rete 4 nella seconda serata di questa sera. Il soggetto è stato tratto da uno dei racconti di Alice Munro mentre la sceneggiatura è stata curata dallo stesso regista, il montaggio è stato eseguita da Josè Salcedo e le musiche sono state composte da Alberto Iglesias. Almodovar ha mutato il suo stile negli anni, pur non perdendo al sua identità, i concept espressi dalla sua cinematografia essenziale. Lo ricordiamo giovane ed esordiente, ma fu già successo, ‘Pepi, Luci, Bom e le altre ragazze del mucchio’ del 1980 per poi scalare le classifiche mondiali del cinema di qualità, bissando più e più volte il successo con film come ‘Donne sull’orlo di una crisi di nervi’ del 1988, ‘Il fiore del mio segreto’ del 1995, ‘Volver’ del 2006, sino a ‘Julieta’, ultima pellicola in ordine cronologico diretta da Pedro Almodovar. Cinema vero quello di Almodovar, spagnolo sinché lo si vuole ma cinema ricco di tematiche esistenziali tipiche della società occidentale anche se rivisti sotto aspetti melodrammatici in chiave iberica. Il film, come tutti quelli del regista, ha più o meno messo d’accordo pubblico e critica e le candidature tra Palma d’Oro, Premio Goya o European Film Awards si sono sprecate, come è giusto che sia di fronte all’ennesimo capolavoro del Maestro.

NEL CAST EMMA SUAREZ

Drammatico ma con quel pizzico di sentimentalismo iberico tipico del suo regista, il film trasmesso alle ore 23,30 di questo mercoledì 10 ottobre 2018 da Rete 4, il ciclo è il solito notturno de ‘I bellissimi’, è Julieta, pellicola del 2016 sceneggiato e diretto da Pedro Almodovar. La tipicità del regista è indiscutibile, una drammaticità a volte esasperata, a tratti cinica, vista quasi sempre con occhi femminili di un universo rosa estremo e solitario, difficilmente in sintonia con la controparte maschile, donne esasperate e ricche di contraddizioni, ma sempre piene della propria femminilità, maternità, essenza energetica. La protagonista è Emma Suárez, nel ruolo di Julieta adulta, un’attrice nata a Madrid che mai aveva sin’ora lavorato epr Almodovar e la sfida con ‘Julieta’ è stata altissima per la difficoltà della parte e la sottile drammaticità del personaggio. Per gli appassionati del cinema iberico Emma Suárez la ricordiamo in ‘Il cane dell’ortolano’ di Pilar Mirò oppure in ‘La mosquitera’ con la regia di Agustí Vila, una pellicola del 2010. Julieta giovane è invece Adriana Ugarte, tanto bella quanto brava, giovane interprete del cinema iberico, anch’essa nativa di Madrid come tanti attori del cinema Almodovar, una ragazza dotata di carattere (come potrebbe recitare in un film del Maestro iberico altrimenti?) e classe. Le musiche sono invece composte dal musicista Alberto Iglesias, da sempre al fianco di Pedro Almodovar, nessuna parentela con gli Iglesias del pop ma tanta sensibilità negli spartiti. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

JULIETA, LA TRAMA DEL FILM

Julieta non ha da tanti anni notizie della figlia, Antía, un tormento che la rende malinconica, la pone di fronte allo specchio dei sentimenti e dei sensi di colpa, non le concede quella quiete interiore che giunta alla sua età, l’età di mezzo, quando si tirano le somme e si compongono i bilanci esistenziali, meriterebbe. Incontra Beatriz, quasi per caso, amica d’infanzia della figlia Antía, proprio mentre assieme al nuovo compagno sta per partire da Madrid verso il Portogallo. In quel momento si apre lo scrigno dei ricordi, zeppo di malinconie e di domande, inizia così il flashback esistenziale di Julieta che ripercorre la sua vita, accanto all’amato Xoan, un pescatore che da una notte di passione inizia una vita a sorpresa di convivenza e amore, sentimenti da cui nacque proprio la figlia. Xoan muore, Julieta e la figlia cresceranno nel ricordo di un uomo fantastico, ma sono due creature fragili e la storia racconterà proprio il rapporto bellissimo ma complicato tra la madre e la ragazza, sino al giorno in cui lei, senza dire quasi nulla, lasciò tutto per vivere in una comune in grado di mantenere l’anonimato dei propri ospiti se maggiorenni. Julieta è tormentata ma una lettera …

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori