Andrea Cardella, il figlio di Carlo e Marina Ripa di Meana/ “Non ho uno stipendio, vivo con…”

- Stella Dibenedetto

Andrea Cardella, il figlio di Carlo e Marina Ripa di Meana, ricorda i genitori adottini a Vieni da me spiegando a Caterina Balivo come vive, economicamente, oggi.

andreacardella
Andrea Cardella

Andrea Cardella ricorda Marina Ripa di Meana a Vieni da me. Nel salotto di Caterina Balivo, il figlio adottivo di Carlo Ripa di Meana racconta le ultime settimane vissute accanto a Marina. Dopo aver vissuto per anni accanto alla coppia, Andrea ascolta le parole di Giampiero Mughini: “Andrea è stato il collante della coppia, miei amici carissimi di cui è difficile dire chi sia stato il più squinternato”. Andrea conferma le parole di Mughini aggiungendo: “Molte volte hanno cercato di divorziare e io li ho tenuti uniti. Un episodio particolare è accaduto quando Carlo diede le dimissioni dal Governo Amato e lei reagì annunciando il divorzio che, poi, non è mai arrivato”. Andrea, poi, sposta l’argomento sul rapporto con Lucrezia, figlia di Marina Ripa di Meana: “Io e Lucrezia siamo andati sempre d’accordo” – ricorda Cardella che poi svela la reazione di Lucrezia quando Marina decise di adottarlo – “Marina, però, glielo fece dire dal suo avvocato che la chiamò per farle firmare alcuni documenti. Lei, a quel punto, disse di no perché non era d’accordo con quello che voleva fare Marina, ma non aveva nulla contro di mei. Io sono infatti figlio di Carlo e Marina diede il consenso come sua moglie”. Caterina Balivo, poi, legge una lettera che Carlo scrisse alla moglie: “Cara Marina, io avrei voluto avere un figlio con te. Ti conosco da 36 anni e oggi quel figlio avrebbe avuto 30 anni. Purtroppo non abbiamo avuto questa fortuna, ma riparleremo di questo figlio virtuale”, sono le parole dette da Carlo a Marina Ripa di Meana. “Credo che da quella lettera sia venuta fuori la voglia di adottarmi”, ha spiegato Andrea.

LE DIFFICOLTA’ ECONOMICHE DI ANDREA CARDELLA

Com’è la vita oggi di Andrea Cardella? Il figlio di Carlo Ripa di Meana conferma le sue difficoltà economiche. “Da marzo non percepisco nessuno stipendio e sto vivendo con quello messo da parte in questi anni” . spiega Andrea – “Loro avevano uno stile di vita molto costoso. Non avevano una casa perché abitavano in un appartamento in affitto e venendo da una famiglia umile accetterei qualsiasi lavoro”. “Come vivi oggi?”, chiede la Balivo. “Sto facendo alcune cose. Ho organizzato la festa per celebrare la carriera di Sandra Milo e poi sto organizzando una mostra dedicata a Marina Ripa di Meana”, continua Andrea che assicura di aver accettato l’adozione da parte di Carlo Ripa di Meana non pensando al futuro e al tornaconto economico. Infine, Carlo ricorda le ultime ore vissute accanto a Marina: “Dopo la siringa, mi chiamò e mi chiese perché non succedeva nulla. Io le dissi che ci voleva del tempo e così mi fece sedere al suo fianco, mi diede la mano e io restai al suo fianco fino a quando non si addormentò”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori