BENVENUTI AL SUD, CANALE 5/ Streaming video del film con Alessandro Siani (oggi, 17 ottobre 2018)

- Cinzia Costa

Benvenuti al Sud, il film commedia in onda su Canale 5 oggi, mercoledì 17 ottobre 2018. Nel cast: Claudio Bisio e Alessandro Siani, alla regia Luca Miniero. La trama del film nel dettaglio.

benvenuti_al_sud_film
Benvenuti al Sud, una scena del film

“Benvenuti al Sud” di Luca Miniero ha diviso la critica: “È il rifacimento di una commedia francese, ‘Giù al Nord’, realizzato con meno incisività, meno ritmo e meno divertimento. Claudio Bisio, circondato da ottimi caratteristi, sarebbe perfetto se il film avesse maggiore energia e forza comica”, ha scritto Lietta Tornabuoni, su La Stampa. Invece Maurizio Cabona ha preferito il film italiano all’originale: “Meglio copiare bene che esser originali male. Lo conferma ‘Benvenuti al sud’ (…) Come in ‘Giù al nord’, la prima parte è la migliore”. E ancora: “Ecco un caso in cui il remake è meglio dell’originale. ‘Benvenuti al Sud’ di Luca Miniero è il rifacimento del francese ‘Giù al Nord’, ed è più gradevole del suo predecessore. (…) Una favoletta lieve e consolatoria in un momento in cui le tensioni Nord-Sud stanno diventando intollerabili”, ha commentato Paola Casella, sul Sole 24 ore. Il film “Benvenuti al Sud”, clicca qui per vedere il trailer, andrà in onda su Canale 5 a partire dalle 21.25 ma sarà possibile vederlo anche in streaming grazie al portale di Mediaset, sui propri dispositivi mobile cliccando qui.

CURIOSITÀ SULLA PRODUZIONE DEL FILM 

La pellicola Benvenuti al Sud è stata diretta da Luca Miniero e la sceneggiatura scritta da Massimo Gaudioso mentre il soggetto è stato tratto da un film francese dal titolo Giù al Nord. La produzione della pellicola è stata firmata da Dany Boon e Riccardo Tozzi mentre il montaggio è stato realizzato da Valentina Mariani e le musiche sono state composte da Umberto Scipione e la scenografia ideata da Paola Comencini. Miniero debuttò nel 2002 con ‘Incantesimo napoletano’, un debutto dorato considerando che la protagonista della sua pellicola fu la grande attrice napoletana Marina Confalone, una delle ultime espressone della Napoli comica d’antan, per lei tanto teatro e cinema di qualità. Da quel debutto il regista ha collezionato diverse opportunità espresse attraverso un cinema di parte, ma coerente, come in ‘La scuola più bella del mondo’, dal ricco cast e la capacità di parlare dei problemi sociali, in questo caso una scuola in difficoltà finanziaria, con leggerezza ma senza trascendere dallo scopo di mostrare una realtà estesa in molti ambiti della società del sud contemporaneo. Il film non è ovviamente simile a ‘Giù al nord’ ma lo scopo è quello, unire il paese attraverso lo svolgimento della propria professione là dove nascono i pregiudizi e lo scopo degli sceneggiatori è stato ampiamente raggiunto con una pellicola divertente e leggera ma focalizzata sul suo scopo. La regia, il cast di ottima qualità, l’argomento trattato, hanno reso onore al botteghino a ‘Benvenuti al sud’ il quale ha raccolto ben 29.868.000 euro, settimo film italiano per incassi di tutti i tempi, pellicola che ha ben figurato anche nei premi per il cinema italiano sia ai David di Donatello (un David come migliore attrice non protagonista a Valentina Lodovini e diverse nomination), sia ai Nastri d’Argento come in altri Award.

NEL CAST ANCHE ALESSANDRO SIANI

Questa sera, mercoledì 17 ottobre, Canale 5 propone alle 21,20 il film Benvenuti al Sud, una produzione Medusa Film assieme alla Cattleya ed alla sponsorizzazione culturale del Film Commission Regione Campania in collaborazione con Constantin Film e Sky, una sinergia ampia la quale investì molto su questo film ispirato liberamente al divertente ‘Giù al Nord’, pellicola francese che, nonostante la differenza non percepibile nella traduzione italiana, giocava proprio sulle diversità dialettali tra un francese del sud, marsigliese, trasferito per lavoro nel Pas de Calais, la punta più settentrionale della Francia. ‘Benvenuti al sud’ più o meno racconta una storia di quel tipo, un’emigrazione da parte di un dipendente pubblico lombardo trapiantato al sud, da questo spunto immaginate le differenze culturali giocate attraverso esilaranti gag da parte del cast. Regista della pellicola il partenopeo Luca Miniero il quale due anni dopo diresse anche ‘Benvenuti al Nord’, lo speculo opposto, l’altra faccia della medaglia. Nel cast di ‘Benvenuti al sud’, protagonista principale è Claudio Bisio, quel ‘simpatico umorista’, così si definiva ironicamente durante le conduzioni di Zelig, che assieme al regista Gabriele Salvatores ed agli amici/colleghi storici, il cast di ‘Mediterraneo’, proprio con quel film portò in bacheca un Oscar che rimarrà nella storia del cinema italiano. La controparte napoletana di Bisio è il comico Alessandro Siani, una delle migliori espressioni della Napoli comica moderna. Ma vediamo adesso nel dettaglio la trama del film.

BENVENUTI AL SUD, LA TRAMA DEL FILM

Dalla Brianza a Milano, questa è la volontà del direttore di filiale di un ufficio postale, Alberto Colombo, un piccolo trasferimento indolore per scalare le gerarchie dell’amministrazione pubblica e rimanere nella sua città natale. Ma il caro Alberto Colombo lavora per conto dell’amministrazione pubblica italiana, motivo per il quale viene trasferito a Castellabate, nel Cilento della Provincia di Salerno. Colpa solo sua però in questo caso, siccome un collega con handicap evidenti lo superò in graduatoria per quel posto da direttore di filiale a Milano, Colombo si finse paraplegico puntando ad avere i punti in più di diritto per coloro che durante un concorso certificassero un grave handicap, ma l’inganno venne scoperto e la punizione fu esemplare, il sud, il trasferimento immediato, unica alternativa al licenziamento ma pur sempre punizione esemplare, prendere o lasciare. Alberto Colombo prende e inizia la sua avventura professionale in Campania, scettico e prevenuto ma lentamente coinvolto nel clima più rilassato del paesello, lottando con i suoi pregiudizi che dalla Lombardia immaginavano una società tutta camorra, corruzione, strade intasate dai rifiuti, scoprendo invece una realtà che giorno dopo giorno lo conquista abbattendo ogni pregiudizio, uno ad uno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori