GLI ULTIMI SARANNO ULTIMI, RAI 3/ Streaming video del film di Massimiliano Bruno (oggi, 19 ottobre 2018)

- Cinzia Costa

Gli ultimi saranno ultimi, il film drammatico in onda su Rai 3 oggi, venerdì 19 ottobre 2018. Nel cast: Paola Cortellesi, Alessandro Gassmann e Fabrizio Bentivoglio. Il dettaglio.

gli_ultimi_saranno_ultimi_film
Il film in prima serata su Rai 1

Alessandro Gassman è Stefano in “Gli ultimi saranno gli ultimi” di Massimiliano Bruno. Intervistato da Vanity Fair, l’attore ha parlato del suo personaggio: “Stefano è un tipo divertente ma molto superficiale. Credo sia una tipologia maschile diffusa, e che io reputo molto pericolosa: sono quelli come Stefano che non fanno passare la crisi di questo Paese, sono degli intrattenitori. Li riconosco nella gente comune, ma anche nella politica”. Poi Gassman ha spiegato chi sono per lui gli ultimi: “I meno rappresentati, quelli che hanno meno voce in capitolo ma devono accettare tutto. Però a tutto questo c’è un limite. E nel film raccontiamo il momento in cui questo limite scatta, nella protagonista. Una donna in gravidanza che perde il suo lavoro a termine e reagisce commettendo uno sbaglio, per stanchezza”. Ricordiamo che il film “Gli ultimi saranno ultimi”, clicca qui per vedere il trailer, andrà in onda su Rai 3 a partire delle 21.15 ma sarà possibile vederlo anche sintonizzando i propri dispositivi mobile a Rai Play, cliccando qui.

CURIOSITÀ SUL FILM

Per la prima serata di oggi, venerdì 19 ottobre 2018, il canale televisivo Rai 3, propone al pubblico di casa la messa in onda del film drammatico del 2015 prodotto in Italia dal titolo Gli ultimi saranno gli ultimi, diretto da Massimiliano Bruno che si  occupato anche del soggetto e della sceneggiatura con  Paola Cortellesi e Furio Andreotti mentre la produzione è stata a cura di Fulvio Lucisano e Federica Lucisano. Le case cinematografiche che hanno reso possibile la realizzazione del film sono state Italian International Film, Lucisano Media Group e Rai Cinema con il contributo del MiBACT in collaborazione con Banca popolare di Sondrio, la distribuzione in Italia invece, è stata eseguita dalla 01 Distribution. La direzione della fotografia è stata affidata a Alessandro Pesci, il montaggio è stato realizzato da Luciana Pandolfelli e le musiche della colonna sonora sono state composte da Maurizio Filardo. Gli incassi al botteghino hanno sfiorato i due milioni e mezzo di euro.  Per la sua ottima interpretazione nel 2016 Paola Cortellesi ha meritato una nomination al David di Donatello e al Nastro d’argento come “migliore attrice protagonista”. Lo stesso dicasi per Fabrizio Bentivoglio ma relativo alla categoria “migliore attore non protagonista”.

NEL CAST ALESSANDRO GASSMANN

Gli ultimi saranno ultimi è il film in programmazione su Rai 3 alle ore 21.15 di questo venerdì 19 ottobre 2018. La pellicola è di genere drammatico ed è stata diretta nel 2015 dal regista romano Massimiliano Bruno. Si tratta della trasposizione cinematografica di uno spettacolo teatrale e la protagonista indiscussa è la brava attrice Paola Cortellesi. Al film hanno lavorato anche Alessandro Gassmann e Fabrizio Bentivoglio. Ma vediamo insieme la trama del film nel dettaglio.

GLI ULTIMI SARANNO GLI ULTIMI, LA TRAMA DEL FILM

La storia è ambientata ad Anguillara, una piccola cittadina della provincia di Roma. Luciana Colazzi è una giovane donna, impiegata presso una piccola azienda tessile dove lavorano anche i suoi amici. Luciana è fidanzata con Stefano, un giovane di professione meccanico che lavora anche nel settore commerciale. La vita ad Anguillara scorre tranquilla, le giornate sono tutte uguali e le occasioni di divertimento sono veramente poche. Così come in tutte le piccole realtà cittadine, non mancano i pettegolezzi e le piccole battaglie quotidiane. Pur vivendo in una zona di campagna, Luciana e i suoi concittadini devono fare i conti con i cambiamenti che inevitabilmente apporta il progresso. Proprio nelle immediate vicinanze di Anguillara sono state impiantate nuove antenne e le radiazioni che ne derivano hanno creato una situazione alquanto insolita. I paesani si accorgono che tutti gli oggetti di metallo presenti nelle abitazioni sono in grado di trasmettere i programmi in onda su Radio Vaticana. Proprio in quei giorni in paese arriva un nuovo agente di polizia, si tratta di Antonio Zanzotto, un uomo molto riservato proveniente dalla regione Veneto e trasferito nel Lazio a causa di un incidente in cui era rimasto coinvolto insieme ad un collega. Quando Luciana si accorge di essere incinta le cose si complicano. La notizia della sua gravidanza arriva all’orecchio del direttore della fabbrica, grazie ad una collega che ha il vizio di non farsi i fatti suoi. La sua condizione di donna incinta le preclude la possibilità di continuare a lavorare, infatti non le rinnovano il contratto. L’attività commerciale del suo fidanzato Stefano non va per niente bene e sono mesi che il giovane non lavora. Nel frattempo il povero Zanzotto è messo alla berlina dai suoi colleghi, tutto a causa di un malinteso con una transessuale che credeva donna e della quale si era invaghito. Antonio vive male questa situazione in paese e sta pensando di scappare. Intanto Luciana, su proposta di un’amica, accetta di fare la cameriera per un servizio di catering. La determinazione di Luciana non basta a migliorare le cose, Stefano colleziona una serie di fallimenti a livello lavorativi e per questo motivo cade in depressione. In occasione della festa medievale che ogni anno si svolge nel paese, Luciana discute animatamente con Stefano, poi scopre che dopo la lite il fidanzato è andato a trovare conforto da un’amica. Furiosa, Luciana decide di andare dal direttore della fabbrica per tentare a tutti costi di riavere il suo vecchio lavoro. Si procura una pistola, poi si presenta nell’ufficio del capo e gli punta l’arma, proprio mentre sta minacciando il direttore, la giovane si accorge che si sono rotte le acque. Parte un colpo di pistola, lo scoppio viene sentito da Antonio che si aggirava nei dintorni della fabbrica, il poliziotto si precipita sul posto e spara, colpendo Luciana che si accascia sul pavimento. Dopo questo intervento infelice, la freddezza dei colleghi diventa insopportabile e Zanzotto decide di lasciare l’arma. Intanto Luciana ha messo al mondo il suo bambino, accanto a lei c’è Stefano che è corso subito da lei. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori