STEFANO D’ORAZIO/ Un anno con la moglie Tiziana Giardoni: “Eppure non volevo sposarmi” (S’è fatta notte)

- Rossella Pastore

Stefano D’Orazio racconta il matrimonio a S’è fatta notte. La vita da sposo lo soddisfa abbastanza, e Tiziana è una moglie eccellente. Dalle nozze ha tratto anche un libro.

stefano_dorazio_2018
Stefano D'Orazio a S'è fatta notte

Stefano D’Orazio, scapolo d’oro della musica italiana, ha perso quel titolo acquisito con tanto sforzo. Il matrimonio è sempre stato suo fedele rivale: la storia la conosicamo più o meno tutti. Il 12 settembre di un anno fa ha giurato amore eterno a Tiziana, sua compagna dal 2007. E come data ha scelto – non a caso – il giorno del suo sessantanovesimo compleanno. Oggi festeggia il primo anniversario di nozze: lo fa con un libro dal titolo Non mi sposerò mai, che presenta a S’è fatta notte. “Per tutta la vita ho continuato a dire no. Poi ho addirittura deciso di fare la proposta alla mia compagna in diretta tv. Sposarsi è molto più difficile di un brindisi, due spaghetti e tutti a casa”. Nel libro, il neosposo racconta passo passo le peripezie prematrimoniali. Dalla scelta della location alla prova dell’abito, il matrimonio è decisamente un’avventura complessa. Il suo vuol essere un manuale di consigli per “organizzare il matrimonio perfetto senza avere alcuna voglia di sposarsi”.

Stefano D’Orazio, “nessuna reunion” coi Pooh

E lui, in effetti, proprio non voleva. La tentazione di dire “no” è stata forte fino all’ultimo. Ma qui Tiziana c’entra poco: è proprio un’ostilità naturale nei confronti del vincolo, per l’ex Pooh che è un “uomo solo” per definizione. Anche Barbara D’Urso ci ha messo lo zampino: “Mi aveva giurato che sarebbe stata puntuale, invece per esigenze televisive ha fatto tardi: io aspettavo all’altare e Tiziana ancora prima di aver detto sì stava già avviando le pratiche di divorzio”. Al Messaggero racconta tutto per filo e per segno. La scrittura gli piace, e non si escludono nuovi progetti editoriali. Nessuna possibilità di riunire la band: “Da quando ero ragazzo ho sempre fatto il membro dei Pooh, voglio vedere cos’altro c’è al mondo. Una nuova reunion? Semmai tra 20 anni, ma speriamo che madre natura ci consenta di non arrivarci”.

“Zitello” per settant’anni

Quello del gruppo è ormai un argomento tabù. Nella vita privata, a quanto pare, l’hanno ampiamente condizionato. “Mi dicevano di mettere la testa a posto”, racconta Stefano a Storie italiane. Lui, forse per reazione, ha sempre fatto il contrario. “Io sono stato onorevolmente zitello per settant’anni e sono andato avanti con questo mantra, ma Tiziana è stata bravina: ogni sera mi faceva sempre dei riferimenti a qualcosa che aveva a che fare con il matrimonio”. Ottima tattica: la proposta è arrivata dopo poco. Al di là delle battute, è stato un momento fantastico. Anche il rapporto di coppia è idilliaco, e la ricetta segreta è quella dell’ironia: “Ridiamo tanto, penso che questa sia la cosa migliore”. Tiziana conferma: “Credo che in una relazione saper sorridere di qualsiasi cosa sia fondamentale, la nostra si basa anche e soprattutto su questo. Stefano mi ha contagiata, sono diventata un po’ come lui”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori