NERO A METÀ, PRIMA PUNTATA/ Anticipazioni 26 e 19 novembre: una giovane morta in una valigia

- Hedda Hopper

Nero a metà, anticipazioni puntate 26 e 19 novembre: una giovane dell’est trovata morta all’interno di una valigia. Carlo Guerrieri scoprirà chi l’ha uccisa?

claudio amendola nero a metà 2018 640x300
Fortunato Cerlino e gli altri protagonisti di Nero a metà

L’appuntamento con “Nero a metà” torna in televisione puntuale tra una settimana con la seconda puntata, quando sarà il 26 novembre 2018. Al centro del caso del prossimo episodio ci sarà una giovane donna dell’est trovata senza vita all’interno di una valigia nel deposito bagagli dell’aeroporto di Fiumicino a Roma. L’Ispettore Carlo Guerrieri (Claudio Amendola) con l’aiuto di sua figlia Alba dovrà cercare di capire cosa è accaduto e non solo chi è stato ad uccidere la giovane ragazza ma anche il perché e il motivo che ha portato a chiuderla all’interno di una valigia. Di certo continueranno gli scontri tra Guerrieri e Malik Soprani che non si sono ancora trovati fin da quando si sono conosciuti. Arriverà poi anche un nuovo personaggio e cioè Cristina, la compagna di Carlo che vive con lui una relazione nascosta ad Alba. (agg. di Matteo Fantozzi)

UN UOMO MORTO DENTRO UN FURGONE FRIGO

Tra i misteri della prima puntata di “Nero a metà” c’è quella legata al caso di un uomo ritrovato senza vita all’interno di un furgone frigo. A questo caso collaborerà anche Alba, la figlia dell’Ispettore Carlo Guerrieri (Claudio Amendola), che è un medico legale molto preparato spesso chiamato a rapportarsi proprio con la polizia. Il caso è molto complesso e presto ci saranno anche degli ulteriori problemi per l’ingresso nella serie di Malik Soprani vice ispettore di colore appena uscito dall’Accademia. Fin da subito questo vivrà un rapporto complicato con Guerrieri senza riuscire a vivere le cose di comune accordo. Nonostante questo i due devono collaborare e cercare di fare le cose insieme di comune accordo. Si ritroveranno a dover trattare con una comunità di immigrati clandestini, una realtà davvero difficile da accettare e che potrebbe metterli in serio pericolo. Riusciranno ad aiutarsi l’un l’altro? (agg. di Matteo Fantozzi)

IL RAPPORTO TRA CARLO E ALBA

Sta per partire su Rai 1 la nuova serie “Nero a metà” di cui è protagonista Claudio Amendola. L’attore romano interpreta l’Ispettore Carlo Guerrieri un eroe dal cuore molto tenero. Questi infatti è sicuramente duro sul posto di lavoro, ma ha un tallone d’Achille e cioè sua figlia Alba. Dopo essere rimasto vedovo l’uomo l’ha cresciuta da solo, stringendo con lei un rapporto davvero incredibile e che mantiene anche oggi che questa è cresciuta. Quando questa deciderà di andare a vivere con il suo fidanzato Riccardo, anche perché la distanza diventerà un dolore per Guerrieri. Sarà interessante capire durante la prima puntata della serie quale è il rapporto tra i due che animerà anche le altre. La trama infatti si costruirà attorno ai due personaggi, anche se da questi partiranno tante storie parallele legate anche ad altri interessanti protagonisti pronti a prendersi la prima pagina e quindi l’attenzione del pubblico. (agg. di Matteo Fantozzi)

ALBA, TUTTI I DUBBI SULLA SCENA DEL CRIMINE

A Nero a metà Claudio Amendola veste i panni dell’Ispettore Carlo Guerrieri, “un poliziotto tutto d’un pezzo” che l’attore definisce “capace di tutto”. Secondo le prime anticipazioni, la puntata si aprirà infatti con una serie di frasi destinata a mettere in risalto il suo lato più cinico: dal “ci siamo fatti fregare dal negro” pronunciato nel ripercorrere le fasi della sua indagine al “sembrano tutti uguali” per giustificare l’incapacità di tracciare un identikit. Nel primo episodio, in particolare, l’ispettore indagherà sulla morte di un uomo, il quale, secondo le prime analisi effettuate sul corpo da sua figlia Alba, potrebbe non essere molto soltanto a causa di una botta in testa. Dal suo punto di vista, infatti, senza le analisi più approfondite non è possibile stabilire l’ora della morte, ma le ecchimosi sui polpastrelli lasciano intuire una serie di risvolti che potrebbero portare a dei risvolti inattesi. Ma chi poteva volerlo morto? E per quali ragioni? Guerrieri comincerà subito a indagare, facendo tesoro dei preziosi consigli ricevuto da sua figlia. (Agg. di Fabiola Iuliano)

MALIK E CARLO, DUE POLIZIOTTI AGLI ANTIPODI

Il primo caso di Nero a metà porterà il giovane poliziotto Malik Soprani e il suo nuovo compagno di squadra Carlo Guerrieri a lavorare fianco a fianco su un terribile omicidio. Nel corso delle indagini, i due poliziotti – caratterialmente agli antipodi e caratterizzati da metodi investigativi che non potrebbero essere più differenti – si ritroveranno a investigare su una comunità di immigrati clandestini, dove avranno modo di esplorare una realtà molto complessa, fatta di illegalità e vite al limite. Passo dopo passo incontreranno infatti una serie di pericoli, ma il giovanissimo Malik, puntiglioso e pieno di curiosità, per qualche strana ragione cercherà di non tenerne conto. Da cosa è causato il suo stato d’animo? Contemporaneamente, assisteremo alla nascita dell’attrazione tra il nuovo poliziotto e la figlia di Carlo Guerrieri, un amore destinato a restare nell’ombra e a regalare molte sorprese. (Agg. di Fabiola Iuliano)

QUAL È IL SEGRETO DI CARLO?

Nero a metà è la novità di questo fine autunno e inizio inverno visto che ci terrà compagnia fino a Natale e le prime immagini ufficiali sono state pubblicate poco fa anche sulla pagina Twitter di Rai1 che ha lanciato il promo della prima puntata. A tenere in piedi la serie non sarà solo la trama verticale che cambierà di settimana in settimana ma anche la trama orizzontale che riguarda soprattutto il segreto di Carlo. A quanto pare l’uomo nasconde un segreto che sembra essere legato alla moglie e madre di sua figlia Alba. La donna li ha lasciati anni fa sparendo nel nulla, quale sarà al causa di questa sparizione? Forse Carlo e la figlia pensano che la donna sia morta o presto sentiremo parlare di lei e il passato busserà alla loro porta? In attesa di scoprirlo, l’ispettore dovrà fare i conti con l’arrivo di Soprani nella sua vita e il promo che potete vedere cliccando qui mostrano proprio i primi momenti condivisi dai due ma, soprattutto, l’interesse di Malik nei confronti di Alba tanto da indispettire Carlo. Cosa succederà tra i due? (Hedda Hopper)

L’INCIPIT DELLA SERIE

Via i Bastardi di Pizzofalcone 3 e benvenuto Carlo Guerrini. Questo è il nome del personaggio che avrà il volto di Claudio Amendola nella nuova fiction di Rai1 dal titolo Nero a metà al via oggi, 19 novembre, nel prime time di Rai1. Un totale di sei serate incentrate ancora sul crime che tanto successo sta portando alla tv pubblica ma che questa volta porta con sé un tema speciale tanto di attualità oggi ovvero quello legato all’integrazione e all’accoglienza del diverso. In conferenza stampa Claudio Amendola ha spiegato che la serie è stata girata all’inizio di quest’anno e che, quindi, non è una reazione al nuovo Governo e alle mille polemiche di questi ultimi mesi, ma sicuramente il tema dell’integrazione è centrale nella fiction e non solo per via del colore della palle di Malik Soprani (Miguel Gobbo Diaz). Quest’ultimo sarà la spalla di Carlo sul lavoro portando una vera e propria rivoluzione nella sua: Malik è di colore, non ha sangue romano e fumantino come Carlo, è un latin lover (che vorrà provarci anche con Alba, figlia di Carlo) ma soprattutto è fresco di accademia e strizza l’occhio alle nuove tecnologie anche nella risoluzione dei casi.

LA TRAMA DELLA PRIMA PUNTATA DI NERO A METÀ

Un dualismo e uno scontro che renderà divertente anche risolvere alcuni casi e scavare nel nero alla base di Nero a metà che prenderà il via oggi con la prima puntata in cui avremo modo di conoscere il nuovo Ispettore di Polizia della tv. Carlo, ormai stanco e pronto a trascinarsi dietro segreti e una profonda ferita, si affida spesso ai colleghi a cominciare da Muzo (Fortunato Cerlino), amico e collega da sempre. A rovinare la sua routine arrivano Malik, il suo nuovo collega, e la notizia che la figlia Alba, medico legale, vuole andare a convivere con il fidanzato Riccardo. I due però devono lasciare i problemi familiari a casa e presentarsi sul posto per un nuovo caso ovvero il ritrovamento di un cadavere in un furgone frigorifero. Sul luogo del delitto arriva anche il nuovo vice ispettore Malik e lo scontro è servito. I due sono incompatibili ma iniziano a lavorare insieme e il giovane poliziotto manifesta subito interesse per il sexy medico legale, ovvero Alba, e questo non fa che inasprire i rapporti con il suo nuovo collega. Il segreto che Carlo si trascina da anni ormai sembra fare il resto, a cosa si riferisce tutto questo dolore?

IL CAST DELLA FICTION

La fiction di Rai1 è prevista per sei prime serate per la regia di Marco Pontecorvo e per una produzione congiunta tra Rai, Cattleya, che conferma il suo filone noir per i suoi prodotti, e Netflix che dovrebbe poi rilasciare la fiction in vari Paesi e non solo in Italia dopo la messa in onda su Rai1. Nel cast della serie ci sono anche alcuni volti noti delle fiction e delle serie tv italiane a cominciare proprio a Fortunato Cerlino, Don Pietro in Gomorra, passando da Margherita Vicario, che in Nero a metà, presterà il volto ad una poliziotta incinta, Cinzia Repola, e Angela Finocchiaro guest star nei panni di un’insolita professoressa, Giovanno di Castro, genio della medicina legale e superiore di Alba. A chiudere il cerchio ci penserà un volto di Rai1 ovvero Rosa Diletta Rossi che presterà proprio il volo alla bella dottoressa figlia di Carlo, giovane anatomopatologa dell’Istituto di medicina legale e braccio destro proprio dalla Di Castro. Al seguito porta con sé un possibile triangolo amoroso visto che Malik si interesserà di lei che, intanto, progetta la convivenza con Riccardo (interpretato a Giulio Cristini).

© RIPRODUZIONE RISERVATA