Hell’s Kitchen 2018/ Anticipazioni: ospiti La Pina e il marito Emiliano Pepe

Hell’s Kitchen Italia 2018, diretta, concorrenti ed eliminato 20 novembre: ospiti della puntata la deeja La Pina e il marito Emiliano Pepe.

20.11.2018 - Stella Dibenedetto
Carlo Cracco
Carlo Cracco nel ristorante di Hell's Kitchen

Hell’s Kitchen Italia 2018 torna in onda oggi, martedì alle 21.15 su Sky Uno con il primo dei due appuntamenti settimanali. La cucina più infernale della televisione italiana, infatti, riaprirà i battenti anche venerdì 23 novembre, sempre in prima serata su Sky Uno, con la quarta puntata della nuova stagione. Dalla settimana prossima, poi, Carlo Cracco e la sua cucina andranno definitivamente in onda sempre di venerdì. La gara di Hell’s Kitchen Italia 2018 è ormai entrata nel vivo. La settimana scorsa c’è stato il riscatto della brogata rossa sulla brigata blu con le donne che hanno saputo dimostrare il proprio talento tirando fuori gli artigli. A perdere il primo chef è stata proprio la brigata blu che ha dovuto salutare Piero. Chi, invece, sarà eliminato al termine dell’appuntamento odierno? Sarà un uomo o una donna? In attesa di scoprirlo, ricordate che a Hell’s Kitchen Italia 2018 può accadere di tutto sotto lo sguardo rigido e severo di Carlo Cracco.

HELL’S KITCHEN ITALIA 2018: GLI OSPITI DELLA TERZA PUNTATA

Sarà una terza puntata ricca di colpi di scena quella di Hell’s Kitchen Italia 2018 in cui il protagonista è Carlo Cracco che non perdona neanche il più piccolo errore ai concorrenti che, questa sera, saranno aiutati da due ospiti particolari. A guidare la brigata rossa e la brigata blu, infatti, saranno la deejay La Pina e il marito Emiliano Pepe che cucineranno al osto dei cuochi professionisti guidando le brigate nella preparazione di un piatto. A vincere sarà la brigata che riuscirà a suggerrire tutti i passaggi al proprio ospite della complicata ricetta scelta, per l’occasione, da Cracco. Nella quarta puntata che andrà in onda venerdì 23 novembre, poi, nella cucina infernale di Cracco arriverà l’amico Antonino Cannavacciuolo nel corso della quale i cuochi dovranno cucinare senza acqua.