Roberta Bruzzone/ “Virginia Raffaele? Bruno Vespa mi ha convinta a non portarla in tribunale”

- Stella Dibenedetto

Roberta Bruzzone parla del rapporto con Virginia Raffaele e Selvaggia Lucarelli ai microfoni di Caterina Balivo a Vieni da me.

roberta bruzzone 640x300
Roberta Bruzzone a Vieni da me

La criminologa più famosa della televisione italiana, Roberta Bruzzone, in un’intervista rilasciata ai microfoni di Caterina Balivo nello studio di Vieni da me, torna a parlare di Virginia Raffaele che ha portato in tv diverse imitazioni tra le quali proprio quella della Bruzzone che, però, non ha gradito totalmente al punto da aver annunciato di adire le vie legali. La Bruzzone, però, ha poi cambiato idea sentendosi lusingata delle attenzioni che le ha rivolto Virginia Raffaele che, però, non avrebbe dovuto imitarla sul luogo di lavoro. “Non ho mai fatto nessuna denuncia, ma mi urtò un’imitazione fatta in un programma televisivo molto famoso perchè la scenografia era sanguinolenta e parlava di un’attività di lavoro sulla scena. Molte persone per le quali avevo lavorato avevano visto questa cosa negativamente e questa cosa mi fece risentire” – ha spiegato la Bruzzone che, sulla scelta di non adire le vie legali, ha aggiunto – “è stato Bruno Vespa a dirmi di lasciare perdere”.

L’AMICIZIA CON SELVAGGIA LUCARELLI

Roberta Bruzzone e Selvaggia Lucarelli amiche. Dopo essere state le protagoniste di uno scontro social, le due si sono incontrate e conosciute diventando poi amiche. Caterina Blivo spiega che lo scontro tra i due è nato tutto per la parodia di Virginia Raffaela. La Lucarelli, infatti, criticò la Bruzzone per la scelta di voler adire le vie legali per la questione, ma oggi, è acqua passata. “Dopo uno scambio di battute al vetriolo ci siano incontrate e conosciute ed oggi possono considerarmi una sua amica”, ha spiegato la criminologa che, poi, mette da parte l’aspetto più duro del suo carattere parlando del marito. “E’ una persona che amo profondamente, il lato tenero, tenuto a bada, ce l’ho”, conclude la criminologa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA