Melissa Satta: “Diventare mamma significa crescere”/ “Boateng è il mio principe azzurro”

Melissa Satta: “Diventare mamma significa crescere”. La showgirl ospite a Storie Italiane: “Maddox per me viene prima di tutto, Boateng il mio principe azzurro”.

29.11.2018 - Carmine Massimo Balsamo
Melissa Satta

Showgirl, moglie e mamma: Melissa Satta si racconta nel suo nuovo libro M come Melissa e in una lunga intervista a Storie Italiane. Protagonista sul red carpet a Venezia 75, la compagna di Kevin Prince Boateng ha parlato della sua vita quotidiana ai microfoni di Eleonora Daniele: «Non esiste la vita da sogno, esiste una vita che tu ti crei con momenti stupendi e momenti di difficoltà: noi personaggi pubblici tendiamo a raccontare le cose belle, cercando di proteggere il mio privato. Dall’esterno potrebbe sembrare che sia tutto stupendo e meraviglioso, ma sono una persona normale». E continua: «Se mi dà fastidio essere chiamata Miss Boateng? Non mi dà fastidio, sono molto tranquilla: se la gente mi riconosce per il mio lavoro sto bene, se mi riconosco per essere la moglie di Boateng va bene ugualmente»,

“LA FAMIGLIA PER ME E’ MOLTO IMPORTANTE”

Dall’amore con Boateng è nato Maddox e Melissa Satta ha sottolineato: «Diventare mamma significa crescere. Lui viene prima di tutto». E la famiglia ha un valore importante: «La famiglia per me è molto importante, i miei amici più cari ne fanno parte: sono vecchio stampo da questo punto di vista ed è ciò che si è perso un po’ al giorno d’oggi. Tutti i rapporti possono finire, ma dobbiamo cercare di essere un po’ come i nostri genitori ed i nostri nonni. Gelosa? No, anzi: sono molto rispettosa della libertà altrui e non bisogna limitare l’altra persona». Essere personaggio pubblico però ha dei riflessi sulla quotidianità: «Questo è il contro di questi lavori, non è tutto perfetto: ci sono tante difficoltà e tanti trasferimenti. Nei weekend sono da sola con mio figlio, c’è sempre il lato opposto della medaglia e non è oro tutto ciò che luccica. Le famiglie sono un po’ lontane, ci gestiamo». Infine, una battuta sulla sua terra: «Io sono molto legata alla Sardegna, per me tornare a casa è un momento in cui riesco a rilassarmi: è una terra meravigliosa ed è un vantaggio, ma quando sono a casa mi rilasso e faccio tutto ciò che mi perdo durante l’anno»,



© RIPRODUZIONE RISERVATA