WARCRAFT – L’INIZIO, ITALIA 1/ Streaming video del film ispirato al videogioco (oggi, 10 dicembre 2018)

Warcraft – L’inizio, il film in onda su Italia 1 oggi, lunedì 10 dicembre 2018. Nel cast: Travis Fimmel, Paola Patton e Toby Kebbel, alla regia Duncan Jones. Il dettaglio della trama.

10.12.2018, agg. il 09.02.2019 alle 01:15 - Cinzia Costa
Warcraft - L'inizio
Warcraft - L'inizio, una scena del film

La critica ha lodato il lavoro di Duncan Jones, figlio di David Bowie, alla regia di “Warcraft – l’inizio”. “Il talentuoso Duncan Jones (…) riesce a portare a casa un risultato più che dignitoso (…) La fotografia è davvero sorprendente e il risultato della CGI di notevole impatto”, ha scritto Maurizio Acerbi, sul Giornale. E ancora: “Lo spettacolone funziona (i ritmi sono splendidi). Non siamo all’altezza del ‘Signore degli anelli’. Ma non troppo sotto”, ha commentato Giorgio Carbone, su Libero. Per Silvio Danesem sulla Nazione, “il figlio di Bowie (…) sfoga competenza di merito (fan dal ’94) e senso del ritmo… pachidermico”. Ricordiamo che “Warcraft – L’inizio ”, clicca qui per il trailer del film, andrà in onda su Italia 1 a partire dalle 21.25, ma sarà possibile vederlo anche in streaming grazie al portale di Mediaset, sui propri dispositivi mobile cliccando qui.

CURIOSITÀ SULLA PRODUZIONE DEL FILM

Warcraft – L’inizio è la pellicola scelta da Italia 1 per la messa in onda della prima serata di oggi, lunedì 10 dicembre 2018- Prodotta nel 2016 negli Stati Uniti, la pellicola vede la regia di Duncan Jones che ha lavorato su un soggetto del videogioco Warcraft e sulla storia dei personaggi di Chris Metzen, la sceneggiatura è stata invece estesa dallo stesso regista. La produzione del film è stata eseguita da Charles Roven e Michael Morhaime,le case cinematografiche che hanno reso possibile la realizzazione del film invece sono state Atlas Entertainment, Legendary Pictures, Blizzard Entertatinment e Universal Pictures che ha anche gestito la distribuzione del film in Italia.Il montaggio è stato realizzato da Paul Hirsch con gli effetti speciali di David Benediktson e con le musiche della colonna sonora composte da Ramin Djawadi. La pellicola gode della particolarità di essere uno dei pochi film il cui soggetto è un videogioco già esistente ad avere avuto successo, nonostante il grande costo di produzione il box office ha fornito buone soddisfazioni alle case di produzione, stante l’incasso di poco inferiore al mezzo miliardo di dollari americani. Il film girato integralmente in Canada è pieno di riferimenti al videogioco, alcuni di essi molto difficili da individuare sono stati sfruttati dalla Blizzard Entertainment per organizzare un concorso a premi. L’uscita del film ha riportato alla commercializzazione del gioco, esso uscito nel 1994 ha ricevuto un nuovo impulso dalla visione della pellicola, la casa di produzione ha cosi deciso di presentarlo anche per le piattaforme più recenti.

NEL CAST TRAVIS FIMMEL

Warcraft – L’inizio è una bella pellicola del 2016 ascrivibile al genere epico a sfondo avventuroso. Ottima la regia affidata dalle case di produzione al bravo regista Duncan Jones, che per la realizzazione del soggetto si è basato su un videogioco molto popolare distribuito dalla Blizzard Entertainment. Buono il cast di attori protagonisti, in esso si segnalano Travis Fimmel e Paola Patton, i due attori interpretano rispettivamente Aduin e Garona. La pellicola Warcraft – L’inizio potrà essere visionata nuovamente il 10 dicembre alle 21.25 su Italia 1. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

WARCRAFT – L’INIZIO, LA TRAMA DEL FILM

Guidan cerca di coalizzare gli orchi allo scopo di abbandonare Draenor, un mondo ormai destinato a scomparire. Lo stregone ha intenzione infatti di sfruttare una porta magica allo scopo di trasferirsi a Azeroth. Per farlo Guidn ha bisogno di catturare alcuni prigionieri, lo scopo è quello di sacrificare quest’ultimi ed ottenere il pass per attraversare il portone. Contro il malefico orco si schiera Aduin Lothar, egli sapendo degli attacchi riesce a convincere il suo re a chiedere aiuto a Medivh, uno stregone molto potente che a differenza di Guidan non conosce in quel particolare periodo storico la parola malvagità. Gli incantesimi si moltiplicano da una parte e dall’altra, tutti cercano con violenza estrema a sopravanzare l’avversario. I buoni sono aiutati però in maniera determinante da Khadgar, egli riesce a vedere in anticipi i sortilegi di Guidan, le sue visioni mettono sulla buona strada Medivh e limitano i danni. Nella trama si innesta il tradimento dello stesso Medivh, il mago passa dalla parte dei cattivi con delle promesse irrealizzabili. Solamente la caparbietà di Aduin Lothar riuscirà a riportarlo alla ragione, non prima però di una battaglia senza esclusione di colpi. Alla fine Medivh si renderà conto che il bene va aiutato a ogni costo e seppur ferito e morente farà un incantesimo, tutto allo scopo di aprire il cancello che porta a Roccavento. Qui lo spettatore assisterà all’ennesimo combattimento violento, il buon re morirà ma alla fine la bravura di Lothar e la sua onestà convinceranno gli orchi cattivi non solo a risparmiarlo ma a risparmiare tutti gli umani che sono riusciti a mettersi in salvo. Il finale del film è dedicato a un’alleanza siglata grazie all’intervento della potente regina Taria, un’alleanza che per il momento lascerà al sicuro i sette regni di Azerot.

IL TRAILER DEL FILM



© RIPRODUZIONE RISERVATA