Paolo Conticini/ “Da piccolo ero un teppista. Prima del successo ho fatto tutti i lavori” (Vieni da me)

Paolo Conticini si racconta davanti alla cassettiera di Vieni da me: dall’infanzia al successo fino al matrimonio con Giada, la donna della sua vita.

12.12.2018 - Stella Dibenedetto
Paolo Conticini a Vieni da me

E’ Paolo Conticini il protagonista della cassettiera di oggi della trasmissione di Raiuno, Vieni da me. In un clima di festa, Caterina Balivo raccoglie i ricordi e i pensieri di Conticini che, aprendo i diversi cassetti, ripercorre tutta la sua vita, sia personale che professionale. Il viaggio nei ricordi di apre con un pennello che, a Paolo, ricorda il padre che lavorava come imbinachino. Dopo aver ammesso di essere un teppista da piccolo, dopo il diploma, Conticini ha lasciato la scuola per cominciare a lavorare. “Avendo fatto l’istituto d’arte e volendo essere indipendente, ho cominciato a lavorare come disegnatore”, confessa Conticini che ha anche rilevato una palestra insieme al fratello. Bello e con un fisico aitante, Conticini ha poi cominciato a lavorare nel mondo dello spettacolo, anche se i no sono stati tanti. Con sudore e un duro lavoro, però, è riuscito a conquistare il suo piccolo posto al sole. Tra i lavori a cui è molto legato c’è sicuramente quella in cui interpreta il Commissario Berardi: “Provaci ancora prof è una fiction fortunatissima che mi ha permesso di farmi conoscere”.

PAOLO CONTICINI E L’AMORE CON LA MOGLIE GIADA

Nella vita di Paolo Conticini c’è un punto fermo che si chiama Giada, la sua dolce metà con cui vive una bellissima storia d’amore ventennale. Dopo anni di fidanzamento e convivenza, i due si sono sposati nel 2013 e, nonostante il successo di Paolo, la loro è davvero un’unione stabile. Il giorno del matrimonio, però, non è andato tutto liscio. “Avevo comprato un vestito rosa cipria per il matrimonio. Ebbe l’idea geniale di stirarlo prima della cerimonia e il vestito si macchiò di calcare. In quel momento, io ero al mare a godermi le ultime ore da celibe. Ricevetti così una telefonata con Giada in lacrime che mi diceva del vestito. Mia madre è intervenuta e ha permesso a Giada di indossarlo”, ricorda Conticini che spiega di aver voluto una festa intima e semplice per coronare il nostro amore. Tornando su se stesso, l’attore toscano rivela, poi, di piacersi molto, ma che vorrebbe essere meno timido.



© RIPRODUZIONE RISERVATA