Festival di Sanremo 2019/ Ultime notizie: parte il totonomi, chi saranno i big in gara?

Festival di Sanremo 2019: parte il totonomi, chi saranno i cantanti in gara? Via anche a Sanremo Giovani con la coppia Baudo-Rovazzi al timone.

14.12.2018 - Carmine Massimo Balsamo
Festival di Sanremo 2019, Claudio Baglioni

Festival di Sanremo 2019, grande attesa per la kermesse canora dopo il grande successo della passata edizione. Claudio Baglioni sarà nuovamente direttore artistico e filtrano le prime indiscrezioni sui nomi dei cantanti in gara: prende quota la candidatura di Loredana Bertè, che potrebbe portare all’Ariston così come Patty Pravo. Attenzione anche ad altre candidature eccellenti: Nek, Paola Turci, Arisa, Giusy Ferreri e la rivelazione Ultimo. Intervenuto a Storie Italiane, Leonardo Metalli ha sottolineato: «Ieri ho sentito Gigi D’Alessio e mi ha detto di essere fuori, sappiamo già che lui non ci sarà: si parlava di una sua partecipazione con Anna Tatangelo. Ci vuole essere Arisa, che ci punta tanto: è molto desiderosa di partecipare alla più grande vetrina della musica italiana». Ed è attesa l’ufficialità su chi affiancherà Baglioni alla conduzione, come precisa Stefano Mannucci: «Squadra che vince non si debba cambiare, ma c’è anche la sindrome del sindaco anno: fa bene Baglioni a scambiare un po’. Si parla di un team rinnovato al suo fianco, con Vanessa Incontrada, Claudio Bisio, Gianni Morandi e Virginia Raffaele. Non è ancora sicuro: Morandi è un compagno di antiche scorribande, Capitani Coraggiosi è stato il loro tour ed è anche un habituè».

SANREMO GIOVANI 2019, BAUDO E ROVAZZI AL TIMONE

E manca sempre meno alle due prime serate con protagonista Sanremo Giovani, al timone ci sarà l’inedito duo formato da Fabio Rovazzi e Pippo Baudo. Quest’ultimo ha commentato così la nuova avventura a Storie Italiane: «Mi sto preparando non preparandomi. I giovani sono bravi ma ancora non li ho sentiti: saranno 24, il vincitore di ogni sera canterà anche con i big. Non ci sarà un Festival diviso, è un passaggio bello e giusto. Rovazzi? E’ un personaggio divertentissimo, giovane e colto: è un’accoppiata divertente. Io ne ho viste di tutti i colori, ma quest’anno mi piace e mi diverte». Prosegue Pippo Baudo: «Le coppie assurde dal punto di vista anagrafico risultano vincenti per il pubblico, le cose scontate non funzionano: Sanremo Giovani deve diventare un appuntamento con il suo valore, portare due giovane con i big». Queste le parole di Stefano Mannucci: «Rovazzi è un giovane competente, non c’è niente di più bello di un cantante che si trasforma in conduttore. Pippo è uno dei nostri simboli internazionali, per me è un piacevole ritorno indietro: ricomincia dagli inizi, è buona l’idea della Rai di diluire il Festival. Fare due prime serate per i Giovani e le pomeridiane mi fa piacere».



© RIPRODUZIONE RISERVATA