Aida Nizar aggredita/ Video, la tentata rapina finisce sui social ma nessuno (quasi) le crede

- Hedda Hopper

Aida Nizar aggredita nella notte in diretta Instagram, il video della presunta rapina finisce sui social ma sui social i fan si dividono tra chi le crede e chi ride pensando ad uno scherzo

aida nizar domenica live 640x300
Aida Nizar

Aida Nizar aggredita? Rapinata? Il terrore corre lungo i social ma quando il video arriva a dieci minuti senza che nessuno abbia il pensiero di spegnere o chiudere, tutto poi scade nel gioco o nello scherzo di cattivo gusto e scoppia la polemica. Ma cosa è successo questa volta alla bella spagnola “creatura” di Barbara d’Urso e del suo Grande Fratello? Facile a dirsi. Aida Nizar non è nuova a polemiche e scherzi sui social e se qualche mese fa l’abbiamo vista fare un incidente in motorino, che a tutti è sembrato solo preparato, adesso spunta l’aggressione e la tentata rapina. Dall’esterno della sua auto sembra che ci sia qualcuno pronto a forzare lo sportello per cercare di entrare ma mentre quella all’esterno grida, lei all’interno si mostra preoccupata chiedendo all’uomo con lei di chiamare la polizia. In realtà chi la accompagna, non si capisce bene chi, è intento a tenere in mano il telefonino per continuare a filmare la scena che arriva a durare dieci minuti.

L’AGGRESSIONE AD AIDA NIZAR

Alcuni si preoccupano per Aida Nizar chiedendo di chiamare la polizia o scappare via ma, a quanto pare, niente di questo avviene nonostante le urla della donna che si chiude in auto e non lascia entrare la persona all’esterno. Ciliegina sulla torta arriva proprio il fatto che la diretta Instagram è stata ampiamente pubblicizzata sui social dalla stessa Aida che aveva dato appuntamento ai suoi fan alle 22.30 per delle comunicazioni importanti. Davvero chi ha saputo della diretta l’ha seguita per esserne protagonista o è solo l’ennesima trovata di Aida per far parlare un po’ di sè? Al momento la stessa spagnola non ha commentato quello che è successo ieri sera ma sicuramente in molto non hanno creduto al tentativo di rapina e hanno condannato il gesto non tanto per la presa in giro quanto per l’offesa a chi questi attacchi li ha subiti per davvero. Clicca qui per vedere il video.







© RIPRODUZIONE RISERVATA