ANASTASIO, VINCITORE X FACTOR 2018/ Fazio avverte: “Attento ai social network” (Che tempo che fa)

Anastasio si racconta a Che tempo che fa alla luce della vittoria conquistata nell’ultima edizione di X-Factor. Dopo l’Ep, è in arrivo “La fine del mondo tour 2019”

23.12.2018, agg. alle 23:09 - Fabiola Iuliano
Anastasio
Anastasio, alla finale di X Factor 12 (©julehering)

Anastasio ha “trionfato” a X Factor 12. Ospite a Che tempo che fa, stasera, Filippa Lagerback parla del suo (breve) percorso. Fazio prende in prestito la definizione di Fedez: “Lui è la migliore penna di X Factor, a metà tra rapper e cantautore”. La fine del mondo è il singolo + videoclip da 3 milioni di views. “Tu dov’eri, sino al giorno prima?”. Il “giorno prima” del successo, s’intende. “Ero in cameretta a scrivere”, liquida il rapper. Altra domanda: “Da dove ti esce questa grinta? Tu sei di Sorrento, non è un posto disagiato…”. Risposta: “La provincia ti sta sempre stretta. Poi ho sempre avuto questa rabbia dentro”. I suoi maestri sono essenzialmente due: “Ho imparato da De André e Caparezza. La vivacità della scrittura è quella, è comune”. Questo è l’elemento che tutti hanno notato: i suoi testi sono belli, importanti. “Hai fatto una performance di testo”, riassume Fazio. Poi lo bacchetta: “Hai anche imparato che su Facebook devi stare attento con le parole?”. [agg. di Rossella Pastore]

CENNI BIOGRAFICI

Anastasio si racconta questa sera a Che tempo che fa dopo il successo conquistato sul palco dell’ultima edizione di X-Factor. Vincitore degli under Uomini di Mara Maionchi, il cantante ha ripercorso il suo trionfo in una video intervista concessa a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha rivelato che nel suo percorso nel talent di Sky “hanno vinto le parole” e “questa è la mia più grande soddisfazione”. Cantautore giovanissimo, ma già amato da un vero e proprio esercito di fan, ha ammesso di non seguire uno schema per la realizzazione dei suoi pezzi, per la quale ama affidarsi principalmente ai suggerimenti che riceve dalla sua anima più profonda: “Scrivo un po’ a cascata, non ne che io abbia un metodo preciso – conferma nell’intervista – Scrivo il primo verso e una volta che ho scritto il primo viene fuori una canzone e io non sapevo cosa sarebbe successo prima”.

ANASTASIO, LA FINE DEL MONDO: “MI PIACE QUELLO CHE HO MESSO NELL’EP”

A che tempo che fa, Anastasio avrà la possibilità di presentare il suo Ep di ribellione, “La fine del mondo”, da cui, dal prossimo 22 marzo, prenderà il via il suo “La fine del mondo tour 2019”. “Mi piace quello che ho messo in questo Ep. Oltre ai tre pezzi che già si erano sentiti, cioè “La fine del mondo” e “Ho lasciato le chiavi”, che ho fatto all’Home Visit, e “Generale” dei Boot Camp, ho messo tre inediti che mi rappresentano davvero”. Fra questi, ricorda l’artista a Tv Sorrisi e Canzoni, c’è “Autunno con i Bowland”, un brano che, continua nel filmato, “per me è una chicca, è proprio bello, è forse il mio preferito di questi tre”. Il brano “Un adolescente”, continua il cantautore, “calza a pennello per chi voglia ascoltarmi”, dal momento che “parla dello stato d’animo di un adolescente, qualcosa che ho vissuto anch’io, di confusione, di ribellione”.

A MARZO “LA FINE DEL MONDO TOUR”

Anastasio dà appuntamento a tutti i suoi fan per “La fine del mondo tour 2019″, una tournée che lo porterà a esibirsi live nei più importanti club italiani e che prenderà il via il 22 marzo dalla Santeria Social Club di Milano. Per non perdervi i suoi concerti, dove avrà modo di esprimere tutta la sua straordinaria energia, ricordiamo le tappe del 24 all’ Estragon di Bologna, del 28 al Viper Theatre di Firenze, del 29 all’Hiroshima Mon Amour di Torino, prima del concerto del 3 aprile, che vedrà l’artista esibirsi al Largo Venue di Roma. Si riparte quindi il 5 alla Latteria Molloy di Brescia, l’11 aprile al Campus di Parma, il 12 al Vox di Nonantola (Modena) e il 13 al The Cage di Livorno, prima di approdare il 17 al Duel di Pozzuoli (Napoli). concludono le tappe i live del 19 al Demode’ di Modugno (Bari), del 24 al Mamamia di Senigallia (Ancona) e del 26 all’Afterlife di Perugia e il 27 all’Hall di Padova”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA