GIOVANNI MARTORANA MORTO PER ESALAZIONE STUFA/ Paola Pace: “Era un uomo libero, di una libertà assoluta”

Giovanni Martorana è morto per colpa di una stufa a legna; l’attore originario di Palermo aveva appena 53 anni

23.12.2018, agg. il 24.12.2018 alle 11:37 - Valentina Gambino
Giovanni Martorana è morto

Giovanni Martorana è morto. In tanti in queste ore stanno lasciando messaggi di stima e affetto per il 53 attore palermitano venuta a mancare per le esalazioni di una stufa a legna, mentre dormiva nel cuore della notte. A ricordarlo anche l’attrice Paola Pace che ha ricordato: “Giovanni era abituato a fare tutto con le mani, aveva manualità e senso pratico. È duro pensare che possa essere morto così” ha detto l’attrice che in passato ha lavorato con U Saracinu . “Immagino che la stufa fosse difettosa” ha detto la Pace. La carriera di Martorana si è incrociata con tanti grandi attori e registi. Nel 1999 Marco Tullio Giordana lo scelse nel suo “I cento passi” per affidargli la parte di uno scanzonato venditore di radio, mentre Raoul Bova lo volle per “Io, l’altro”, primo film da registra. L’ultimo film di Martorana è nel film “Una storia senza nome” di Roberto Andò. Una carriera importante quella dell’attore palermitano che non amava apparire come ricorda Paola Pace: “Era un uomo libero, di una libertà assoluta”. Per questo motivo Giovanni aveva deciso di vivere lontano dalla luce dei riflettori nella contrada Pezzingoli a Monreale, in provincia di Palermo. Aveva scelto una casa, “quella casa che amava moltissimo, nella campagna di Pezzingoli, borgata di Monreale poco distante da Palermo” racconta Loredana ‘Lola’ Miceli Sopo. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

U SARACINU E’ MORTO

Lutto nel mondo del cinema. Giovanni Martorana a 53 anni è morto per un incidente domestico. L’attore palermitano che ha partecipato a “I cento passi” e “La meglio gioventù” è stato trovato senza vita nella sua casa nei pressi di contrada Pezzingoli a Monreale, in provincia di Palermo. A causare il decesso avvenuto due giorni fa le esalazioni di una stufa a legna rimasta accesa, mentre l’attore riposava. Stando alle prime indiscrezioni, l’attore avrebbe cercato di mettersi in salvo raggiungendo la porta di casa, visto che è stato trovato proprio nei pressi dell’ingresso del suo appartamento. Conosciuto con il nome di “U Saracinu”, l’attore palermitano ha partecipato in qualità di figurante a tantissimi film di successo. Da “Malena” a “Baaria” di Giuseppe Tornatore fino ” La meglio gioventù” e “Cento Passi” di Marco Tullio Giordana. Ultimamente ha recitato nelle fiction di successo “L’onore e il rispetto”, “Squadra antimafia – Palermo oggi” e “L’ultimo padrino”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

TROVATO SENZA VITA NELLA CASA DI PEZZINGOLI

L’attore palermitano Giovanni Martorana è morto all’età di 53 anni a causa delle esalazioni di una stufa a legna rimasta accesa mentre l’uomo dormiva. L’uomo è stato trovato senza vita nella sua casa di contrada Pezzingoli, nei pressi di Monreale, questa mattina, riverso per terra, ma potrebbe essere deceduto due giorni fa. Stando a quanto riferito da alcuni suoi amici, e riportato dall’Ansa, Martorana avrebbe provato a raggiungere la porta di casa, dietro cui è stato trovato appunto il suo cadavere. I funerali saranno celebrati domani alle 12 nella parrocchia del Santissimo Crocifisso a Pietratagliata. In queste ore in via Tommaso Marcellini, secondo quanto riferisce Repubblica, tanti amici e parenti si sono ritrovati per dare l’ultimo saluto all’attore palermitano soprannominato “U Saracinu”, che non era famosissimo, ma aveva lasciato comunque il segno nel mondo del cinema italiano. (agg. di Silvana Palazzo)

Giovanni Martorana è morto

Giovanni Martorana è morto per colpa di una stufa a legna. L’attore originario di Palermo aveva appena 53 anni e tutta la vita davanti ma purtroppo, per un drammatico incidente non c’è più. La notizia arriva da PalermoToday, il portale che racconta la sua città spiega: “è stato trovato senza vita nel suo appartamento di Monreale (…) Si ipotizza che fosse morto già da due giorni, ucciso dai fumi letali sprigionati dalla stufa”. Nell’ambiente era conosciuto meglio con il soprannome di “U Saracinu” e, per la Palermo del cinema, lui era uno dei volti storici da non dimenticare. Il suo volto era inconfondibile così come la sua grande mimica facciale. Era apparso in numerosissime pellicole diventate poi veri cult, locali e non solo.  Attore teatrale di valido talento, Giovanni aveva preso parte a pellicole cinematografiche del calibro di Malèna, per la regia di Giuseppe Tornatore, La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana, ma anche La matassa con Ficarra e Picone e Baaria.

L’attore è deceduto per colpa di una stufa a legna

Nella lunga carriera di Giovanni Martorana non c’erano solamente dei film. Ed infatti “U Saracinu” aveva trovato il suo personale spazio anche nella fiction TV di successo L’onore e il rispetto, accanto ad attori di estremo successo come Ben Gazzara, Ángela Molina e Vincent Spano. Nel 2010 aveva anche recitato nella serie televisiva Squadra antimafia – Palermo oggi, e due anni prima nel film tv L’ultimo padrino, con la regia di Marco Risi. Nonostante i numerosi lavori tra cinema e televisione, non era famosissimo ma Palermo lo conosceva bene ed aveva lasciato il segno, sia nella sua città che fuori dalla Sicilia. Tra i momenti cult, ricordiamo I Centi Passi, film di Marco Tullio Giordana. Mentre Luigi Lo Cascio (che interpretava il ruolo di Peppino Impastato) manifestava la sua gioia per la nascita di Radio Aut, per adoperare con libertà questo mezzo di comunicazione per denunciare la mafia in paese, nel momento di massima euforia, si era palesato Martorana. L’attore, in perfetto dialetto siciliano, in risposta all’amico che voleva portare il suo messaggio anche fuori dai dintorni di Palermo, aveva risposto: “Sé, quannu c’è bientu…”. La gente lo ricorda con affetto, affermando: “era qualcuno in un mondo di nessuno che si credono qualcuno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA