CENERENTOLA/ Su Rai Uno il film d’animazione diretto da Wilfred Jackson oggi, 26 dicembre 2018

Cenerentola, il film d’animazione in onda su Rai Uno oggi, mercoledì 26 dicembre 2018. Nel cast: alla regia Wilfred Jackson, Hamilton Luske e Clyde Geronimi. Il dettaglio.

26.12.2018 - Cinzia Costa
Cenerentola, immagine Cinematographe it, scena del film

ALLA REGIA ANCHE HAMILTON LUSKE

Cenerentola, il film di animazione in onda su Rai Uno oggi, mercoledì 26 dicembre 2018 alle ore 21,25. Uno dei maggiori classici d’animazione, forse la principessa in assoluto più amata da almeno quattro generazioni di bambini, la bella e sfortunata, maltrattata, frustrata ma vincente. Un film immortale, amato, incredibilmente attuale dopo ben 68 anni dalla sua prima uscita ufficiale. Walt Disney Production volle questo film alterando anche sostanziosamente la favola originale di Charles Perrault, a tratti molto cruda, non adatta per un pubblico come quello che riconosciamo al colosso Walt Disney. Addolcita in fase di sceneggiatura e copy-writing, la storia di Cenerentola rivista in chiave Disney diviene così ideale per il pubblico, con le frustrazioni della ragazza e le angherie della famiglia adottiva, le vittorie e le sudate conquiste anche grazie alla magia della Fata che tutti vorrebbero avere. La guerra era da poco terminata e il mondo aveva bisogno di sognare: come recita il testo della canzone più famosa del film, assieme alla celebre ‘Bibbidi-Bobbidi-Bu’, i sogni son desideri e il mondo di quegli anni aveva tanti desideri da coltivare, come le zucche che divengono carrozze o i topolini che divengono cocchieri. La regia del film vide impegnato un trio di grandi animatori, Wilfred Jackson, Hamilton Luske e Clyde Geronimi. Ma adesso ecco a voi la trama della tanto amata favola di Cenerentola.

CENERENTOLA, LA TRA,A DEL FILM DI ANIMAZIONE

Cenerentola è maltrattata dalle sue due sorellastre (il padre è morto da anni ma prima si risposò con l’attuale matrigna della bella ragazzina) e dalla matrigna stessa, Lady Tremaine. Anastasia e Genoveffa, le sorellastre, sognano di vivere in un palazzo consono con il loro blasone, ma l’aspetto esteriore non le aiuta, tanto antipatiche e brutte quanto dolce e bella è la sorellastra che chiamano Cenerentola perché sempre sporca di cenere, dormendo accanto al caminetto, sul pavimento, e la fuliggine le macchia gli abiti. L’occasione di riscatto per le sorellastre arriva nel momento in cui un messo reale invita tutte le ragazze del villaggio ad un ballo di corte nel quale il principe avrebbe scelto al sua futura regina. Le due chiacchierone iniziano subito a cercarsi l’abito per la festa, Cenerentola, aiutata dai suoi amici topolini che la consolano durante i suoi momenti di sconforto in soffitta, cuce l’abito cerimoniale della sua vera madre, un bell’abito ma sdrucito e sciatto, logoro. Magia delle magie, i topolini lo riportano in vita con rinnovato fascino glamour ma Lady Tremaine lo distrugge, Cenerentola è troppo bella e il principe potrebbe di lei innamorarsi, non può andare al castello. Il trio di donne la sera stessa si avvia alla cerimonia, Cenerentola rimane sola e piangente a casa sin quando la Fata Smemorina, con il suo Salagadula megicabula bibbidi-bobbidi-bu, porta tutto il destino nelle mani della bella e sfortunata ragazza. Poi il resto lo sapete già…



© RIPRODUZIONE RISERVATA