Elisabetta Canalis/ Sotto accusa sui social per la sua diretta: “Bambini che rompono il ca*zo al ristorante..”

Elisabetta Canalis sotto accusa per via di un link poco politicamente corretto e che inneggia all’abolizione dei “bambini che corrono e strillano” nei ristoranti. I fan apprezzano ma…

28.12.2018 - Hedda Hopper
Maddalena Corvaglia e Elisabetta Canalis
Maddalena Corvaglia e Elisabetta Canalis tornano a Striscia la Notizia

A Natale siamo tutti più buoni ma quando si va in giro per ristoranti e locali e ci si imbatte in famiglie numerose e in bambini che se ne vanno in giro per la sala urlando, piangendo e, magari, cadendo, anche i più pazienti possono perdere le staffe. E’ questo il caso di Elisabetta Canalis? La bella ex velina sarda in questi giorni ha passato le vacanze a casa sua, proprio nel paese che le ha dato i natali ma fin qui niente di strano se non fosse che, proprio poco fa, nelle sue dirette Instagram, la Canalis ha condiviso un link che non ha fatto molto piacere a molti dei suoi fan soprattutto quelli che la conoscono come mamma amorevole pronta a portarsi dietro, a differenza di altri colleghi, la sua bambina nei suoi viaggi e durante le sue vacanze.

LE PROLE DI ELISABETTA CANALIS

In particolare, la Canalis ha condiviso una foto di un violinista in estasi per la sua musica accompagnata dalla frase “Quando sei al ristorante e c’è il bimbo che strilla e corre da ore ma ad un certo punto cade e si fa male”. Come se questo non bastasse, subito sotto c’è un altro commento poco politicamente corretto ovvero: “Da ex bambino che rompeva il cazzo nei ristoranti, se potessi, curverei lo spazio-tempo per tornare indietro e prendere il me di allora a calci nel culo”. Le polemiche non sono mancate visto che in molti non hanno apprezzato la sua condivisione e, quindi, il suo sì a questa frase, ma dall’altra ci sono molti fan che approvano e che non trovano educato lasciare scorrazzare i propri figli nei locali. Cosa succederà adesso? Siamo sicuri che i fan della neo 40enne dimenticheranno l’accaduto e ci faranno sopra una risata, ma tutti gli altri?



© RIPRODUZIONE RISERVATA