Federica Lisi, moglie di Vigor Bovolenta/ Video, “La fecondazione assistita? Per noi donne è…” (Domenica in)

Federica Lisi, moglie di Vigor Bovolenta, ripercorre il lungo percorso alla ricerca della maternità e la scelta di ricorrere alla fecondazione assistita

30.12.2018, agg. alle 16:52 - Emanuela Longo
Federica Lisi a Domenica In

Federica Lisi, vedova di Vigor Bovolenta, ha ricordato a Domenica in il loro primo incontro. “Il nostro è stato un colpo di fulmine. Ci piacevamo, siamo stati sicuramente entrambi incuriositi dalla nostra persona”, ricorda l’ospite, che oggi è madre di cinque ragazzi. Il percorso per la maternità, rivela però la Lisi, non è stato semplice: “A 26 anni quando ti senti dire non potete avere figli ti vedi davanti un ostacolo, una montagna immensa. Stavamo provando ad avere dei figli da giovani – ricorda l’ospite nel salotto di Mara Venier – ma non venivano, abbiamo fatto accertamenti e abbiamo trovato il problema”. In questi casi, conferma l’ospite “o scoppi o ti prendi per mano, noi ci siamo presi per mano e da lì abbiamo fatto quattro angeli”. La soluzione è stata scegliere di ricorrere alla fecondazione assistita: “Non è facile per noi donne – conferma la Lisi – il consiglio che do alle coppie è che la speranze è l’ultima a morire. Tante coppie non riescono. Capisci che se non viene qualcosa non è la tua strada, ma per qualsiasi cosa c’è il piano B e può essere bello ugualmente”. (Agg . di Fabiola Iuliano)

IN SERIE A A SOLI 16 ANNI

Federica Lisi è una delle ospiti della puntata di domenica 30 dicembre 2018 di “Domenica In”, il programma di successo condotto da Mara Venier su Rai1. La ex pallavolista torna in tv per raccontare la sua storia d’amore con il campione Vigor Bovolenta; una storia bruscamente interrotta dalla morte dell’atleta scomparso durante una partita di pallavolo per un arresto cardiaco. Classe 1976, Federica nasce a Roma e giovanissima all’età di 14 anni comincia la sua carriera nel mondo della pallavolo. Due anni dopo, a soli 16 anni, gioca nella Serie A. La pallavolista però alcuni anni dopo, per la precisione nel 2002, decide di ritirarsi dall’attività agonistica per creare una famiglia con il marito Vigor Bovolenta detto Bovo. Dieci anni dopo la morte del marito durante una partita di pallavolo, a cui segue alcuni mesi dopo la nascita del quinto figlio. Oggi la Lisi lavora presso la Federazione Italiana Pallavolo (FIPAV). La sua storia è raccontata in un libro dal titolo “Non ci lasceremo mai”, pubblicato per Mondadori, in cui ha scritto: “Sono la moglie di Vigor Bovolenta, il campione di volley che in molti ricorderete, scomparso in campo il 24 marzo 2012. Vigor Bovolenta. Bovo per gli amici e per me. Quindici anni insieme. Poi lui se n’è andato. Se n’è andato senza lasciarmi. E senza lasciarmi istruzioni. Se n’è andato restando dentro la mia vita. Restando la mia vita”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

FEDERICA LISI OSPITE A DOMENICA IN

Federica Lisi Bovolenta, l’ex pallavolista rimasta vedova nel 2012 di Vigor Bovolenta, insieme alla sua “ciurma” composta da cinque figli sarà ospite di Domenica In, nella puntata di oggi 30 dicembre. La donna racconterà a Mara Venier ed al pubblico di RaiUno la sua storia nell’angolo dedicato della trasmissione. Di lei colpisce sin da subito la sua immensa forza. Era il 24 marzo del 2012 quando rimase vedova di Vigor Bovo Bovolenta, campione di pallavolo morto in campo. Il suo cuore smise all’improvviso di battere strappandolo alla donna che amava ed ai suoi cinque figli (il quinto era in grembo ma la coppia ne era ancora inconsapevole al momento del suo addio). “Lui va a giocare una partita e il suo cuore smette di battere, si sente male in campo e fa il passaggio nella ‘vita felice’ ma il suono del battito del cuore relativamente ha smesso e da lì è inevitabile che noi che siamo rimasti qua stiamo percorrendo un’altra strada”. A parlare è proprio Federica Lisi in una intervista rilasciata lo scorso novembre a Tv2000. A distanza di sei anni e mezzo dalla scomparsa di Bovo, resta il cuore grande di Federica ma anche di quella che la stessa definisce la sua “ciurma”, composta dal primogenito Alessandro 14 anni, Arianna 10, le gemelle Angelica e Aurora di quasi 8 anni e Andrea di 6 anni. Ed il cuore, quello di Vigor, legherà per sempre la sua intera famiglia perchè il campione di pallavolo, ancora prima di un grande professionista, era “una grande persona, un uomo molto altruista, buono, corretto”. In merito Federica ha aggiunto: “La cosa che ha lasciato il segno è proprio il suo grande cuore”.

ANDREA, UNA “BOMBA D’AMORE” ARRIVATO DOPO VIGOR

Nonostante il dramma vissuto nel 2012 con la morte del marito, Federica Lisi Bovolenta ha trovato dentro di lei una grande forza che le è stata utile poi a rialzarsi. Non è un caso se nel 2017 è stata la destinataria di un importante riconoscimento proprio al suo coraggio, con il Premio Santa Rita. Federica ha ricordato ai microfoni di Tv2000 cosa ha significato per lei la scomparsa del marito Vigor: “Quando è successo la mia ciurma era molto piccola, ero incinta di Andrea che me ne sono resa conto una settimana dopo che lui se ne è andato”. A differenza dei primi quattro figli avuti tramite fecondazione assistita, Andrea “è stato la bomba di amore arrivata a casa nostra naturalmente”. E sulla forza, Federica ha dimostrato di avere un’idea tutta sua grazie alla quale è riuscita ad andare avanti in questo momento non semplice della sua esistenza. “Ci dobbiamo rendere conto che stiamo facendo una partita, siamo qui per vivercela e giocarcela. La morte è un passaggio non un addio, è un proseguimento e quando succede uno non sta bene, ma poi dai un senso e il senso della vita sta nel viverla”, ha proseguito. Ora ha ammesso di stare vivendo, di essere felice, ma nonostante questo di non dimenticare affatto la sua vita vissuta insieme a Vigor, perchè “L’amore è qualcosa che rimane, si trasforma, lo puoi provare per altre persone però è normale farlo”.

FEDERICA LISI E IL RITORNO SUL PALCOSCENICO

Federica Lisi sembra aver vissuto fino ad oggi diverse vite, l’ultima su un palcoscenico, quello dello spettacolo Io e Lei che la vede in coppia con la cantautrice ed anche lei ex pallavolista Pia Tuccitto. Le due si sono incontrate “per caso” la prima volta da Red Ronnie e da lì nacque poi un progetto comune anche se per la vedova Bovolenta “niente nasce per caso, io e lei ci siamo incontrate perchè forse dobbiamo dire qualcosa, farlo insieme fa nascere una bomba di messaggio. I nostri passati si intrecciavano”. Nel corso dello spettacolo, una canta, l’altra legge, ma le emozioni restano le stesse. Oggi, dopo la morte di Bovo, Federica è pronta ad amare di nuovo. Da donna forte e coraggiosa non ha chiuso le porte al cuore ed alla vita senza mai trascurare la sua “ciurma” nelle fasi importanti di ciascun componente e in una recente intervista al quotidiano Corriere.it è stata la stessa a confidare: “C’è l’amore dentro di me e questo mi fa andare avanti. Chiudere il cuore vuol dire non vivere. E io sono una principessa romantica”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA