MALIKA AYANE/ Video, sul palco con il nuovo singolo “Quanto dura un’ora” L’anno che verrà)

Malika Ayane è una delle protagoniste de “L’anno che verrà”, l’evento televisivo del Capodanno di Rai1 condotto da Amadeus in diretta da Matera

31.12.2018, agg. alle 23:43 - Emanuele Ambrosio
malika_ayane_stracciabudella_video
Malika Ayane nel video di "Stracciabudella"

Malika Ayane è una delle protagoniste de “L’anno che verrà“, lo show di Capodanno condotto da Amadeus in prima serata su Rai1. La cantante si esibita ad inizio serata sulle note di “Come foglie” e “Tempesta” e poi è tornata per presentare il nuovissimo singolo “Quanto dura un’ora” pubblicata in radio lo scorso 7 dicembre. “Il tempo interessa solo le piccole creature finite come noi umani: questa riflessione è emersa spontaneamente durante una chiacchierata, in un giorno qualunque. Effettivamente misurare il tempo e la durata diventa relativo se ci si lascia abbracciare dall’arco temporale dell’infinito” ha raccontato l’artista parlando del terzo singolo estratto dall’ultimo album “Domino”. Poi sul finale ha fatto cantare tutti sulle note di “Senza fare sul serio“,  hit del 2015. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Malike Ayane a L’Anno che verrà

Malika Ayane torna in tv per partecipare al concerto de “L’anno che verrà, l’evento di Capodanno di Raiuno trasmesso in diretta da Matera, la Capitale Europea della Cultura 2019. Padrone di casa anche quest’anno Amadeus che, dalla cornice di Piazza Vittorio Veneto di Matera, è pronto a dare il via ad un lunghissima notte di cultura, spettacolo, musica e danza in attesa dell’arrivo della mezzanotte per brindare all’arrivo del 2019. Tra gli artisti ospiti del grande spettacolo del Capodanno di Rai1 c’è anche Malika Ayane attualmente impegnata con i concerti del Domino Tour, il live che ha seguito la pubblicazione dell’omonimo album uscito sul mercato discografico a settembre 2018.

Malika Ayane ricorda il disastro di Corinaldo

“Come potete immaginare questo non è un concerto facile per me. Cercherò di fare del mio meglio per regalarvi due ore di buona musica”. Con queste parole Malika Ayane ha fatto il suo ingresso sul palcoscenico del teatro delle Muse di Ancona dopo il disastro di Corinaldo. L’artista italiana, infatti, è stata la prima ad esibirsi dopo la tragedia che ha visto morire sei persone a causa dello spray al peperoncino spruzzato durante un concerto di Sfera Ebbasta in una discoteca di Corinaldo. “Sembra banale, lo so, ma certe volte il silenzio è la soluzione migliore, quindi non dico altro. Posso solo ringraziarvi di essere qui, nonostante tutto” ha detto la cantante prima di dare il via alla tappa del Domino Tour accolto con grande entusiasmo dal pubblico di Ancona. Sul palcoscenico la cantante ha presentato alcuni dei brani presenti nell’ultimo album discografico “Domino” e i singoli di successo: da “Tempesta” a “Senza fare sul serio”, da “Tre cose” a “Come foglie”. Gran finale sulle note di “Adesso e qui (nostalgico presente)”, il brano con cui si è classificata al terzo posto a Sanremo 2015.

Il Domino Tour

Grande successo per il Domino Tour, l’ultimo live di Malika Ayane prodotto da Massimo Levantini per 1day che ha segnato il ritorno della cantante nei teatri e club italiani a distanza di alcuni anni dall’ultimo “Naif Tour” e “Naif Club Tour”. Dal vivo Malika porterà sul palcoscenico alcuni dei suoi brani di maggior successi rivisitati in maniera completamente diversa mescolando nuovi elementi di arrangiamento e virando verso strade completamente differenti. I concerti nei teatri si preannunciano un imperdibile appuntamento live per scoprire i brani del nuovo album “Domino” pubblicato lo scorso 21 settembre, che ha segnato il grande ritorno della cantautrice milanese a tre anni di distanza dall’ultimo disco. Un album importanti che hanno visto Malika collaborare con Axel Reinemer e Stefan Leisering presso il Jazzanova Recording Studio di Berlino. 10 canzoni inediti scritte negli ultimi due anni dalla cantautrice che pubblicato uno dei suoi album più belli e maturi, un disco che proprio come un domino è formato da una serie pezzi che possono essere mescolati tra di loro ogni volta in un modo diverso emozionando sempre.



© RIPRODUZIONE RISERVATA