PIEDONE L’AFRICANO, NOVE/ Streaming video del film diretto da Steno (oggi, 4 dicembre 2018)

Piedone l’africano, il film in onda su Canale Nove oggi, martedì 4 dicembre 2018. Nel cast: Bud Spencer, Enzo Cannavale e Baldwyn Dakile, alla regia Stefano Vanzina. Il dettaglio.

04.12.2018, agg. alle 19:28 - Cinzia Costa
Piedone l'africano
Piedone l'africano, una scena del film

Piedone l’africano” è terzo episodio della quadrifonia sul commissario Rizzo. Distribuito dalla Titanus il 22 marzo del 1978, il film fu il decimo film più visto nella stagione 1977/78, superato solo da “Guerre Stellari”, “La febbre del sabato sera”, “Incontri ravvicinati del terzo tipo” e “Agente 007 – La spia che mi amava”. Il film, diretto da Steno, è ambientato a Johannesburg ma le scene in esterni sono state girate in Namibia, allora ancora facente parte dello stato del Sud Africa, la nazione è diventata indipendente solo nel 1990. Le riprese sono durate dal 28 novembre 1977 al 15 Gennaio 1978. Nel 1978, su Segnalazioni cinematografiche si leggeva: “Il film non fa alcuno sforzo per uscire dagli schemi: piacevoli ambientazioni, scenette bonariamente canzonatorie, pugilati chilometrici, inseguimenti e avventure paradossali”. Il film “Piedone l’africano”, clicca qui per vedere una scena del film, andrà in onda sul Nove a partire delle 21.25 ma sarà possibile vederlo anche sintonizzando i propri dispositivi mobile a dPlay, cliccando qui.

CURIOSITÀ SULLA PRODUZIONE DEL FILM

Pronti a ridere con la pellicola Piedone l’africano diretta da Steno e proposta da Canale Nove per la prima serata di oggi, martedì 4 dicembre 2018. Il film è stato prodotto in Italia nel 1978, di genere avventura, poliziesco e commedia è stato interpretato da Bud Spencer che ricopre il ruolo del protagonista il commissario Rizzo. la sceneggiatura è stata estesa da Giovanni Simonelli e Adriano Bolzoni, la casa di produzione che ha contribuito alla realizzazione del film è la Laser Rialto e la distribuzione in Italia è stata curata dalla Titanus. Il montaggio della pellicola è stato realizzato da Mario Morra con le musiche di Maurizio De Angelis e Guido De Angelis mentre la scenografia è stata ideata da Bruno Cesari. Pellicola che è stata girata integralmente in terra africana con la troupe che si è trasferita per le riprese in Namimbia e che ha guadagnato i soldi spesi per la produzione già nella prima settimana di programmazione. La pellicola rischio di divenire un caso diplomatico allorquando Bud Spencer abbandonò per protesta la troupe all’ingresso di un ristorante, il motivo della protesta era da ricercarsi nel divieto del management del locale di permettere l’ingresso al ragazzo di colore che interpretava Bedo. L’attore, Baldwin Dakile, si laureò successivamente nel bel Paese in giurisprudenza, nel presente egli svolge la sua attività forense a Johannesburg.

NEL CAST BUD SPENCER

Il film Piedone l’africano va in onda su Canale Nove oggi, martedì 4 dicembre 2018, alle ore 21.15. La pellicola diretta da Steno, al secolo Stefano Vanzina, gode della partecipazione di Bud Spencer, egli interpreta il solito ruolo del Commissario Rizzo. Il film stato prodotto dalla Laser Rialto è stato distribuito nel nostro Paese dalla Titanus. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

PIEDONE L’AFRICANO, LA TRAMA DEL FILM

Il commissario Rizzo viene contattato da un collega sud africano che gli deve rivelare alcune informazione. L’appuntamento fissato al porto di Napoli vede però l’omicidio del sud africano, la sua morte gli impedisce di dare gli indizi al collega campano. Piedone allora si trasferisce in Africa e precisamente a Johannesburg. Qui si affeziona a un bambino, Bedo, già orfano di madre e riceve l’aiuto del suo ex sottoposto, il Brigadiere Caputo. Caputo si era trasferito nella capitale del Sud Africa dopo aver lasciato la Polizia di Stato, egli si guadagna da vivere lavorando in un ristorante. Il capo dell’ex brigadiere è un affarista cittadino, tale Smollet, che ha interessi nel commercio di animali esotici ed è sorvegliato dalla polizia locale. Il commissario capisce immediatamente che Smollet è implicato nell’omicidio del poliziotto e grazie a Caputo ottiene l’invito nella tenuta di caccia dell’imprenditore. Dopo essere sfuggito a parecchi attentati, cosa che gli fa capire di essere vicino alla risoluzione del caso, il commissario si finge corrotto per infiltrarsi nell’organizzazione. Rizzo partecipa finanche ad un colpo presso una compagnia diamantifera, i preziosi rubati serviranno ad avere le risorse economiche che permetteranno l’acquisto della droga da inviare successivamente nel vecchio continente. La resa dei conti avverrà nel deserto, qui Piedone si ritroverà a combattere a suon di pugni contro il braccio destro di Smollet, Spiros. Il combattimento vedrà il grosso commissario partenopeo vincere dopo essere riuscito ad atterrare una decina di malviventi, alla fine egli sarà aiutato anche da un agente dei servizi segreti sud africani che lo aveva iniziato a seguire fin dl suo arrivo a Johannesburg. Il finale del film è dedicato all’arresto di Smollett e Spiros e al ritorno di Rizzo in Italia, un ritorno che avverrà tra gli onori di Piedone.

UNA SCENA DEL FILM



© RIPRODUZIONE RISERVATA