Valerio Rossi degli Albertini-Tiranni a Storie Italiane/ “Anche io sono marchese ma non me ne vanto!”

Valerio Rossi Albertini-Tiranni a Storie Italiane rivela la sua nobiltà nel salotto di Eleonora Daniele “Anche io sono nobile ma non è un vanto!”

06.12.2018 - Hedda Hopper
Valerio Rossi Albertini, Storie Italiane

Colpo di scena a Storie Italiane dove oggi, tra una storia e l’altra, si parla anche di nobiltà. Sulla falsa riga dei finti nobili che per settimane hanno tenuto con il fiato sospeso il pubblico di Canale 5, ecco che Valerio Rossi degli Albertini-Tiranni ha pensato bene di rivelare al pubblico di essere nobile. Il famoso fisico e divulgatore scientifico in alcuni dei programmi di Rai1 oggi era ospite nel programma per parlare di questo tema e proprio parlando al finto nobile ci ha tenuto a sottolineare che non bisogna ostentare i propri titoli e che in realtà anche lui ne ha uno ma non se ne vanta anzi, non lo sapeva nessuno di quelli che in questi anni lo hanno seguito in tv. Secondo quanto rivelato in pochi minuti dal fisico sembra che anche lui abbia dei titoli, quello di marchese in realtà, è un doppio cognome ma che non ha mai voluto sfoggiarlo e né tanto meno farsene un vanto visto che, secondo la sua esperienza personale, non lo è: “Io vorrei dire una cosa, ostentare il blasone lo trovo di pessimo gusto. Io mi chiamo Valerio Rossi degli Albertini Tiranni ma non lo sa nessuno, non faccio il marchese di professione e non lucro su questo titolo”.

CHI E’ VALERIO ROSSI ALBERTINI-TIRANNI

Per chi non lo conoscesse ancora, Valerio Rossi Albertini, così si fa chiamare ormai da anni, è un noto fisico italiano classe 1973, che ha fatto della sua cultura il suo unico vanto. Laureatosi alla facoltà di Fisica alla Sapienza di Roma con lode, ha cercato di dirigere i suoi studi verso le nanotecnologie e le fonti di energia alternativa precorrendo i tempi diventando addirittura il primo dottore di ricerca italiano in scienza dei materiali. Adesso si divide tra la sua cattedra di chimica e fisica dei materiali sempre alla Sapienza di Roma e il suo lavoro di divulgatore scientifico per il CNR per il quale svolte il ruolo di rappresentante in tv e per gli organi di stampa ed è proprio questo che spesso lo porta negli studi televisivi come è successo oggi a Storie Italiane.



© RIPRODUZIONE RISERVATA