MARCO LIORNI/ Si commuove in diretta per la strage di Ancona: “doveva essere una festa, è diventato un lutto”

- Emanuele Ambrosio

Marco Liorni si commuove in diretta a Italia Si parlando della terribile strage di Ancona, che ha visto morire sei persone durante il concerto di Sfera Ebbasta

marco_liorni_2018
Marco Liorni conduce Italia sì!


Marco Liorni durante la puntata di sabato 8 dicembre 2018 di “Italia Si” si è commosso parlando della strage avvenuta la scorsa notte in una discoteca in provincia di Ancona. Il programma, ideato dallo stesso conduttore, è andato in onda in parte ridotta proprio per lasciare spazio ad uno speciale del TG1 dedicato alla tragedia che ha visto morire sei persone nella calca generata dallo spruzzo di uno spray urticante durante il concerto del rapper  Sfera Ebbasta. Ecco le parole dette dal conduttore ad inizio puntata: “E’ un giorno durissimo oggi. Un giorno che doveva essere di festa, è diventato un giorno di lutto. Noi siamo qui: di solito in questa trasmissione raccontiamo le piccole storie del nostro paese, ma quella di oggi è una tragedia che ci colpisce tutti…”.

“Ecco cosa abbiamo riservato ai nostri ragazzi”

Con la voce rotta dall’emozione, Marco Liorni ha condotto con grandissima difficoltà la puntata di “Italia Si” il giorno dopo la tragedia avvenuta nella discoteca “Lanterna azzurra” di Corinaldo, in provincia di Ancona. “Sono gli adulti che, sembra ormai evidente, hanno fatto entrare lì troppe persone! Si dice il doppio, o forse il triplo di quelle consentite. Questo abbiamo riservato ai nostri ragazzi” ha detto il conduttore, che ha dedicato tutta la breve puntata del suo programma alla strage di Ancona. Tra le vittime della tragedia “una madre di quattro figli che ha perso la vita assieme…” dice il conduttore che non riesce a proseguire per la commozione. Una tragedia che ha visto morire persone in un momento di divertimento e gioia: il concerto di Sfera Ebbasta, che sui social ha espresso tutto il suo dolore. “E’ difficile trovare le parole giuste per esprimere il rammarico e il dolore di queste tragedie. Non voglio esprimere giudizi sui responsabili di tutto questo, vorrei solo che TUTTI QUANTI vi fermaste a pensare a quanto può essere pericoloso e stupido usare lo spray al peperoncino in discoteca”.

Le parole dell’inviato de La Vita in Diretta

Marco Liorni durante la puntata di “Italia Si” dedicata alla tragedia di Ancona ha fatto salire sul podio, simbolo del programma, l’inviato Giuseppe di Tommaso de La Vita in Diretta. Il giornalista è stato definito “un sopravvissuto” visto che era presente all’evento di Sfera Ebbasta ad Ancona. Ecco le parole dell’inviato Giuseppe Di Tommaso: “Ringrazio Dio perchè mi ritengo un sopravvissuto. Doveva essere un momento di festa, di gioia, ma si è trasformato in una serata terribile. Se chiudo gli occhi rivedo ancora quelle immagini e sento sulla mia pelle la gente che mi passa sopra, che cerca una via di fuga, la stessa fuga che cercavo io…”. Un racconto emozionante quello fatto dall’inviato de La Vita In Diretta, che ha visto Marco Liorni per un giorno tornare ad occuparsi di un caso di cronaca in diretta proprio come ha fatto per tantissimi anni nel programma del pomeriggio di Raiuno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA