The Kolors / Video, “Frida (mai mai mai)”: all’Ariston il nostro “essere ragazzi genuini” (Sanremo 2018)

- Morgan K. Barraco

The Kolors, video: “Frida (mai mai mai)”. Ospite a Domenica In, Stash ha parlato della necessità di cantare in italiano e di ciò che la band è riuscita a trasmettere sul palco (Sanremo 2018)

amici_stash_the_kolors_cs_2017
The Kolors

Stash e i The Kolors hanno avuto la possibilità di condividere le emozioni vissute sul palco del Festival di Sanremo 2018 nello speciale di  Domenica In in onda su Rai Uno. Il frontman della band ha ammesso che con l’esibizione sul palco dell’Ariston hanno avuto la possibilità di esprimere il loro modo di “essere ragazzi genuini”, dal momento che “forse non lo si percepiva con l’inglese, c’era un po’ di distanza”. Sulla necessità di esibirsi in italiano, l’intervento di Ivan Cattaneo: “Il discorso sull’inglese io l’ho sempre detto, guarda caso gli unici cantanti che hanno veramente successo negli Stati Uniti eccetera cantano in italiano, cioè Bocelli, Il Volo, quindi bisogna farsene una ragione”, affermazione condivisa in parte anche dal frontman, che ha ammesso di aver già sentito, in precedenza, questo punto di vista: “È la cosa che mi ha detto Elisa quando stavo scrivendo questa canzone come consiglio: parla come mangi, cerca di rendere fluido il tutto” (Agg. di Fabiola Iuliano)

L’ESIBIZIONE NELLA QUINTA SERATA

I The Kolors sono stati veramente strepitosi nella serata finale del Festival di Sanremo 2018 con la loro Frida (mai mai mai). Il gruppo capitanato da Stash ha portato una grandissima energia che fino a questo momento nessuno ha regalato all’esibizione sul palcoscenico del Teatro Ariston. I The Kolors sono molto giovani e sicuramente peccano in esperienza, ma sicuramente hanno grandissima voglia di fare e lo abbiamo dimostrato sul palco con una prova che ha generato grande entusiasmo anche tra il pubblico presente in platea. Abbiamo assistito a una prova di coraggio con i toni che sono stati alzati rispetto alle scorse serate. Il gruppo però è un po’ dietro al momento in classifica anche per un giudizio negativo dalla giuria di esperti e da un inizio un po’ incerto. Nonostante questo c’è ancora tempo per sperare di recuperare e ottenere un buon piazzamento in classifica. (agg. di Matteo Fantozzi)

PENALIZZATI DALLA GIURIA DI ESPERTI, SI RIFARANNO?

I The Kolors sembrano non essere riusciti a valorizzare appieno la loro esperienza al Festival di Sanremo 2018. Nella serata duetti abbiamo visto la band al fianco di Enrico Nigiotti e Tullio De Piscopo, un’unione che ha permesso di portare sul palco la storia della musica italiana ed uno dei possibili futuri. L’ex finalista di X Factor ha infatti già dimostrato le proprie dote come cantautore e De Piscopo non ha di certo bisogno di presentazioni. I due ospiti hanno permesso al gruppo di Stash Fiordispino di portare la sua Frida (mai, mai, mai) ad un livello più alto rispetto a quanto registrato nelle prime serate, ma comunque insufficiente agli occhi della giuria di esperti. Grinta ed energia si sono create in modo naturale al centro del palco della kermesse, permettendo ai The Kolors di affrontare il duetto con carte vincenti in mano. Un’adrenalina visibile nell’esibizione di tutti gli elementi della band, valorizzata dalla presenza di due ospiti eccezionali. Importante la partecipazione di Nigiotti anche dal suo esclusivo punto di vista, dato che ha lasciato per una sera gli abiti di cantante per indossare solo quelli di musicista: una scelta che lo ha trovato vincente anche sotto questo aspetto inedito. La band di certo ha affrontato questa esperienza con la grinta necessaria per arrivare alla vittoria finale, ma ha dovuto anche tenere conto del proprio azzardo. Giocando infatti su un terreno inesplorato come quello della canzone in italiano, la prima per la boy band, era possibile prevedere che alla fine la vittoria sarebbe stata solo a metà.

I THE KOLORS ANCORA NON HANNO SPICCATO IL VOLO

Simbolo della trasformazione più significativa che abbiamo visto al Festival di Sanremo 2018, i The Kolors non sono riusciti a spiccare il volo. La band di Stash Fiordispino può comunque dichiararsi fortunata e vincente sotto molti punti di vista, sia per il loro debutto all’Ariston sia per aver cantato per la prima volta in italiano sul palcoscenico più importante d’Italia. Purtroppo la giuria di esperti non ha giudicato la loro performance in modo nettamente positivo, posizionandoli in fascia gialla. Un voto intermedio che non permette ai The Kolors di mantenere un posto in classifica favorevole, dovuto anche alle votazioni ottenute nell’arco dell’intera manifestazione canora. La giuria demoscopica li ha infatti premiati come artisti di fascia intermedia, nella prima serata della kermesse, così come la sala stampa nel terzo appuntamento. Il giallo del loro voto influirà quindi in modo pesante sulla valutazione finale, dato che il televoto del pubblico da casa contribuirà solo con un 50% rispetto al totale.

Accantonate quindi le prime posizioni, è possibile che i The Kolors riescano a ritagliarsi una posizione intermedia anche nella classifica finale, finendo magari subito dopo i primi tre posti del podio o nelle posizioni immediatamete successive. Secondo i bookmakers è facile inoltre che si verifichi un testa a testa fra la band di Stash e quella che guidata da Francesco Sarcina, Le Vibrazioni, con una previsione a favore della prima. Secondo la Snai, i The Kolors potrebbero infatti battere i rivali grazie ad una quota di 1.23 contro i 3.65 assegnati alla controparte. Se la previsione si dovesse realizzare, la band potrebbe addirittura superare in classifica Annalisa ed ambire quindi al quarto posto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori