Paolo Bonolis al Festival 2019?/ Video, le frecciatine a Claudio Baglioni a Sanremo Young

- Sebastiano Cascone

Paolo Bonolis, ospite a Sanremo Young di Antonella Clerici, esclude la partecipazione come conduttore e direttore artistico al Festival 2019. E lancia una frecciatina a Claudio Baglioni

paolo_bonolis_sanremo_young_tv_2018
Paolo Bonolis non sarà a Sanremo 2019

Paolo Bonolis, ospite di Sanremo Young di Antonella Clerici, ieri, ha escluso che, in un futuro recente, possa tornare a calcare il palco dell’Ariston in qualità di conduttore. Le frecciatine al direttore artistico, ancora in carica, Claudio Baglioni si sprecano: “Come vedo Sanremo 2019? Lo vedo dal divano.ou Se, vuoi te lo descrivo, nei dettagli. Con i suoceri ospiti d’onore e il Sanremo Young con i miei bambini. Non è che io non voglio condurre il Festival, se ci pensi le cose cambiano, prima il Festival lo facevamo noi, ora lo fanno altri. Ora quelli che cantavano presentano e quelli che presentano o si mette a cantare o se ne stanno a casa. Claudio Baglioni mi ha chiesto di finire di cantare un suo pezzo, l’unico che non è riuscito a finire ‘Non andare via, non andare via’. Lui che è preciso, per la Siae, sono tre euro. Mi ha chiesto di chiudere, bisogna monetizzare e io l’ho fatto” (CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO). In questi giorni, sono state avanzate le più svariate ipotesi sul futuro della kermesse festivaliera magari con una riconferma di Baglioni accanto all’altro ‘capitano coraggioso’, Gianni Morandi. E, poi, Fiorello, Laura Pausini, Fiorella Mannoia, Alessandro Cattelan e la volontà di vedere un altro volto Mediaset, Barbara D’Urso, al comando dell’armata festivaliera.

I PRECEDENTI DI PAOLO BONOLIS A SANREMO

Paolo Bonolis ha condotto due volte il Festival di Sanremo: nel 2005, dal 1 al 5 marzo, assume anche il ruolo di direttore artistico. L’edizione è vinta da Francesco Renga con Angelo. Nella conduzione è affiancato da Antonella Clerici (come dimenticare i suoi stravaganti look e le discese dalle scale) e la modella Federica Felini. In giuria c’è anche l’allora compagna Ambra Angiolini. Durante la manifestazione canora, il presentatore ha annunciato anche la morte di Alberto Castagna, avvenuta dopo un’emorragia interna. Bonolis fece un altro annuncio in diretta, informando della liberazione della giornalista de Il manifesto, Giuliana Sgrena (sequestrata diversi mesi prima da alcuni combattenti in Iraq); il padrone di casa, dopo pochi minuti, interruppe di nuovo la gara per annunciare la tragica morte del funzionario di polizia Nicola Calipari, artefice della liberazione della Sgrena, ucciso ad un posto di blocco dalle forze militari statunitensi in quanto scambiato per un terrorista iracheno. Ritorna sul palco dell’Ariston, nel 2009, assieme al fido Luca Laurenti. E’ stato affiancato da cinque presenze nel corso delle cinque giornate: Paul Sculfor e Alessia Piovan (1ª serata), Nir Lavi e Eleonora Abbagnato (2ª serata), Thyago Alves e Gabriella Pession (3ª serata), Ivan Olita (4ª serata), David Gandy e Maria De Filippi (serata finale). Trionfa Marco Carta nella sezione Big con La forza mia mentre una semisconosciuta Arisa si afferma tra le Nuove Proposte con Sincerità. Grande polemica per la presenza in gara di Povia con Luca Era gay, incentrata sulla storia di un ragazzo omosessuale che ritorna eterosessuale dopo l’incontro con sua moglie. Un brano criticato aspramente dalle assocazioni lgbt e cattoliche.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori