CASTELLO FORMENTINI/ Bandita la nouvelle cousine, cucina ‘medievalizzata’ (4 Ristoranti)

- Francesca Pasquale

Il Castello Formentini è la residenza della famiglia Formentini da più di 500 anni. Lo chef Massimo parla della sua cucina come esoterica bandendo la nouvelle cousine.

alessandro_borghese_4_ristoranti_web
Alessandro Borghese 4 Ristoranti

Sesta puntata di Alessandro Borghese 4 Ristoranti ambientata nella regione più nord-orientale d’Italia, il Friuli Venezia Giulia. In gara il Castello Formentini tra i 4 locali che si contenderanno il titolo di miglior ristorante con cantina. Il Castello Formentini è la residenza dalla famiglia Formentini da più di cinquecento anni. Il Castello venne costruito a difesa del paese e faceva parte di un ampio sistema difensivo imperiale. Nel 1520 Vinciguerra Formentini di Cividale acquistò il castello che sino a quel momento era appartenuto agli Ungrispach e che dopo l’acquisto fu completamente restaurato a causa di numerosi danneggiamenti che aveva subito per le tante guerre. Ultimo erede del Castello Formentini è Filippo che è molto legato alla tradizione della sua famiglia e ne ha deciso di valorizzare la struttura con il ristorante scegliendo come chef del Castello Massimo, da sempre molto vicino ai Formentini.

Pietre e colori tenui sono la caratteristica principale dell’intera struttura che viene spesso utilizzata come location di matrimoni grazie alla presenza di due grandi sale, ma allo stesso tempo è il luogo ideale per incontri di lavoro e piccoli eventi grazie ad ambienti molto affascinanti caratterizzati da pavimenti in cotto, travi a vista, caminetti in ogni sala nonché numerosi quadri antichi alle pareti. Il Castello dispone anche di un meraviglioso e grande parco dove è possibile ammirare un panorama suggestivo sulle colline del Collio sloveno e italiano. Spesso inoltre il Castello Formentini si anima di suoni, luci e colori per la tradizionale cena Medievale, serate allietate da musici, giullari e valorosi armati, il tutto accompagnato da una gustosa cena di quattro portate.

CASTELLO FORMENTINI: I PIATTI PROPOSTI RAPPRESENTANO L’ANIMO UMANO

I sapori della cucina sono quelli della tradizione e le ricette provengono da ricettari del 1300. Nell’ingresso del ristorante c’è la parte Enoteca in cui è possibile conoscere e degustare i vini del Castello. L’idea dello chef Massimo è riprendere le vecchie pietanze, infatti è lui stesso a definire il suo stile di cucina come ‘medievalizzato’ affermando che ‘il medioevo nel castello, sta come il cacio sui maccheroni’. Inoltre la nouvelle cousine è completamente bandita dal Castello Formentini, in quanto lo chef Massimo parla della sua cucina come esoterica, lasciando intendere che alcuni piatti proposti al Castello in qualche modo rappresentano l’animo umano. Chi ha avuto la possibilità di visitare il Castello Formentini e di fermarsi al suo ristorante ne è rimasto piacevolmente colpito grazie a piatti proposti di eccellente qualità. Il tutto accompagnato da buon vino ma anche da un ottimo staff. Infatti si può dire di essere trattati con riguardo e cortesia e allo stesso tempo i piatti serviti sono presentati in maniera ottimale. Il Castello Formentini viene quindi consigliato per assaporare la buona cucina friulana ma anche e soprattutto gli ottimi vini del Collio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori