Lo chiamavano trinità/ Info streaming sul film su Rete 4 diretto da E.B. Clucher (oggi, 26 febbraio 2018)

- Cinzia Costa

Lo chiamavano trinità, il film in onda su Rete 4 oggi, lunedì 26 febbraio 2018. Nel cast: Bud Spencer e Terence Hill, alla regia E.B. Clucher. La trama del film nel dettaglio. 

lo-chiamavano-trinita-dialetto-piemontese
il film western in prima serata su Ita

Per realizzare la scena iniziale di “Lo chiamavano Trinità…” in cui il protagonista divora un’intera padella di fagioli col sugo, Terence Hill fu costretto a digiunare 36 ore. Il film è stato girato nei territori al confine tra Lazio e Abruzzo e nei pressi della città spagnola di Almería. Per ricordare “Lo chiamavano Trinità…” il Parco regionale del Gran sasso e dei monti della Laga ha voluto installare a Campo Imperatore una targa in onore del film e dei due protagonisti. La colonna sonora del film è opera di Franco Micalizzi. Il testo del brano che apre e chiude il film, interpretato da Annibale Giannarelli, è del cantautore britannico Lally Stott. Il fischio invece è stato eseguito da Alessandro Alessandroni. Nei titoli di coda del film di Quentin Tarantino “Django Unchained” viene proposto il tema principale di Trinità.Il film con Bud Spencer e Terence Hill, clicca qui per vedere il trailer, andrà in onda su Rete 4 partire dalle 21.15 ma sarà possibile vederlo anche in streaming grazie al portale di Mediaset, sui propri dispositivi mobile cliccando qui.

NEL CAST ANCHE TERENCE HILL

Lo chiamavano trinità, il film in onda su Rete 4 oggi, lunedì 26 febbraio 2018 alle ore 21.15. Una pellicola d’avventura e western uscita in Italia nel 1970, per la regia di E.B. Clucher. Ad interpretare il ruolo dei protagonisti è una coppia di attori che insieme hanno fatto la storia del cinema italiano negli anni ’60 e ’70, si tratta del grande Bud Spencer e dell’amico e collega Terence Hill. I due attori hanno lavorato in coppia in ben diciotto pellicole, alcune molto famose come “Dio perdona… io no!” di Giuseppe Colizzi , “…continuavano a chiamarlo Trinità” e “I due superpiedi quasi piatti” entrambi diretti da E.B. Clucher e “Altrimenti ci arrabbiamo!” diretto e sceneggiato da Marcello Fondato. Ma vediamo insieme la trama del film nel dettaglio.

LO CHIAMAVANO TRINITA’…, LA TRAMA DEL FILM WESTERN

Trinità è un noto pistolero, pigro per natura ma buono come il pane. Dopo aver girato a lungo con il suo cavallo, si ferma in un piccolo paese e scopre che lo sceriffo del posto è suo fratello Bambino, ex-ladro e fuorilegge. Lo sceriffo deve fare i conti con tre malviventi al servizio del maggiore Harriman, questi, chiedono che venga liberato un loro compagno, accusato di aver violentato la moglie del giudice che dovrà presiedere il processo a suo carico. Bambino non si lascia corrompere e ammazza i tre banditi, subito dopo rivela al fratello di aver ucciso per sbaglio il vero sceriffo e di aver preso il suo posto in attesa di partire per la California, dove riprenderà a rubare. Con la stella di sceriffo al petto, Bambino entra nel saloon e si rivolge in tono minaccioso verso Harriman. In realtà l’uomo è interessato alla mandria di cavalli del maggiore e vorrebbe impadronirsene, per riuscirci chiede aiuto a Trinità, che però non ha alcuna intenzione di essere complice di Bambino. Il maggiore Harriman, a sua volta, ha messo gli occhi sulle terre abitate da gruppi di mormoni, si tratta di terre molto fertili e Harriman le vuole per sé. Quindi, raggiunge la piccola comunità e con fare minaccioso cerca di intimorire il capo dei mormoni, Tobia, nello stesso tempo, in paese, gli uomini del maggiore cercano di spaventare un altro mormone che era diretto all’emporio insieme a due fanciulle della comunità, Sarah e la bella Giuditta, la ragazza che ha fatto innamorare Trinità a prima vista. Inevitabile è l’intervento di Trinità, si scatena una vera rissa e gli uomini di Harriman hanno la peggio. Quando la notizia della rissa in paese arriva all’orecchio di Bambino, questi diventa una furia ma poi ci ripensa e decide di nominare suo fratello vice-sceriffo del paese. Insieme, i due fanno visita al campo dei mormoni e ancora una volta li difendono dall’attcco di un gruppo di banditi messicani. Mentre Harriman pretende che lo sceriffo e il suo vice diano le dimissioni, giunge la notizia che il vero sceriffo non solo non è morto ma anche messo una taglia su colui che abusivamente ha preso il suo posto. Trinità va a vivere con i mormoni per amore di Giuditta, mentre Harrimann chiede al bandito Mezcal di mandar via i mormoni con la forza, in cambio di venti cavalli. Grazie alla soffiata di una spia messicana, Trinità e i suoi amici riescono a rubare i cavalli del maggiore. Alla fine i mormoni vincono sui messicani e Trinità, che non è disposto a seguire le regole di vita della comunità, decide di andar via per raggiungere suo fratello in California.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori