Striscia la Notizia/ Isola dei Famosi: accordi tra la produzione e i concorrenti?

- Elisa Porcelluzzi

Questa sera, martedì 27 febbraio , alle 20.40 su Canale 5 si rinnova il consueto appuntamento con Striscia la notizia, condotto da Ficarra e Picone.

ficarra_picone_striscia
Ficarra e Picone conducono Striscia la notizia

Nella puntata di Striscia la Notizia in onda martedì 27 febbraio 2018, Valerio Staffelli ha di nuovo messo in luce delle incongruenze nel meccanismo de L’Isola dei Famosi, con l’edizione di quest’anno del reality che non sembra trovare pace dopo aver visto esplodere il cosiddetto “canna gate”, che ha portato all’espulsione di Francesco Monte, dopo la segnalazione di Eva Henger, per aver fumato dell’erba nell’albergo prima di partire per l’Isola. Striscia la Notizia da diverse settimane sottolinea come la produzione fosse probabilmente informata dei fatti prima ancora della segnalazione della Henger, e una testimonianza di Nadia Rinaldi farebbe pensare al fatto che alcuni concorrenti avrebbero potuto barattare silenzi sulla questione in cambio di una presenza garantita per più puntate nel programma. Il che sarebbe estremamente irregolare, visto che il regolamento della trasmissione impedisce accordi tra la produzione e i concorrenti. Un’altra patata bollente che passa tra le mani della conduttrice Alessia Marcuzzi e dei produttori dell’”Isola”. (agg. di Fabio Belli)

Grandi ascolti per il tg satirico

Questa sera, martedì 27 febbraio, alle 20.40 su Canale 5 andrà in onda una nuova puntata di Striscia la notizia condotta da Ficarra e Picone, che anticiperà al nuova puntata serale dell’Isola dei famosi. Ieri sera il tg satirico di Antonio Ricci ha registrato una media di 5.696.000 spettatori con uno share del 19.8%, registrando una sconfitta rispetto al competitor “I Soliti Ignoti – Il Ritorno”, in onda su Rai 1, che ha ottenuto 5.951.000 spettatori con il 20.7%. Nella puntata di ieri Moreno Morello è tornato a occuparsi delle plusvalenze nella compravendita di giocatori dei settori giovanili di alcune squadre di calcio italiane, che hanno portato la FIGC ad aprire un’inchiesta. L’inviato ha anche intervistato alcuni calciatori che avevano militato nelle squadre del Vicenza, Pescara Calcio, Ascoli e Cesena, protagonisti di questo meccanismo, ma tutti ignari del valore delle plusvalenze.

La precisazione dell’Ascoli Picchio

Dopo il servizio di Striscia la notizia, L’Ascoli Picchio ha voluto fare un’importante precisazione con una nota ufficiale pubblicata sul proprio sito. Nel suo servizio Moreno Morello ha fatto riferimento a un’operazione di mercato dell’Ascoli Calcio con il Vicenza dell’estate 2010 che riguardava il centrocampista Ivan Reali e l’attaccante esterno Andrea Mandorlini: “L’Ascoli Picchio FC 1898 S.p.A., con riferimento al servizio andato in onda questa sera su “Striscia la Notizia” dal titolo “Plusvalenze nella compravendita dei calciatori”, dichiara la propria estraneità ai fatti, essendo Reali e Mandorlini, i calciatori citati nel servizio, tesserati della Società Ascoli Calcio, fallita nel 2014. L’Ascoli Picchio si dichiara fiera del proprio apparato contabile, finanziario e amministrativo”, si legge sul sito della squadra. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori