Uomini e Donne Oggi / In onda il Trono Classico, video anticipazioni: situazioni scomode e tanti ospiti

- Anna Montesano

Uomini e Donne, oggi 27 febbraio 2018 in onda il trono classico. Nicolò Brigante rivuole Marta che non torna per paura di Tina. Mariano fa un’importante confessione

nicolo_brigante_uomini_donne_ued_cs_2018
Nicolò Brigante

Torna anche oggi l’appuntamento con Uomini e Donne, che vede in onda la seconda parte del Trono Classico. Dopo le esterne di Sara e Nilufar, oggi si continua con i due tronisti Nicolò Brigante e Mariano Catanzaro. Prima però fanno il loro ingresso in studio altri due ospiti, si tratta di Alex Migliorini e Alessandro D’Amico che svelano come sta procedendo la loro relazione. Si passa così a Nicolò che dopo la scorsa puntata ha voluto un nuovo confronto con Marta, che si conclude con un “Ci penserò”. Il tronista però la rivuole in studio e l’ha mandata a chiamare tramite la redazione. Marta è tornata ma alla fine ha deciso di non rientrare in studio “per paura” degli attacchi di Tina Cipollari. Clicca qui per vedere video anticipazioni.

LA CONFESSIONE DI MARIANO CATANZARO SULLE AGENZIE

Nessuno crede a questa motivazione e mentre in studio si parla dei messaggi privati scambiati tra la sorella di Nicolò e quella di Marta, Virginia Stablum lascia lo studio, inseguita da Nicolò. Si passa così al trono di Mariano che, come svela il Vicolo delle News, è uscito con Dalila che mette il tronista – che non capisce come una ragazza laureata possa essere interessata a lui – a disagio. Mariano è uscita ancora con Federica, con la quale ci sono state tante tenerezze e la voglia di un bacio. In studio poi il tronista svela che avrebbe voluto vedere anche Ida e anche se la scorsa settimana è uscita con Nicolò. Si conclude con la confessione di Mariano di essere stato contattato da alcune agenzie che gli hanno proposto di uscire con delle ragazza da loro inviate per avere poi lavoro, ma il tronista lo segnala perchè vuole trovare l’amore e non il lavoro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori