X-FILES 11/ Anticipazioni del 5 febbraio 2018: nuove verità su William?

- Morgan K. Barraco

X-Files 11, anticipazioni del 5 febbraio 2018, in prima Tv assoluta su Fox. Mulder e Scully ricevono un incarico particolare da un amico di vecchia data. 

x_files_11_fox_press_2018
X-Files 11, in prima Tv assoluta su Fox

Grande attesa per il secondo episodio dell’undicesima stagione di X Files. Dopo la prima puntata di settimana scorsa, cresce anche la curiosità intorno al personaggio di William, figlio di Mulder e Scully: “Immagino che i fan non vedano l’oro di conoscere questo personaggio, che abbiamo deciso di sviluppare in modo unico: tra le altre cose, sarà anche in qualche modo terrificante”, ha detto Chris Carter, storico autore della serie, in un’interessante intervista a EW. L’autore ha anche anticipato che il sesto episodio di X Files 11 sarà interamente dedicato a Walter Skinner, il personaggio interpretato da Mitch Pileggi: “Non avevamo mai esplorato il personaggio di Walter Skinner. Apprendiamo di più su Skinner e sui suoi legami con Mulder e Scully e su come sia stato un loro leale sostenitore a proprie spese”. (agg. Elisa Porcelluzzi)

X-FILES 11, ECCO DOVE SIAMO RIMASTI

Nella prima serata della Fox di oggi, lunedì 5 febbraio 2018, andrà in onda un nuovo episodio di X-Files 11, in prima Tv assoluta. Sarà il secondo, dal titolo “Simulazione“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: l’Uomo che fuma (William B. Davis) racconta la propria storia, dagli esordi nell’FBI fino all’epoca attuale. Nel corso della sua vita ha vissuto diverse esperienze che ogni essere umano non riterrebbe possibili, ma del tutto vere. I suoi due figli, così diversi e così simili, sono la sua unica eredità ad un mondo che ancora non è disposto a credere. UFO, l’atterraggio sulla Luna e molti altri eventi quotidiani e non solo: tutti episodi che ha vissuto sulla sua pelle consapevole di essere il grande burattinaio che agiva anche alle spalle di potenti e Presidenti, dittatori e Comandanti. Nel presente, Mulder (David Duchovny) trova Scully (Gillian Anderson) priva di coscienza sul pavimento.

I medici credono che abbia avuto una crisi epilettiche e la neurologa ha individuato un’attività cerebrale anomala. Skinner (Mitch Pileggi) invece nota che l’ipotalamo di Scully suggerisce di cercare qualcuno di preciso ed ipotizza che possa parlare di William. In seguito, Scully si risveglia e riferisce a Mulder che esiste un virus in grado di creare una pandemia, invitandolo a cercare al più presto l’Uomo che fuma. Mulder conclude invece che la partner sia stata sottoposta ad un esperimento che le ha permesso di avere delle pseudo visioni sul futuro. Dopo essere stato aggredito da uno sconosciuto, Jeffrey Spender (Chris Owens) si mette in contatto con Mulder e lo avvisa che sono alla ricerca di William. Intanto, l’Uomo che fuma ascolta la loro conversazione e conclude con Monica Reyes (Annabeth Gish) che è arrivato il momento di nascondersi, prima che Mulder lo trovi e lo uccida. Mentre Mulder cerca di sfuggire a chi lo insegue, Spender avvisa Scully che stanno cercando William e che lo ha affidato ad una coppia di genitori adottivi. 

Scully riesce ad avvisare in tempo Mulder del pericolo imminente e non riesce a convincerlo a non cercare l’Uomo che fuma. Ore dopo, quest’ultimo e Monica Reyes si presentano nell’auto di Skinner. Una volta a casa dell’Uomo che fuma, Mulder si ritrova di fronte ad un gruppo sconosciuto di cospiratori, che lo avvisano del piano sterminatore del primo. L’Uomo che fuma avvisa invece Skinner di aver protetto il mondo per tutta la sua vita e che vuole il suo aiuto per impedire che i nemici prendano William, offrendogli in cambio l’immunità al virus Spartan. Nel frattempo, Einstein (Lauren Ambrose) e Miller (Robbie Amell) trovano Scully lungo la strada in seguito ad un incidente e la riportano in ospedale. In seguito un uomo cerca di strozzare Scully mentre sta dormendo, ma Mulder gli taglia la gola con un bisturi. In quel momento, l’Uomo che fuma rivela a Skinner di essere il vero padre di William e di averlo creato grazie al DNA alieno. 

ANTICIPAZIONI DEL 5 FEBBRAIO 2018, EPISODIO 2 “SIMULAZIONE” 

Mulder e Scully entrano in contatto con uno scienziato, Richard Langly, che li avvisa di essere morto da tempo. La sua coscienza virtuale è inoltre parte di una simulazione programmata dall’NSA che si attiva non appena ogni persona che partecipa all’esperimento cessa di vivere. Langly è convinto inoltre che siano ormai diventati degli schiavi digitali e che ogni loro idea venga rubata per un piano più grande. Per questo chiede ai suoi due amici di provvedere al più presto a distruggere il dispositivo, anche se questo vorrà dire cessare per sempre ogni contatto con l’umanità. Mentre i due agenti cercano una soluzione, Mulder scopre che la simulazione è capeggiata da Erika Price e decide di sfruttarla, offrendole il proprio aiuto. Ottiene così il tempo necessario perchè Scully entri nella stanza dei server e disattivi tutto, ma una volta messo in atto il piano, dovranno riprendere da capo l’indagine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori