Red Canzian/ Video, “Ognuno ha il suo racconto”: il brano conquista il pubblico dell’Ariston (Sanremo 2018)

- Raffaele Graziano Flore

Dopo lo scioglimento dei Pooh, l’ex bassista Red Canzia esordirà sul palcoscenico del Festival di Sanremo da solita con “Ognuno ha il suo racconto”, un brano dalle sonorità rock

red_canzian_foto_facebook_2018
Red Canzian

Giacca rossa damascata, quasi a richiamare il suo nome d’arte, Red Canzian sale sul palcoscenico dell’Ariston per la sua prima esibizione al Festival di Sanremo 2018 per urlare forte al suo uditorio “Ognuno ha il suo racconto”. Una canzone forte e grintosa quella che porta Red Canzian, storico elemento dei Pooh che al Festival ritrova in gara due grandi amici del gruppo, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, che si sono esibiti prima di lui. Un’esibizione davvero forte quella del cantante che conquista l’applauso del pubblico e anche qualche “bravo” urlato dai posti a sedere. Non manca qualche parole sulla violenza sulle donne, visto che all’occhiello porta il fiore che a questo festival è simbolo della lotta a ogni tipo di violenza su coloro che sempre più spesso la subiscono. (Aggiornamento di Anna Montesano)

Il 45 giri già esaurito in preorder

C’è grande attesa sul palco dell’Ariston per l’esordio di Red Canzian, da ex bassista dei Pooh a solista. In gara con la canzone Ognuno Ha Il Suo Racconto, Red Canzian è certo di stupire tutti. Questa mattina di preparazione al debutto, l’artista ha voluto ringraziare sui social i numerosi fan che gli dimostrano costante affetto. Così per mezzo di un post ha fatto sapere che mentre era alle prese con le copie speciali del suo nuovo album ‘Testimone Del Tempo’, in edizione limitata per Amazon, è venuto a conoscenza che il 45 giri di Ognuno Ha Il Suo Racconto è già esaurito in preorder. Queste le sue parole in merito: “Ciao a tutti! Proprio mentre sto firmando le copie speciali di “Testimone Del Tempo” in edizione limitata per Amazon.it, mi hanno detto che il 45 giri di “Ognuno Ha Il Suo Racconto” è già esaurito in preorder! Non l’avete ancora ascoltato e già mi dimostrate grande affetto per questo brano… grazie di cuore! Io intanto vado avanti a firmare altrimenti stasera non arrivo in tempo sul palco…”.

‘OGNUNO HA IL SUO RACCONTO’ PORTA UAN VENTATA ROCK AL FESTIVAL

La presenza di Red Canzian sul palcoscenico del Festival di Sanremo 2018 col brano “Ognuno ha il suo racconto” rappresenta una delle curiosità che accompagnano la lunga vigilia della sessantottesima edizione della rassegna canora, dato anche che segnerà l’esordio ufficiale dell’ex bassista dei Pooh, scioltisi nel 2016, in quel Teatro Ariston che aveva visto lo storico quartetto trionfare nel 1990 con “Uomini soli”. Ma non solo: l’artista porterà una piccola ventata di novità in un Festival che si preannuncia virato su tutt’altre sonorità dato che questa volta il 66enne originario di Quinto di Treviso ci riproverà da solo con “Ognuno ha il suo racconto”, canzone che, stando ai primi ascolti di alcuni giornalisti, è quella maggiormente rock dell’intero lotto, con un accenno di assolo e un testo certo non banale. Peraltro, l’esibizione di Canzian sarà interessante perché rappresenterà anche una sorta di preview di quello che i suoi fan vedranno nel tour primaverile che il bassista veneto ha in programma.

RED CANZIAN, L’ANNUNCIO DEL TOUR SU FACEBOOK

Infatti, è di prossima pubblicazione con l’etichetta BMG l’album “Testimone del tempo” e col quale Red Canzian prova, come i suoi ex sodali, a chiudere quella lunghissima parentesi che lo ha visto per 50 anni militare nelle fila dei Pooh. E in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook ufficiale, il 66enne bassista ha svelato alcuni dettagli di queso suo lavoro solista e mostrato anche in anteprima quale sarà la copertina.

L’uscita è prevista per il 16 febbraio, dunque strategicamente nella settimana successiva al Festival di Sanremo: “Testimone del tempo” conterrà tredici brani, tra cui lo stesso “Ognuno ha il suo racconto”, e nel quale proverà a “voltare pagina” come ha avuto modo più volte di raccontare. “Con l’uscita del nuovo album tornerò sul palco e girerò i teatri italiani con uno spettacolo di oltre due ore dove, attraverso una narrazione fatta di parole, immagini e, ovviamente, tante canzoni, racconterò la musica e i fatti che hanno cambiato il mondo dagli anni ’50 in poi” ha scritto Canzian nel suo posto, aggiungendo che il tour sarà anche l’occasione di parlare di se stesso e del “suo viaggio”.

CANZIAN, “RIPARTIRE E GUARDARE UN ORIZZONTE DIVERSO”

Red Canzian quindi si appresta a dare vita a un lungo tour nei teatri a supporto di “Testimone del tempo” e che, una volta esauritasi la sua esperienza sanremese, lo vedrà esordire il 4 maggio al Gran teatro Geox di Padova per poi finire a fine mese (il 27) a Milano al Teatro degli Arcimboldi. E il 66enne artista ha svelato alcuni dettagli dello stesso tour che lo vedrà salire sul palco assieme alla figlia Chiara (vocalist e percussioni), Phil Mer (batteria), Ivan Geronazzo (chitarra elettrica) e molti altri. “Alla fine del viaggio ci vuole coraggio” ha spiegato Canzian, riferendosi chiaramente alla fine della cinquantennale esperienza con i Pooh e all’aver intrapreso un progetto solita: tuttavia, il diretto interessato aggiunge anche che “per ripartire e guardare verso un orizzonte diverso, le forze e le certezze le riconosci dalle passioni dell’inizio”, vale a dire in quell stessa musica che, quando era ancora un ragazzo, lo ha fatto “sognare di diventare un giorno una rock star”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori