PUOI BACIARE LO SPOSO/ Video, arriva al cinema il nuovo film di Alessandro Genovesi: parla Salvatore Esposito

- Elisa Porcelluzzi

Ieri 1° marzo è arrivato nei cinema “Puoi baciare lo sposo”, la nuova commedia di Alessandro Genovesi. Salvatore Esposito interpreta un ragazzo gay che deve far accettare le sue nozze.

puoi_baciare_lo_sposo
Puoi baciare lo sposo, al cinema

Salvatore Esposito arriva al cinema nel nuovo film di Alessandro Genovesi intitolato Puoi baciare lo sposo”. Balzato alle cronache per il ruolo di Genny Savastano in Gomorra – La serie, l’attore napoletano interpreta un ragazzo gay, che ha il problema di far accettare il matrimonio alla sua famiglia, in particolare al padre Roberto (interpretato da Diego Abatantuono). Questa nuova scommessa è stata accolta con entusiasmo da Esposito che, alle pagine del settimanale Style, ha precisato: “In un mondo normale avrebbe dovuto crearmi problemi diventare un killer pazzo e senza scrupoli, non certo un giovane che vive una storia d’amore“. L’attore precisa infatti di essere stato felice di avere portato in scena una delle questioni più spinose della società contemporanea: “La storia è molto moderna perché racconta uno dei crucci dell’Italia di oggi, senza stereotipi né pregiudizi. Sono credente e quando ho letto la sceneggiatura mi sono chiesto come sia possibile che, nonostante le aperture di Papa Francesco, le coppie dello stesso sesso non possano ancora adottare e sposarsi con rito religioso“. [Agg. di Dorigo Annalisa]

DIANA  DEL BUFALO È BENEDETTA

Protagonista femminile di “Puoi baciare lo sposo”, nuovo film di Paolo Genevosi, è Diana Del Bufalo. La giovane attrice, nata nella scuola di Amici di Maria De Filippi e considerata un vero talento, ha presentato la pellicola in un’intervista rilasciata al portale Gay.it. Nel film, Diana interpreta una Benedetta, amica di una coppia di ragazzi che vive a Berlino e che decide di coronare il sogno d’amore svelando la verità alle proprie famiglie. Con il film, Diana Del Bufalo si augura di aiutare tanti ragazzi a trovare il coraggio per uscire allo scoperto. “Questa pellicola aiuterà tutti quei ragazzi che non hanno ancora trovato il coraggio di fare coming out, ma anche tutti quei genitori mentalmente più chiusi”, afferma l’attrice che, nel film, interpreta un personaggio diverso da quella che è lei nella realtà – “Alessandro Genovesi, il personaggio di Benedetta, me l’ha cucito addosso. Certo, lei è molto più trasgressiva di me: è piena di tatuaggi e si fa le canne!”, ha spiegato l’attrice con la sua solita vena ironica (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

LE PAROLE DI GENEVOSI

Oggi, giovedì 1° marzo, arriva nei cinema “Puoi baciare lo sposo” la nuova commedia di Alessandro Genovesi, dopo “Ma che bella sorpresa” del 2015. I giovani protagonisti sono Cristiano Caccamo, che interpreta Antonio, già visto nelle fortune serie Che Dio ci aiuti e Don Matteo 11, e Salvatore Esposito che lascia i panni del terribile Genny Savastano di Gomorra – La serie per vestire quelli di Paolo. Una decisione combattuta quella di assegnare all’attore napoletano un ruolo così lontano da quello a cui il pubblico è abituato: “Non tutti pensavano che potesse funzionare. La mia intenzione era fare un cast originale, che potesse un po’ stupire, e ovviamente trovare degli attori che fossero credibili nei loro ruoli: il codice recitativo e la messa in scena non dovevano essere quelli della farsa”, ha rivelato il regista intervistato da Best Movie. Antonio e Paolo sono una coppia gay e vivono felicemente a Berlino, “la città più “gaia” che ci sia al momento” ha spiegato Genovesi.

IL TRAILER DEL FILM

Quando Antonio chiede a Paolo di sposarlo, per i due arriva il momento di affrontare le rispettive famiglie. Partono per l’Italia, destinazione Civita di Bagnoregio, dove vivono i genitori di Antonio: la madre Anna (Monica Guerritore) e il padre Roberto (Diego Abatantuono), sindaco del paese che ha fatto dell’accoglienza e dell’integrazione i punti di forza della sua politica. Con loro arrivano in Italia i due coinquilini: Donato (Dino Abbrescia), in crisi d’identità, e Benedetta (Diana Del Bufalo). Nel cats anche Antonio Catania, nei panni de prete del paese. Anna accetta subito la decisione del figlio di sposare Paolo a patto che vengano rispettate le tradizioni e alcune condizioni: alle nozze dovrà partecipare la futura suocera, bisognerà invitare tutto il paese, dell’organizzazione se ne dovrà occupare il celebre wedding planner Enzo Miccio e dovrà essere Roberto, nel suo ruolo di sindaco, a celebrare l’unione dei due ragazzi. La madre di Paolo, Vincenza (Rosaria D’Urso), parteciperà alle nozze? Roberto sosterrà la scelta di suo figlio? D’altronde, come dice Paolo: “So’ tutti quanti bravi a fare i gay a Berlino”. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori