Ivan Zazzaroni vs Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro/ Altre polemiche: L’omofobia è… (Ballando con le stelle)

Zazzaroni vs Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro: voto “zero” per esibizioni e critiche alla coppia scatenano bufera “omofobia”. Lo scontro con Tommaso Cerno: “non sono omofobo, ora basta”

17.03.2018 - Francesca Pasquale
Giovanni_Ciacci
Giovanni Ciacci

Continuano a far polemica le parole di Ivan Zazzaroni dopo che ieri sera c’è stato un battibecco a Ballando con le stelle dopo l’esibizione della coppia formata da Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro. Durante questa lunga domenica di sport Ivan Zazzaroni ha commentato su Twitter i vari sport protagonisti della giornata, tornando anche su quanto accaduto ieri sera in diretta su Rai Uno. Altre polemiche per l’ultimo commento in cui ha scritto: “Canto di un compagno errante di Bejart e Proust di Petit sono capolavori incontenstabili danzati da uomini, ma non c’entrano nulla con una coppia di Ballando con le stelle. Saluto i professonisti dell’indignazione cieca e sorda. L’omofobia è un cancro”. A qualcuno non è piaciuto il dover tirare in ballo una malattia grave come il cancro anche se ovviamente le parole di Zazzaroni sono del tutte slegate dal contesto medico. Le polemiche non si fermano e staremo a vedere quanto dureranno ancora. (agg. di Matteo Fantozzi)

“L’OMOFOBIA COME IL DIAVOLO!”

Arrivano le nuove repliche di Ivan Zazzaroni dopo l’ennesimo attacco ricevuto e subito in seguito al suo giudizio su Ciacci e Todaro: questa volta a parlare è Tommaso Cerno, ex vice direttore di Repubblica e appena neoeletto nelle file del Partito Democratico nel collegio di Milano. Su Twitter, scrivendo a Selvaggia Lucarelli, commenta così le polemiche di ieri sera a Ballando con le stelle: «l’omofobia è come il diavolo, si nasconde nei dettagli». A quel punto il giornalista sportivo non ci sta e sempre su Twitter risponde direttamente al collega che lo ha tacciato di essere omofobo: «Caro Tommaso, ora basta però: ci conosciamo e ci siamo chiariti (spero) privatamente. Alimentare una polemica lanciando accuse fuori luogo (omofobo) è un insulto alla tua intelligenza. E alla mia.Accetto il giudizio negativo sulla mia valutazione, ma finisce qui. Omofobo, no». A quel punto Cerno prova a smorzare e scrive che «A parole mi hai chiarito le tue intenzioni. Ora vai in campo e dimostralo… buone danze», ma Zazzaroni controreplica che le «cose le devi vedere..» facendo riferimento a controllare per davvero quanto successo, vedendo che non vi è alcun giudizio omofobo ma solo nel merito della questione di gara. 

“MIO GIUDIZIO È SOLO ESTETICO”

Ormai è due settimane che impazza la forte critica contro Ivan Zazzaroni per la sua non nascosta mancata stima per la coppia di ballerini Ciacci e Totaro: dopo che ancora ieri sera e questa mattina impazza su social e sul web le accuse di omofobia per aver voluto prima non dare voti alla coppia artistica e poi, costretto dal regolamento, assegnato zero punti, rispuntano i commenti di utenti “omofobi” che appoggiano la scelta di Zazzaroni scrivendo «ha fatto bene il giornalista, ormai questi cu…ni non ti permettono di avere una tua opinione. Non sanno rispettare il pensiero altrui, mi verrebbe da dire altro per esprimere lo schifo che mi fanno, ma evito per buonsenso», questo è solo uno dei tanti commenti social dopo la serata di Ballando con le stelle di ieri sera. Già settimana scorsa il leader del Popolo della Famiglia, Mario Adinofli, aveva difeso dalle accuse di omofobia il giudice Zazzaroni dicendo che «il ballo deve vedere protagonisti insieme un uomo e una donna». A quelle parole però Zazzaroni aveva voluto replicare – e probabilmente lo farà anche questa volta nelle prossime ore – affermando di «esprimere un proprio parere solamente dal punto di vista dell’estetica e della tradizione e non dell’orientamento sessuale». Bufera chiusa? Per ora no, gli attacchi contro Zazzaroni per la vicenda Ciacci-Todaro continua.. (agg. di Niccolò Magnani)

PUBBLICO FURIOSO: “PAROLE OMOFOBE”

Continua a imperversare la polemica legata alle parole di Ivan Zazzaroni a Ballando con le stelle, dopo l’esibizione di Giovanni Ciacci col ballerino Raimondo Todaro. Secondo il giornalista il tutto è stato abbastanza fuori contesto e considerato adatto a un altro programma. Il pubblico presente in studio ha rumoreggiato pesantemente e sui social poi si è scatenanto definendo omofobe le parole di Ivan Zazzaroni. Il noto giornalista si è però sempre distinto per educazione e intelligenza, difficile pensare che possa essere un omofobo anzi è sicuro che avrà, dopo questo episodio, possibilità di chiarire quanto detto. Sul suo profilo di Twitter intanto non ci sono commenti in merito, ma solo una foto con Carolyn Smith altro giudice che definisce “donna coraggiosa e disciplinata”. Di certo il pubblico si aspetta di vedere una reazione perché le sue parole sulla coppia formata da Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro non sono piaciute a nessuno. (agg. di Matteo Fantozzi)

CIACCI: “MI SONO VERGOGNATO TANTISSIMO”

Ciacci si confessa: “Sabato sera sarei scappato. Mi sono vergonato tantissimo”. “Non mi sento un artista: ho fatto un percorso dietro le quinte e poi mi sono costruito un personaggio. Sicuramente è una maschera”. Lo stylist si rivela per quel che è: “timido e insicuro”. “Per questo recito la parte del clown”. Selvaggia Lucarelli aveva ragione, quando parlava del “vero” Giovanni Ciacci. Chissà se stasera l’avrà convinta… “Secondo me la strada è giusta. Certo potrebbe fare qualcosina in più”. Del tipo? “Togliersi quei glitter di dosso”. Smith: “Il boogie è andato abbastanza bene. Mi piacerebbe vedervi ballare in coppia, però”. Zazzaroni: “Totalmente fuori contesto”. Il giornalista si rifiuta di votarli, e Milly Carlucci si mostra sorpresa: “E’ una cosa senza precedenti”. Ciacci si sente toccato: “Ti rendi conto di quello che dici?”. Infine, Zazzaroni cede e gli assegna uno zero; compensa il dieci di Canino. [agg. di Rossella Pastore]

LA PRIMA ESIBIZIONE

Com’era ampiamente nelle previsioni, l’esperto di stile e personaggio televisivo Giovanni Ciacci è stato uno dei grandi protagonisti della prima puntata di Ballando con le stelle 2018. Il volto noto della trasmissione Detto Fatto, ha ballato in coppia con Raimondo Todaro diventando di fatto il primo uomo a ballare con un altro uomo nella storia del programma. Una novità che ha fatto scalpore non solo in Italia ma anche e soprattutto all’estero con la clamorosa censura messa in atto in Russia. Come ha avuto modo di raccontare e denunciare lo stesso Ciacci, durante la sua esibizione l’emittente russa che stava proponendo in diretta il primo appuntamento di Ballando con le stelle, ha mandato in onda uno spot pubblicitario. Una presa di posizione che non ha certamente fatto piacere al diretto interessato anche se quanto avvenuto sta contribuendo ad accrescere l’attenzione attorno allo stesso personaggio. Per cronaca, la performance di Ciacci e Todaro è stata valutata in maniera abbastanza positiva dalla giuria tant’è che i due si sono classificati all’ottavo posto su tredici con 30 punti.

GIOVANNI CIACCI: “PASSERÒ ALLA STORIA”

In una intervista rilasciata in queste ore da Giovanni Ciacci al noto settimanale DiPiù, si è parlato della sua decisione di ballare al fianco di un uomo. Una scelta che non trova precedenti storici tant’è che lo stesso esperto di stile è conscio di essere passato alla storia del programma e della televisione italiana: “A quanto pare è una faccenda già passata alla storia: già perché mi hanno detto che nella storia di Ballando con le Stelle che va in onda in 72 Paesi, è la prima volta che una coppia di ballerini dello stesso sesso partecipa alla gara. Che cosa dire? Da una parte sono fiero di essere protagonista di quella che è stata definita una novità storica, dall’altra parte, però, mi viene da sorridere, perché questa novità è in realtà un ritorno al passato: infatti le prime gare di ballo nell’Ottocento, si svolgevano tra coppie di uomini perché all’epoca era considerato sconveniente che le donne partecipassero”.

IL PARTNER IDEALE

Nella stessa intervista esclusiva che Giovanni Ciacci ha rilasciato a DiPiù ha avuto anche modo di parlare del feeling che si è creato con il suo partner nel ballo, Raimondo Todaro. L’esperto di stile ha definito Todaro un partner perfetto oltre che un maestro di ballo straordinario: “Raimondo è eccezionale come maestro e ballerino. È il partner ideale per me: non solo è un maestro eccezionale e un ballerino eccezionale, oltre a essere abbastanza alto per tenere testa al mio metro e novanta di statura, ma ha capito perfettamente lo spirito con cui voglio partecipare a Ballando con le stelle. E questo spirito si può riassumere in una frase: per me il ballo è libertà, non ha confini, non ha sesso, non ha colore. E, secondo me, non deve essere ingabbiato in ruoli prestabiliti proprio come la vita”. Infine, Ciacci ha rivelato che dopo essere stato invitato dalla Carlucci a partecipare al programma nello scorso autunno, per non farsi trovare impreparato ha preso lezioni private di ballo.

I commenti dei lettori