Monica Vitti/ La nipote di Michelangelo Antonioni: “Quella volta che andò nel panico…” (La Vita in Diretta)

- Silvana Palazzo

Monica Vitti, l’omaggio de La Vita in Diretta. La nipote di Michelangelo Antonioni: “Quella volta che andò nel panico…”. Le ultime notizie sull’attrice, a cui è stata dedicata una mostra

monica_vitti_elisabetta_antonioni_vita_diretta
Monica Vitti, l'omaggio de La Vita in Diretta

Una mostra celebra Monica Vitti, la “musa” di Michelangelo Antonioni. Fino al 10 giugno il Teatro dei Discauri al Quirinale ospita una mostra dedicata all’attrice romana. Un prezioso patrimonio multimediale e fotografico esposto al pubblico che ama la mattatrice della commedia all’italiana. Monica Vitti è stata celebrata anche da La Vita in Diretta, che le ha dedicato uno spazio della sua puntata di oggi. Il programma di Raiuno ha raccolto la testimonianza di Elisabetta Antonioni, nipote di uno dei maestri del cinema italiano, il celebre cineasta Michelangelo Antonioni. «Una volta andai sul set del “Deserto rosso” a Ravenna e la vidi seduta sul letto dove doveva girare una scena quasi d’amore. Si stava limando le unghie, poi fu chiamata per girare ed entrò subito nella parte, completamente. Io mi meravigliai per questa sua grande professionalità», ha ricordato Elisabetta Antonioni a La Vita in Diretta.

MONICA VITTI, L’OMAGGIO DE LA VITA IN DIRETTA ALL’ATTRICE

Elisabetta Antonioni ha raccontato a La Vita in Diretta anche il primo incontro con Monica Vitti, che intrecciò una relazione artistica e sentimentale con Michelangelo Antonioni. «Fu un incontro familiare, mio zio ci fece conoscere quest’attrice che per noi era la persona che lui amava. Il fatto che ce la portò in casa dimostrava un grande amore verso lei». Elisabetta ha rievocato anche un simpatico aneddoto per dimostrare la genuinità dell’attrice romana: «Ricordo che una volta Monica provò a prendere una fetta di prosciutto, ma le cadde sul tavolo e diventò paonazza. Mio zio, che era sempre molto ironico, con fare serio le disse che se avesse continuato così non l’avrebbe più portata. Io avevo capito che stava scherzando, lei no ed entrò nel panico». Barbara Bouchet invece ha contestato il fatto che le grandi attrici non vengono celebrate come gli uomini: «Non è giusto che non sia mai stata celebrata. Sono felice che finalmente sia stata fatta questa mostra».







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori