X-Files 11/ Anticipazioni del 19 marzo 2018: streghe e cani infernali per Mulder e Scully

- Morgan K. Barraco

X-Files 11, anticipazioni del 19 marzo 2018, in prima Tv su Fox. Mulder e Scully indagano sulla misteriosa morte di un bambino, collegata ad un bosco.

x_files_11_fox_press_2018
X-Files 11, in prima Tv assoluta su Fox

X-FILES 11, ECCO DOVE SIAMO RIMASTI

Oggi, lunedì 19 marzo 2018, la Fox trasmetterà nella sua seconda serata un nuovo episodio di X-Files 11, in prima Tv assoluta. Si tratta dell’ottavo, dal titolo “Caccia alle streghe“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Mulder (David Duchovny) e Scully (Gillian Anderson) si trovano in una realtà alternativa in cui tutto è gestito dalle macchine. Seduti al ristorante giapponese, vivono il primo errore dell’intelligenza artificiale a causa di un’errata interpretazione del piatto scelto da Mulder. Data l’assenza di personale, l’agente è costretto alla fine a rimanere senza cena ed in più la sua carta di credito viene bloccata in modo misterioso dal sistema di pagamento. Scully decide quindi di tornare a casa grazie ad un servizio trasporto senza autista, che finisce tuttavia per superare i limiti di velocità. Mulder invece deve fare i conti con delle difficoltà con il navigatore, che invece di indicargli la strada di casa lo porta di nuovo al ristorante. Arrivata alla porta di casa, il sistema non riconosce la password di Scully e le viene addebitato un costo di 250 dollari per procurato allarme. Poco dopo, il suo assistente personale l’avvisa che la sua crema preferita sta finendo. Mulder invece viene preso di mira da alcuni droni ed infine anche con le password di accesso del pc. Dopo aver ricevuto un pacco che non ha ordinato, Scully tenta invano di mettersi in contatto con l’assistenza clienti.

La situazione si complica quando la casa intelligente decide di alzare la musica a tutto volume e dal scatolo il dispositivo di raccolta polveri si anima da solo. Dopo aver scoperto che il suo appartamento è invaso da nanobot, Mulder riesce a fuggire ed a raggiungere Dana, che invece è in ostaggio del dispositivo che regola la casa. Riesce però a rompere un vetro ed a lasciare il posto prima che un’esplosione dovuta ad una fuga di gas la travolga. Vengono infine presi di mira da diversi droni ed un sistema di sicurezza, che li confina all’interno di una fabbrica. Qui hanno un nuovo contatto con le macchine, da cui riescono a sfuggire definitivamente. Tornando nel presente, Mulder e Scully si trovano in una tavola calda e funziona tutto come sempre. La cameriera porge loro il conto, la colazione abbondante. Solo i cellulari sembrano riportare i due verso una realtà diversa, ma alla fine entrambi decidono di dedicarsi all’altro ed alle emozioni umane.

ANTICIPAZIONI DEL 19 MARZO 2018, EPISODIO 8, “CACCIA ALLE STREGHE”  

Nel nuovo episodio, Mulder e Scully dovranno confrontarsi con una minaccia presente in Connecticut. Un bambino viene infatti attirato nella foresta da un burattino a grandezza naturale. Una volta sul posto, per i due agenti sarà chiaro che lo Sceriffo locale Strong abbia qualcosa da nascondere. Al ritrovamento del cadavere del piccolo, la Polizia ipotizzerà inizialmente la possibilità che sia stato attaccato dagli animali. Il medico legale invece sottolinea che non è chiaro se i predatori siano intervenuti in un secondo momento. Per Scully è chiaro che l’assassino vada fermato al più presto prima che possa uccidere di nuovo. La teoria di Mulder invece si dirige subito verso il Segugio Infernale. Si sbaglierà? In alternativa, per lo Spettrale il caso potrebbe essere collegato con la storia di Goodie Bishop, giustiziata durante la caccia alle streghe a Salem nel 1692. Nonostante le accuse, la donna venne tuttavia uccisa mediante impiccagione e non con il fuoco, com’era in uso all’epoca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori