Windtalkers, Rai Movie/ Nel cast Nicolas Cage e Adam Beach: info streaming e trama (oggi, 24 marzo 2018)

- Cinzia Costa

Windtalkers, il film in onda su Rai Movie oggi, sabato 24 marzo 2018. Nel cast: Nicolas Cage, Adam Beach e Christian Slater, alla regia John Woo. La trama del film nel dettaglio.

windtalkers_film_3
Il film di guerra in prima serata su Rai Movie

Il film “Windtalkers” non ha conquistato la critica: “Costato 118 milioni di dollari, il film è anche molto spettacolare, ma su registri diversi dai soliti di John Woo. Che qui sembra troppo rispettoso per abbandonarsi al suo fiammeggiante stile hongkonghese, ma non riesce ugualmente a darci quel senso di stupore e di verità che è la chiave di ogni film di guerra, per quanto smaccatamente falso possa essere. Per carità: dopo oscenità come ‘Pearl Harbor’ e ‘Il mandolino del capitano Corelli’, questo ‘Windtalkers’ dalle movenze classiche è un gioiello di decenza se non di inventiva. Ma è dura tornare alla guerra nel Pacifico dopo ‘La sottile linea rossa’”, ha scritto Fabio Ferzetti sul Messaggero. Roberto Nepoti, su Repubblica, ha stroncato il protagonista: “La cosa peggiore è Nicolas Cage, allucinato e saldamente in testa alla classifica degli attori più negati della sua generazione”. Il film “Windtalkers”, clicca qui per vedere il trailer, andrà in onda su Rai Movie a partire delle 21.10 ma sarà possibile vederlo anche sintonizzando i propri dispositivi mobile a Rai Play, cliccando qui.

CURIOSITÀ

Una pellicola di genere guerra e drammatica che è stata diretta da John Woo e sceneggiata da John Rice nel 2002 ed è stata prodotta negli Stati Uniti d’America dallo stesso regista con Terence Batteer. Le case di produzione che hanno fatto parte del progetto sono Lion Rock Productions, Metro-Goldwyn-Maeyer e 01 Distribution che ha invece gestito la distribuzione della pellicola in Italia. Il montaggio del film è stato realizzato da Steven Kemper con gli effetti speciali di Phil Cory e con le musiche della colonna sonora che sono state composte da James Horner, la scenografia infine, è stata ideata da Holger Gross. Pellicola che nonostante l’imponente bottage pubblicitario, non è riuscita a riguadagnare neppure le spese di produzione, gli incassi totali della pellicola sono stati inferiori infatti ai cento milioni di dollari americani, a fronte di spese dichiarate dalle case di produzione di oltre centoventi milioni di dollari. Riprese interamente americane, la produzione in tale contesto ha deciso di ricreare le zone di guerra nella spiaggia di Santa Clarita, luogo della California scelto anche in virtù delle grosse facilitazioni fiscali riconosciuti dal governo statale per la produzione di pellicole cinematografiche. Come segnalato dal sito specializzato (ad esempio Bloopers.it) nella pellicola vi sono parecchi errori di ambientazioni, come ad esempio la collocazione del Monument Valley in una zona errata, evidenti anche un numero cospicuo di errori di inquadratura, con alcuni di essi che svelano allo spettatore i trucchi cinematografici posti in essere dalla produzione durante le scene più cruente.

NEL CAST ANCHE NICOLAS CAGE

Il film Windtalkers va in onda su Rai Movie oggi, sabato 24 marzo 2018, alle ore 21.10. Una pellicola di guerra prodotta negli Stati Uniti d’America nel 2002 e diretta dal bravo regista cinese John Woo. La pellicola che è stata prodotta grazie ad una collaborazione congiunta tra Lion Rock Productions e Metro-Goldwyn-Mayer, ha visto la distribuzione italiana curata dalla 01 Distribution. Ottimo il cast di attori alle dipendenze di Woo, tra di essi spiccano Nicolas Cage e Adam Beach, che ricoprono ruoli principali. Il film ascrivibile al genere dei film di guerra, è stato già visionato parecchie volte all’interno dei palinsesti televisivi italiani e viene nuovamente trasmesso questa sera su Rai Movie.

WINDTALKERS, LA TRAMA DEL FILM DI GUERRA

La pellicola verte sulla vita di Joe Enders una leggenda all’interno del corpo dei marines americani. Joe è stato autore nel passato di pericolose azioni e per esse ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti assumendo tra i commilitoni finanche la reputazione di “soldato maledetto”. Nell’ultima azione di combattimento però, quattro soldati del suo plotone avevano trovato la morte, e lo stesso Sergente era stato gravemente ferito. Durante la riabilitazione, l’uomo ha un solo scopo, rientrare in azione prima che la guerra finisca e vendicare cosi i suoi cari amici. La sua vita militare si interconnette con un incarico affidato al suo corpo di appartenenza. L’esercito americano aveva infatti deciso di utilizzare gli indiani Navajo per usare il loro linguaggio allo scopo di cifrare i messaggi più importanti diretti alle truppe al fronte, da parte loro i giapponesi facevano di tutto per catturare tali “traduttori” allo scopo di decrittare i messaggi. Ad alcuni soldati viene cosi affidato il compito di scortare gli indiani anche a costo della propria vita, gli ordini prevedono che in caso di pericolo l’indiano debba essere giustiziato, in maniera tale da non mettere in pericolo le comunicazioni dirette al fronte. A Joe viene affidato l’indiano Ben Yazzie, con l’uomo, il marines passerà buona parte degli ultimi mesi di guerra, proteggendolo nel momento in cui erano in pericolo di cattura e rifiutandosi di ucciderlo quando i soldati dell’esercito nipponico stavano per catturarlo. Joe si ritroverà in mezzo a cruenti scontri a fuoco, ma sempre riuscirà a trovare una soluzione perfetta, il tutto per onorare la memoria dei suoi quattro colleghi che non lasceranno la sua mente neppure a guerra finita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori