Gianmarco cerca suo padre a C’è Posta per te/ “Mi hai preso in giro per 12 anni” ma il finale sorprende tutti

- Anna Montesano

Gianmarco cerca suo padre Ciro a C’è Posta per te. Con lui il nonno Luigi, che ha fatto da padre al ragazzo per 12 anni. “Sono io il padre, tu solo quello biologico”

gianmarco_ciro_cepostaperte
Gianmarco cerca suo padre Ciro a C'è Posta per te

L’ultima storia di questa nuova puntata di C’è Posta per te ha come protagonista Gianmarco, che viene in studio accompagnato da suo nonno Luigi. Il ragazzo chiede l’aiuto di Maria De Filippi per ritrovare suo padre Ciro, ormai scomparso dalla sua vita dopo anni di alti e bassi. Il ragazzo racconta di essere cresciuto con sua madre e suo nonno, appunto al suo fianco, e di un padre che negli anni è più volte scomparso. “Sono stufo di soffrire per mio padre e che lui mi prenda in giro, va via e non ritorna” ammette Gianmarco, mentre Maria spiega nei dettagli che suo padre se n’è andato via prima con un’altra donna, per poi tornare dopo due settimane. Questa situazione è andata avanti per due anni: Ciro è poi tornato e sparito per altri tre anni, per ricomparire quando lui aveva 14 anni.

UN LIETO FINE CHE SORPRENDE IL PUBBLICO

Ciro ha accettato l’invito di Maria De Filippi e trova di fronte suo figlio Gianmarco ma soprattutto il suocero Luigi. È lui ad esordire: “Se sono qui è per Gianmarco, tuo figlio, anzi, mio figlio. Io sono il padre, tu sei il padre biologico. Io sono stato al suo fianco, io ho condiviso con lui gioie e dolori e tu invece assente, assente, eternamente assente”. La parola passa poi a Gianmarco che, nonostante gli errori di suo padre Ciro, ammette di rivolerlo nella sua vita. “Voglio darti un’ultima possibilità perchè mi manchi, mi manca stare con te”, afferma il ragazzo. Ciro ammette di non essere stato il migliore dei padri e, anzi, si scusa e afferma che d’ora in poi è disposto a stare con lui e anche ad ospitarlo a casa sua. Un’ammissione che sorprende il pubblico che non si aspettava una risoluzione tanto veloce e così bella di questa storia tanto dolorosa. Per una volta il pubblico è felice: un lieto fine come si deve!



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori