LE IENE SHOW/ Servizi e anticipazioni 25 marzo: il prete accusato di molestie sessuali sospeso

- Stella Dibenedetto

Le Iene Show tornano in onda oggi, domenica 25 marzo, in prima serata su Italia 1. Al timone ci sono Nadia Toffa, Nicola Savino, Andrea Agresti, Giulio Golie e Matteo Viviani. I servizi.

matteo_viviani_nadia_toffa_nicola_savino_le_iene
Le Iene Show

Oggi, domenica 25 marzo, in prima serata su Italia 1, tornano in onda Le Iene show. Al timone dell’appuntamento domenicale dello show di Davide Parenti che ha debuttato il 22 settembre 1997, ci sono Nicola Savino, Nadia Toffa, Andrea Agresti, Giulio Golia e Matteo Viviani. Come ogni settimana, anche questa sera, saranno trasmessi numerosi servizi e inchieste. Da oltre vent’anni, Le Iene show portano avanti un lavoro importante e, spesso, pericoloso, per portare a galla verità spesso scomode e aiutare anche le persone più sfortunate. Forti degli ascolti che continuano ad essere importanti e stabili per Italia 1 (la scorsa puntata ha incollato davanti ai teleschermi 2.222.000 spettatori con il 10.9% di share (presentazione al 3.4% con 945.000 spettatori), le Iene show continuano a girare l’Italia e il mondo per inchieste politiche, economiche e sociali.

LE IENE SHOW, IL PRETE ACCUSATO DI MOLESTIE SESSUALI SOSPESO

Dopo il servizio di Matteo Viviani che ha raccolto la testimonianza di Jurek, un tredicenne che, dopo aver lasciato la Polonia per vivere in una canonica di Isernia ha subito molestie sessuali dal sacerdote, quest’ultimo è stato sospeso. “All’inizio non erano così evidenti i suoi scopi sessuali” sostiene Jurek. “Mi diceva ‘ti faccio guidare la macchina’, lui era seduto e io stavo su di lui percependo la sua eccitazione”. Il racconto di Jurek, poi, continua. “Cercava contatto fisico in continuazione, io lo trattavo come fosse mio papà. Voleva essere baciato in bocca” prosegue Jurek “Mi metteva le mani nelle mutande fino a costringermi a dormire con un alano. L’odore del cane assieme alla mia presenza lo eccitavano”, ha raccontato Jurek. Diciassette anni dopo, quel prete, oggi sospeso, ha chiesto scusa a Jurek: “Per quegli errori che ho commesso, ti chiedo scusa. Ti amavo così, mettiamoci una pietra sopra. Tu dimentica e io dimentico”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori