Shine, il film su Cielo/ Trama e cast: la produzione affidata a Jane Scott (25 marzo 2018)

- Cinzia Costa

Shine, il film in onda su Cielo oggi, domenica 25 marzo 2018. Nel cast: Geoffrey Rush, Armin Mueller-Stahl, Lynn Redgrave, alla regia Scott Hicks. Ma ecco la trama del film nel dettaglio.

shine_film
Il film in prima serata su Cielo

La pellicola realizzata nel 1996 in Australia per la regia di Scott Hick che ha curato anche il soggetto mentre la sceneggiatura è stata estesa da Jan Sardi. La produzione del film è stata realizzata da Jane Scott e la fotografia è stata sviluppata da Geoffrey Simpson ed il montaggio è stato realizzato da Pip Kermel con le musiche della colonna sonora che sono state composte da David Hirschfelder più Fryderyk Chopin, Franz Liszt, Niccolò Paganini, Sergei Rachmaninov, Nikolai Rimsky-Korsakoy, Robert Schumann e Ludwig van Beethoven. La scenografia infine, è stata ideata da Vicki Niehus ed i costuimi di scena portano la firma di Louise Wakefield. A vestire i panni del protagonista è Geoffrey Rush, attore e produttore cinematografico australiano che durante la sua carriera ha vinto diversi premi tra cui un Premio Oscar, un Tony Award, un Golden Globe ed un Emmy Award, inoltre, ha vinto l’Oscar appunto per l’interpretazione di David Helfgott per il film Shine.

NEL CAST GEOFFREY RUSH

Il film Shine va in onda su Cielo oggi, domenica 25 marzo 2018, alle ore 21,25. Una pellicola del 1996 che è stata affidata al regista Scott Hicks che ha ideato anche il soggetto del film, mentre la sceneggiatura è stata curata da Jan Sardi. Il film è uscito in Australia nel 1996 con la durata di 105 minuti. Nel cast troviamo Geoffry Rush, Armin Mueller-Stahl, Lynn Redgrave, Sonia Todd e John Gielgud. Nel film sono presenti molte musiche composte da alcuni dei più grandi musicisti della storia come Beethoven, Vivaldi, Schumann, Romaninov, Paganini e Chopin. Per la sua interpretazione nel film, Geoffrey Rush ha vinto diversi premi tra cui l’Oscar come miglior attore protagonista, il Golden Globe, Premio Bafta e lo Screen Actors Guild Award. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film.

SHINE, LA TRAMA DEL FILM

La storia è ambientata in Australia nei primi anni Sessanta. Il protagonista è un pianista di nome David Helfgott. Il giovane si è esibito al piano sin da bambino e viene rimproverato dal genitore quando non riesce a vincere una gara. Pur ricevendo i complimenti di una parte della giuria, David non sarà proclamato vincitore. Il padre è un uomo ambizioso e molto possessivo che ha sempre imposto alla famiglia regole ferree. Verso i diciotto anni il giovane vince molti concorsi e gli viene riconosciuta una borsa di studio grazie alla quale potrà entrare in una grande orchestra americana. Suo padre però, si oppone alla partenza del figlio perché pretende che la sua famiglia rimanga unita. Qualche tempo dopo al giovane pianista viene offerta la possibilità di frequentare gratuitamente la prima scuola di musica di Londra ma anche questa volta David dovrà subire la decisione negativa del padre che, per convincerlo a non partire, arriva a picchiarlo violentemente. Nonostante il divieto del genitore, David decide di trasferirsi a Londra anche se già sa che avrebbe sentito molto la mancanza delle sorelle. A questo punto il padre non vuole più saperne di lui e decide di distruggere i giornali che conservava da anni e che riportavano critiche molto lusinghiere sul giovane pianista. Grazie all’ottima preparazione data al ragazzo dal professor Parkes, David riesce ad arrivare alla finale del concorso scolastico ed ha le idee molto chiare, vuole esibirsi suonando una musica di Rachimaninov, che da sempre il padre desiderava che lui suonasse ma molto difficile nell’esecuzione. Purtroppo il ragazzo non riesce a sostenere la pressione della prova e finisce per essere ricoverato in una clinica di salute mentale per diversi anni. Qui conoscerà Gillian, una donna che si mostra molto accogliente con lui tanto da ospitarlo in casa sua in seguito alle sue dimissioni dalla clinica. Pur essendo passati diversi anni, David riprenderà a suonare esibendosi in un locale e riceve la visita del padre ma decide di non perdonarlo, trattandolo con freddezza e distacco. Nonostante il mancato perdono, l’incontro tra David e suo padre si rivela molto importante perché il ragazzo scopre che il padre da bambino non era stato per niente supportato dal proprio padre nel suo amore per la musica, tanto da vedere distrutto dinanzi ai suoi occhi il primo violino comprato per coltivare la sua passione. Poco tempo dopo il padre di David muore e questa sarà per lui l’occasione di fare pace con il proprio passato, supportato da Gillian divenuta intanto sua moglie. Al cimitero, David perdona il padre ormai deceduto per tutti gli errori paterni. Questo sarà il primo passo per recuperare il suo benessere psicologico che lo porterà ad affrontare con fermezza il suo primo concerto ottenendo un’ovazione del pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori